Assemblea 2017, agenti di commercio discutono di contratti, fisco e previdenza ENASARCO

16 Giugno 2017 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Assemblea 2017, agenti di commercio discutono di contratti, fisco e previdenza ENASARCO”

Alla Casina Pompeiana gli agenti di commercio napoletani e campani della USARCI-LANARC hanno partecipato alla 52° assemblea generale dell’associazione

NAPOLI. Gode di ottima salute la USARCI-LANARC, associazione agenti di commercio di Napoli e Campania. Ieri alla Casina Pompeiana, in villa comunale, si è svolta la 52° assemblea, a cui hanno partecipato numerosi agenti di commercio, tra soci storici e nuovi scritti. Durante l’assemblea, infatti, sono stati illustrati gli ottimi risultati raggiunti in termini di servizi offerti agli associati e azioni di contenimento dei costi di esercizio.

Oltre alle operazioni di rito, con l’approvazione dei bilanci consuntivo e preventivo, l’incontro ha consentito l’avvio di un dibattito sui temi relativi alla categoria, in particolare sulle novità di natura previdenziale, fiscale e legale che riguardano gli agenti.

Ad aprire i lavori è stato Luciano Falgiano, presidente della USARCI-LANARC, che ha ricordato l’importanza delle attività dell’associazione sul territorio, grazie all’ormai più che cinquantennale attività sindacale. E quella a livello nazionale, con l’impegno di Luigi Doppietto, vicepresidente nazionale USARCI e delegato della fondazione ENASARCO, cassa di previdenza degli agenti di commercio. «Tuttavia – ha concluso Flagiano – la partecipazione degli agenti di commercio alla vita associativa, a tutti i livelli, è ancora scarsa. Basti pensare che alle ultime votazioni ENASARCO, hanno votato 25mila agenti su 265mila iscritti. Considerando il numero complessivo degli agenti di commercio, un maggiore coinvolgimento garantirebbe un maggiore peso della categoria nelle sedi istituzionali».

A fare il punto sui conti della USARCI-LANARC è stato il consulente fiscale dell’associazione, Antonio Tardio, il quale ha ricordato gli sforzi, andati a buon fine, per ridurre i costi di gestione. Sforzi che hanno consentito di ridurre il disavanzo dell’80% in 5 anni. Poi Tardio ha sottolineato l’importanza della nuova «contabilità semplificata “per cassa”, in vigore dal 2017, che riguarda la gran parte degli agenti di commercio, e che consente di pagare le tasse solo dopo il saldo delle fatture, senza anticipi che potrebbero causare problemi di liquidità».

Il consulente del lavoro, Marco Marsico, ha invece fatto il punto sugli sgravi fiscali di cui potrebbero beneficiare gli agenti di commercio per l’assunzione di dipendenti. Tra questi «il Bonus Sud e Bonus Giovani, che consentono il risparmio dei contributi per 12 mesi, e il tirocinio d’inserimento, il cui costo è di 400 euro e non prevede il versamento dei contributi previdenziali».

Il consulente legale Gianluca Stanzione, dello studio legale Limatola, ha invece invitato gli astanti a sfruttare le opportunità offerte dall’associazione come le consulenze legali. «Se si agisce in tempo l’agente si può tutelare contro contratti svantaggiosi, illegittimi o contro abusi delle mandanti. Prima di firmare il mandato – ha aggiunto Stanzione – passate in associazione, saremo disponibili a verificare la validità del contratto».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.