Posts by webmaster

Cambio al vertice della LANARC: Travaglini succede a Falgiano

6 Aprile 2019 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Cambio al vertice della LANARC: Travaglini succede a Falgiano”

Bilancio in attivo e iscritti in aumento, l’associazione agenti di commercio della Campania torna a crescere

Enzo Semeraro, patron del circolo Posillipo, e Luciano Falgiano, consigliere LANARC, nominati presidenti onorari.

Da sinistra: Antonio Tardio, Luciano Falgiano, Achille Esposito

Ha superato il periodo più difficile della sua storia (oltre 50 anni), ed ora la USARCI-LANARC, associazione degli agenti di commercio di Napoli e della Campania, guarda al futuro con maggiore consapevolezza. Infatti, dopo anni di difficoltà economiche, l’associazione presenta un bilancio in attivo e un sensibile aumento degli iscritti. Lo hanno comunicato ieri Achille Esposito e Antonio Tardio, rispettivamente tesoriere e consulente fiscale dell’associazione, in occasione del XX congresso regionale tenutosi al circolo nautico Posillipo.

Da sinistra: Luigi Doppietto, Umberto Mirizzi, Luciano Falgiano

Quello di ieri è stato un congresso molto atteso, anzitutto perché hanno avuto luogo le votazioni per il rinnovo del consiglio direttivo. A tal proposito, la novità più importante è stata l’elezione di Guglielmo Travaglini, scelto all’unanimità dal nuovo direttivo come presidente della USARCI-LANARC. Travaglini succede a Luciano Falgiano, presidente in carica dal 2011, che oltretutto ha raggiunto il limite di due mandati sancito dallo statuto dell’associazione. Alla vicepresidenza è stato riconfermato Luigi Doppietto. Infine, gli altri nove eletti nel consiglio direttivo sono: Nada Ciullini, Achille Esposito, Luciano Falgiano, Angelo Padrone, Antonio Pastore Carbone, Gianpaolo Russo, Catello Somma. Tuttavia, la ratifica delle cariche di ciascun componente avverrà nelle prossime settimane, in occasione della prima riunione del consiglio.

Ma il congresso ha rappresentato anche un’occasione per affrontare alcune tematiche d’attualità relative alla professione dell’agente di commercio. Il particolare Falgiano ha ricordato, come ha fatto anche nel corso di una recente intervista rilasciata al Corriere del Mezzogiorno, che «secondo i dati ENASARCO, negli ultimi 5 anni il settore ha perso ventimila posti di lavoro». «Per evitare che il calo dei contribuenti possa in qualche modo mettere in difficoltà la cassa degli agenti – ha aggiunto Falgiano – è importante che il governo introduca misure a sostegno del settore».

All’assemblea ha partecipato anche il presidente nazione USARCI, Umberto Mirizzi: «Scopo della nostra associazione è supportare gli agenti di commercio a tutti i livelli, anzitutto fornendo loro servizi e informative. E’ necessario inoltre portare avanti battaglie per rafforzarne i diritti. Ad esempio, continueremo a batterci per migliorare le condizioni dell’accesso a un bene strumentale come l’automobile, che ancora non è interamente deducibile, ed ha un tetto di 25mila euro, troppo basso considerando che l’auto è il principale strumento di lavoro degli agenti». «Quanto a ENASARCO – ha concluso Mirizzi – va ricorda che la cassa gode di ottima salute e ha superato la dinamica dei contributi silenti, quindi i contribuenti, raggiunta l’età pensionabile, riceveranno in ogni caso la loro pensione in proporzione a quanto hanno versato, anche se si tratta di contributi minimi.

Altro intervento molto atteso è stato quello del consulente legale dell’associazione, l’avvocato Alessandro Limatola, il quale ha ricordato come la figura dell’agente di commercio stia attraversando una fase di evoluzione. «Questo non deve essere considerato un periodo di crisi, bensì di nuove opportunità. Gli agenti dovranno adeguarsi alle esigenze del mercato e acquisire competenze per diventare dei consulenti specializzati. Nuove tipologie di agenti e nuovi settori merceologici stanno emergendo. Ne sono un esempio gli agenti con sede fissa; i personal shopper; i publisher, figure che promuovono online beni strumentali o servizi come quelli turistici. Tutte queste figure, ad esempio, svolgono in pieno l’attività di promozione e conclusione di un contratto, cioè l’attività propria degli agenti di commercio».

L’incontro si è concluso con la nomina a presidente onorario conferita a Enzo Semeraro, patron del circolo Posillipo e associato LANARC della prima ora; e a Falgiano, presidente LANARC uscente.

Agenti di Commercio al voto: al Posillipo il XX° congresso regionale della Campania

25 Marzo 2019 Posted by Articoli 0 thoughts on “Agenti di Commercio al voto: al Posillipo il XX° congresso regionale della Campania”

Giovedì 4 aprile il XX° congresso regionale USARCI-LANARC

Gli agenti di commercio di Napoli e della Campania si riuniranno in occasione del XX° congresso regionale della USARCI-LANARC. Durante il congresso si svolgeranno le votazioni per il rinnovo del consiglio direttivo del collegio dei probiviri. L’incontro si svolgerà giovedì 4 aprile presso il circolo nautico Posillipo, in via Posillipo 5, a partire dalle ore 15. Il programma della giornata sarà articolato come segue:

Parte pubblica

Ore 15

Apertura dei lavori in seconda convocazione;

Nomina del Presidente del congresso e del Segretario del Congresso;

Ore 15,15

Saluto del Presidente Nazionale Usarci;

Relazione del Presidente Regionale Lanarc/Usarci;

Intervento Autorità ed Ospiti;

Parte privata

Ore 16,00

Nomina Commissione Elettorale, verifica validità deleghe e schede;

Costituzione seggio elettorale;

Ore 16,15

Apertura dei termini di richiesta  di intervento;

Ore 16,30

Relazione del Tesoriere, Approvazione Bilancio Consuntivo 2018 e Preventivo 2019;

Ore 17,00

Chiusura termini richiesta interventi – Pausa lavori – Coffee Break;

Ore 17,15

Ripresa Lavori – Consegna schede Elettorali ed inizio votazione per eleggere i 9 componenti del Consiglio Direttivo e i 3 componenti del Collegio dei Probiviri della LANARC USARCI;

Ore 17,30

Inizio discussione sulle richieste di intervento pervenute;

Ore 18,30

Termine ultimo per la votazione;

Spoglio delle schede da parte della Commissione Elettorale;

Ore 19,15

Proclamazione dei Consiglieri Eletti;

Ore 19,30

Chiusura del verbale relativo al XX° Congresso Regionale;

Pensioni e quota 100, gli agenti di commercio scrivono a Di Maio

26 Febbraio 2019 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Pensioni e quota 100, gli agenti di commercio scrivono a Di Maio”

Quota 100 difficile per agenti e rappresentanti, le organizzazioni sindacali chiedono chiarimenti al ministero del lavoro

La nuova normativa sulla cosiddetta “quota 100” per l’accesso anticipato al pensionamento, così come è stata formulata, crea concrete difficoltà agli agenti e rappresentanti di commercio che ne volessero usufruire. Con il risultato che si rischia di produrre una discriminazione a danno dei lavoratori del settore.
La disciplina del decreto legge, infatti, non ha tenuto conto delle specifiche modalità di svolgimento e di cessazione dell’attività di intermediazione commerciale previste dalle norme di legge e dagli Accordi economici collettivi che regolano il rapporto di agenzia.
Allo stato dell’arte, infatti, si riscontrano non poche contraddizioni proprio tra la nuova normativa e quanto invece sancito dal Codice Civile e dagli Accordi economici collettivi.
In particolare, nella fase di chiusura dei rapporti contrattuali con le aziende rappresentate dagli Agenti, la prevista impossibilità di cumulare la pensione “quota 100” con i redditi derivanti dall’attività, pena la sospensione dell’erogazione della pensione stessa, impedisce all’agente di commercio di poter incassare quelle provvigioni, relative a ordini conclusi prima della conclusione del rapporto contrattuale e maturate a seguito del rapporto medesimo, ma pagate successivamente a rapporto ormai concluso.
A questo fine le Organizzazioni sindacali rappresentative della categoria e firmatarie degli Accordi economici collettivi (F.N.A.A.R.C, F.I.A.R.C., FILCAMS-C.G.I.L., FISASCAT-C.I.S.L., UILTUCS-U.I.L., U.G.L., USARCI) hanno unitariamente sottoposto al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ed agli Organi competenti in materia una richiesta di chiarimento in ordine alla corretta interpretazione della normativa al fine di evitare un’ingiusta disparità a danno di una intera categoria di lavoratori.

Pace fiscale: “saldo e stralcio” e “rottamazione ter”, ecco come aderire

12 Febbraio 2019 Posted by Articoli, L'angolo del commercialista, Sindacato 0 thoughts on “Pace fiscale: “saldo e stralcio” e “rottamazione ter”, ecco come aderire”

Oggi i cittadini hanno a disposizione agevolazioni per ripianare eventuali debiti nei confronti del fisco: il “saldo e stralcio” e la “rottamazione ter”

Possono aderire al “saldo e stralcio” le persone fisiche con ISEE inferiore a 20mila euro. La misura riguarda solo i carichi derivanti dagli omessi versamenti in base alle dichiarazioni annuali, e quelli derivanti dai contributi previdenziali dovuti dagli iscritti alle casse prof.li o alle gestioni previdenziali degli autonomi Inps.

Possono aderire alla “rottamazione ter” le persone fisiche con ISEE superiore a 20mila euro e le persone giuridiche. Chi intende aderire pagherà l’importo residuo delle somme dovute senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora. Per le multe stradali, invece, non si pagheranno gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge.

Per scoprire come aderire al “saldo e stralcio” e alla “rottamazione ter” e quali sono gli adempimenti necessari basta cliccare qui e leggere la guida redatta dal consulente fiscale dell’associazione, Antonio Tardio.

Flat tax e regime forfettario, cosa sono e quando conviene aderire

12 Febbraio 2019 Posted by Articoli, L'angolo del commercialista, Sindacato 0 thoughts on “Flat tax e regime forfettario, cosa sono e quando conviene aderire”

La “tassa piatta”, con l’aliquota unica per tutti, nasce dalla legge di Bilancio 2019. L’introduzione di una misura agevolativa che incrementa la crescita attraverso la diminuzione della pressione fiscale si concretizza con l’estensione dei requisiti minimi per accedere al regime forfettario già in essere dal primo gennaio 2019.

Il limite dei ricavi e dei compensi viene innalzato a 65.000 euro. L’imposta sostitutiva dell’Irpef, delle addizionali e dell’Irap è del 15%. Per le start-up l’aliquota è del 5% per un quinquennio.

Dal 2020 farà invece il suo ingresso l’imposta sostitutiva del 20% per coloro che nell’anno precedente hanno realizzato ricavi e compensi compresitra 65.001 e 100.000 euro.

Per scoprire come aderire al regime forfettario e quali sono gli adempimenti necessari basta cliccare qui e leggere la guida redatta dal consulente fiscale dell’associazione, Antonio Tardio.

Agenti, seminario a Napoli su: e-fattura, regime formettario, rottamazione cartelle

6 Febbraio 2019 Posted by Articoli, L'angolo del commercialista, Sindacato 0 thoughts on “Agenti, seminario a Napoli su: e-fattura, regime formettario, rottamazione cartelle”

Fatturazione elettronica, flat tax, regime forfettario, rottamazione delle cartelle e sanatorie fiscali: se ne parlerà domani alle ore 15,30 presso la USARCI-LANARC, sindacato degli agenti di commercio di Napoli e della Campania. L’incontro si terrà negli uffici di piazza Garibaldi 49 e sarà condotto dal dottor Antonio Tardio, consulente fiscale dell’associazione

Per assicurare la massima riuscita dell’evento è d’obbligo manifestare la propria adesione scrivendo a lanarcusarci@virgilio.it

Agenti di commercio della Campania, aperte le iscrizioni del 2019

23 Gennaio 2019 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Agenti di commercio della Campania, aperte le iscrizioni del 2019”

La LANARC USARCI nasce più di cinquant’anni fa con l’obiettivo di rappresentare e tutelare gli agenti di commercio e in tutti questi anni, grazie ai tanti che ci hanno dato fiducia, non abbiamo mancato occasione per farci portavoce dei diritti e degli interessi della categoria.

Affianchiamo e supportiamo la vita lavorativa dei nostri soci con servizi di vario genere: dalle consulenze legali, fiscali e previdenziali, all’assistenza nelle controversie con le mandanti. Organizziamo corsi di formazione e qualificazione professionale. Offriamo convenzioni commerciali di vario genere.

Vogliamo continuare a fare tutto ciò, consapevoli che le mutate esigenze del mercato stanno sottoponendo tutti a un enorme stress lavorativo. Coscienti che la distanza tra aziende e utenti finali si sta sempre più assottigliando, e la figura dell’agente di commercio è sempre più schiacciata dalle esigenze di profitto delle prime e il bisogno economico dei secondi.

Vogliamo continuare a essere e fare sindacato a favore di una categoria che nonostante tutto muove ancora molta parte della ricchezza del nostro Paese, ma per farlo abbiamo bisogno di te.
La tua partecipazione può contribuire a savaguardare un patrimonio di conoscenze accumulate in tanti anni di storia. E a tutelare i diritti di una categoria vitale per l’economia italiana.

Chiama al 3311488587 o allo 0817613541 o altrimenti scrivi a lanarcusarci@virgilio.it saremo felici di fornirti tutte le modalità per aderire al nostro sindacato.

il Tesoriere USARCI-LANARC

Achille Esposito

Cessazione attività, gli indennizzi 2019

8 Gennaio 2019 Posted by L'angolo del commercialista 0 thoughts on “Cessazione attività, gli indennizzi 2019”

Anche grazie alle nostre pressioni della USARCI, dal 1  gennaio  gli  agenti  di  commercio potranno ricevere nuovamente l’indennizzo per la cessione dell’attività.

Difatti la legge di bilancio 2019, all’art. 1 comma 283, ha rifinanziato l’indennizzo per la chiusura definitiva di un’attività commerciale.

La finanziaria 2019, prevede che l’indennizzo sia riconosciuto agli iscritti, al fondo esercenti delle attività dei commercianti Inps, che alla data di presentazione della domanda, abbiamo 62 anni di età se uomini e 57 anni per le donne, con almeno 5 anni contribuzione Inps.

L’indennizzo, pari a circa € 513,00, spetterà dalle chiusure avvenute dal 1° gennaio 2019 sino all’esaurimento delle risorse, dato che, al momento, il governo non ha previsto una data di scadenza.

Esso sarà erogato per 13 mensilità e sino al raggiungimento dell’età per la pensione di vecchiaia.

Requisiti:

  • un’età pari a 62 anni per gli uomini o un’ età di 57 anni per le donne;
  • aver richiesto la cancellazione dell’attività alla Camera di commercio;
  • almeno 5 anni di contribuzione al Fondo esercenti delle attività dei commercianti Inps

Di seguito il link della pagina dedicata sul sito istituzionale INPS per ogni ulteriore informazione:  https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?itemdir=50256&lang=IT

Enasarco, le nuove aliquote 2019

8 Gennaio 2019 Posted by L'angolo del commercialista, Sindacato 2 thoughts on “Enasarco, le nuove aliquote 2019”

Ricordiamo che a partire dal 1 gennaio 2019, in attuazione del regolamento delle attività istituzionali della Fondazione approvato nel 2013, sono entrate in vigore le nuove aliquote per il calcolo dei contributi previdenziali.

 

Agenti operanti in forma individuale o società di persone (snc, sas ecc..)
MONOMANDATARI PLURIMANDATARI
Aliquota 16,50% (50% a carico agente, 50% a carico mandante) Aliquota 16,50% (50% a carico agente, 50% a carico mandante)
Massimale € 37.913,00 Massimale € 25.275,00
Minimale € 846,00 Minimale € 423,00
       
Agenti operanti in forma di società di capitali (srl, srl unipersonali, spa)
Importi provvigionali annui Aliquota 2019 A carico mandante A carico Agente
Fino a € 13.000.000 4% 3% 1%
Da € 13.000.000,01 a 20.000.000 2% 1,5% 0,5%
Da € 20.000.000,01 a 26.000.000 1% 0,75% 0,25%
Oltre € 26.000.000 0,5% 0,3% 0,2%

NB: i massimali sono indicativi in quanto l’ISTAT non ha ancora aggiornato i parametri di rivalutazione.

Per le provvigioni di competenza 2018 ma fatturate nel 2019 occorrerà utilizzare il valore delle aliquote 2018

 

 

Requisiti pensionistici

 

 

  Quota Età minima Anni di contribuzione minimi
Uomini 92 67 20
Donne 89 64 20

 

NB: Per gli uomini è possibile anticipare il pensionamento fino a un massimo di due anni con una decurtazione del 5% per ogni anno di anticipazione.

(Per le donne sarà possibile chiedere l’anticipazione a partire dal 2021)

Fattura elettronica, il decalogo per una corretta compilazione

3 Dicembre 2018 Posted by Articoli, L'angolo del commercialista 0 thoughts on “Fattura elettronica, il decalogo per una corretta compilazione”

Il tema è stato affrontato giovedì nella sede della USARCI-LANARC, l’associazione napoletana agenti e rappresentati di commercio, nel corso di un seminario tenuto dal consulente fiscale dell’Associazione, Antonio Tardio.

Si avvicina l’entrata in vigore della fattura elettronica, che dal primo gennaio sarà obbligatoria per tutti i titolari di partita iva con regime ordinario, mentre rimangono esonerati i titolari di partita iva con regime forfettario.

La nuova fattura elettronica non deve scoraggiare gli utenti, in quanto essa sarà del tutto simile alle fatture tradizionali. L’unica informazione aggiuntiva che deve contenere è il codice destinatario o, in alternativa, l’indirizzo PEC dove si vuole inviare la fattura. Queste informazioni devono essere comunicate all’emittente della fattura dal beneficiario della prestazione/servizio.

Per generare la fattura elettronica è necessario utilizzare il sistema informatico messo a disposizione gratuitamente dalla Agenzia delle Entrate, oppure un sistema informatico a pagamento fornito da società private. Ce ne sono molti sul mercato, per tutte le tasche e per tutte le esigenze. Questo perché le nuove fatture, per essere inviate al destinatario, dovranno essere in formato XML.

Per avere una panoramica completa sul nuovo sistema di fatturazione elettronica, è possibile consultare il documento PDF redatto dal consulente fiscale Antonio Tardio. Per assistere alla compilazione di una fattura elettronica, basta guardare il seguente video esemplificativo, pubblicato dalla stessa Agenzia dell’Entrate.