Posts by webmaster

Elezioni ENASARCO, l’emergenza Covid-19 le fa slittare

27 Marzo 2020 Posted by Articoli, ENASARCO, Sindacato 0 thoughts on “Elezioni ENASARCO, l’emergenza Covid-19 le fa slittare”

Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione previdenziale degli Agenti di Commercio, Consulenti Finanziari e Agenti in attività finanziaria, riunitosi d’urgenza questa mattina, ha votato lo slittamento del voto a data destinarsi per l’emergenza Coronavirus.

Le elezioni per l’Assemblea dei Delegati di Enasarco si sarebbero dovute svolgere per via telematica dal 17 al 30 aprile prossimi e avrebbero coinvolto circa 230 mila elettori tra Agenti e Consulenti. L’emergenza sanitaria e le misure di sicurezza adottate impediscono il regolare svolgimento di incontri e ed eventi per informare adeguatamente gli elettori sulle liste in corsa e le loro proposte. La delibera è stata approvata a maggioranza con 10 voti favorevoli e 5 contrari.

“Questo è un momento di grande tristezza che richiede responsabilità. Chiedere ora alla categoria di essere il “terreno” di una campagna elettorale dove gli si domanda di votare anteponendo questi problemi oggettivi sarebbe stato da irresponsabili e insensibili – commenta Antonello Marzolla, Segretario Nazionale Usarci e membro del cda Enasarco -. Votare ad aprile vorrebbe dire impedire al cda di assumere qualsivoglia tipo di decisione o provvedimento di natura eccezionale in favore della Categoria. Il Consiglio si troverebbe infatti nel periodo “bianco” con possibilità solo sull’ordinaria amministrazione. Inoltre tecnicamente il voto comporterebbe l’inserimento del nuovo cda non prima della fine di giugno se non la prima quindicina di luglio facendo così mancare il governo della fondazione proprio nel pieno della crisi sanitaria.”

Il voto è rimandato fino a quando l’emergenza sarà terminata. Il mandato degli organi attualmente in carica è prorogato fino alla nomina di quelli nuovi, a seguito delle elezioni.

“Le elezioni non sono cancellate ma saranno differite di alcuni mesi, nessun colpo di stato! Tutte le casse privatizzate prossime a elezioni stanno facendo lo stesso – afferma Umberto Mirizzi Presidente USARCI -. Se sono state rinviate di un anno le Olimpiadi, certamente rimandare di qualche mese le elezioni Enasarco non creerà alcun danno alla Categoria ma solo benefici. Spiace leggere tanta violenza nei confronti di chi rispetta e partecipa alle sofferenze della Categoria, etichettando la larghissima maggioranza delle organizzazioni maggiormente rappresentative della nostra Categoria come attentatrici della democrazia. Chi è dell’Usarci sa bene quale sia qualità della nostra democrazia”.

Covid 19, la nuova autocertificazione per circolare

19 Marzo 2020 Posted by Articoli 0 thoughts on “Covid 19, la nuova autocertificazione per circolare”

Le ristrizioni alla mobilità imposte dal governo ai cittadini, finalizzate a fronteggiare l’emergenza coronavirus, comportano l’obbligo di compilare e, all’occorrenza di esporre, un’autocertificazione comprovante la necessità di ogni singolo spostamento.

In particolare, ogni volta che ci si allontana da casa, occorre specificarne il motiv0. Quelli contemplati dalle disposizioni governative sono: comprovate esigenze lavorative; situazioni di necessità; motivi di salute; rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Per agevolare le operazioni di autocertificazione, è possibile stampare e compilare il modulo preimpostato, consultabile al seguente link: Modulo-autodichiarazione-17.3.2020

Coronavirus, le misure economiche previste dal governo per gli autonomi

16 Marzo 2020 Posted by Articoli 0 thoughts on “Coronavirus, le misure economiche previste dal governo per gli autonomi”

Disco verde per il decreto legge Cura Italia. Il governo stanzia 25 mld per imprese e famiglie al fine di sostenerle in questa fase di emergenza.

In particolare, «per gli autonomi e i liberi professionisti in questo primo Dl di marzo abbiamo stanziato circa 3 miliardi a tutela del periodo di inattività che si sono prestati ad affrontare» ha affermato il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo durante la conferenza sampa di oggi.

Nella sintesi, alla voce “Fondo Gasparrini”, si legge che “i lavoratori autonomi e i liberi professioisti potranno accedere al fondo per un periodo di 9 mesi” quando si verifichino determinate condizioni, cioè una riduzione del fatturato superiore al 33% nel periodo successivo al 21 febbraio, rispetto all’ultimo trimestre del 2019. Tuttavia per avere la certezza circa le modalità con cui le misure di sostegno agli autonomi saranno erogate si dovrà aspettare ancora qualche giorno.

Per avere maggiori dettagli è possibile consultare la sintesi del DL Cura Italia.

Elezioni ENASARCO, a Napoli presentati temi e candidati

2 Marzo 2020 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Elezioni ENASARCO, a Napoli presentati temi e candidati”

I candidati LANARC: l’obiettivo è semplificare i rapporti tra gli agenti di commercio e la cassa di previdenza

La campagna elettorale per le elezioni dei delegati ENASARCO entra nel vivo. Giovedì, nel corso di un convegno tenutosi presso la sede napoletana della USARCI-LANARC, sono stati presentati candidati e programma della lista “Solo Agenti in ENASARCO”, la formazione promossa dal sindacato USARCI.

I candidati del collegio Campania sono Luigi Doppietto, vicepresidente USARCI e delegato uscente ENASARCO; Antonio Pastore, segretario USARCI-LANARC; Gianpaolo Russo, consigliere USARCI-LANARC.

Ad esporre il programma è stato anzitutto Luigi Doppietto: «La peculiarità della nostra lista, come indicato nel nome, è quella di essere formata esclusivamente da agenti di commercio. L’assemblea dei delegati ENASARCO sarà formata anche da rappresentanti delle ditte mandanti e dei promotori finanziari, perciò è fondamentale che gli agenti sostengano numerosi e compatti i colleghi candidati, in modo da garantirsi una rappresentanza forte sui temi che li riguardano. Si tratta di temi concreti, come la tutela delle nostre pensioni e le misure di sostegno al lavoro. La Fondazione ENASARCO vanta un patrimonio di circa sette miliardi di euro. Per questo la sua gestione è molto ambita da tutte le parti sociali coinvolte. L’obiettivo degli agenti di commercio, e quindi dei loro delegati eletti, deve essere quello di vigilare affinché l’amministrazione di ENASARCO sia compatibile con gli interessi della nostra categoria».

A seguire è intervenuto Antonio Pastore: «La priorità è dunque salvaguardare le pensioni e scongiurare il commissariamento – ha affermato -. Inoltre, chiediamo che ENASARCO abbia un ruolo più incisivo nel caso in cui le ditte mandanti non versino i contributi ENASARCO all’agente. In questi casi chiediamo che la cassa di previdenza informi l’agente con tempestività. Trascurare la situazione contributiva può essere per un agente molto dannoso, in quanto i contributi non versati dalla mandante diventano inesigibili dopo 5 anni».

Paolo Russo ha invece sottolineato l’importanza di superare il monomandato, assetto contrattuale che spesso cela un rapporto di lavoro subordinato. «Il ricorso al monomandato – afferma Russo -, accompagnato dall’imposizione di supporti informatici e CMR, rende l’agente privo di tutele e lo pone in una situazione di precarietà. Tutto il suo lavoro, infatti, è tracciato nel dettaglio e condiviso con la mandante. La ditta mandante a questo punto può appropriarsene, e può sostituire l’agente senza alcun impedimento».

Le elezioni per la costituzione dell’Assemblea dei delegati ENASARCO si terranno dal 17 al 30 aprile 2020. L’Assemblea dei delegati, una volta costituita, eleggerà il nuovo Consiglio di amministrazione. Per verificare i requisiti elettorali è possibile visitare questa pagina. Per consultare il programma completo della lista “Solo Agenti in ENASARCO” è possibile visitare il sito web www.solo-agenti.it

Addio a Francesco De Pasquale, fu presidente LANARC, USARCI e ENASARCO

2 Gennaio 2018 Posted by Articoli 0 thoughts on “Addio a Francesco De Pasquale, fu presidente LANARC, USARCI e ENASARCO”

Il 31 dicembre 2017 improvvisamente ci ha lasciato il collega Francesco De Pasquale, agente di commercio che ha ricoperto posizioni apicali negli organismi di categoria, del sindacato e della cassa previdenziale ENASARCO.

Fu iscritto al sindacato LANARC fin dal 1965, anno della fondazione. Ma come anticipato questo fu solo l’inizio della sua carriera. Da semplice consigliere, divenne prima vicepresidente e poi presidente del sindacato napoletano. Da qui spiccò il volo per la Federazione Nazionale, di cui è stato il presidente. Egli per primo intuì la necessità di avere una sede fissa a Roma.

Svolse anche il ruolo di presidente Enasarco, che tanto dispiacere gli diede. A causa di un equivoco, infatti, nel periodo di tangentopoli fu coinvolto in vicende che gli costarono l’allontanamento dal sindacato, salvo poi avere, anni dopo, la completa riabilitazione.

I colleghi che, come me, hanno avuto il previlegio di conoscerlo, lo ricorderanno per la sua grande dirittura morale e professionale, sia nel lavoro che nel sindacato. Arrivederci Franco

ENASARCO DAY, a Napoli giornata di approfondimento per gli agenti di commercio

7 Dicembre 2017 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “ENASARCO DAY, a Napoli giornata di approfondimento per gli agenti di commercio”

A quanto ammonterà la mia pensione ENASARCO? A quanti anni mi sarà corrisposta? Come si integra con la pensione erogata da INPS? Quali vantaggi e opportunità offre la cassa ENASARCO ai suoi contribuenti? A queste, e alle altre domande dei partecipanti, risponderà la responsabile ENASARCO di Napoli, dott.ssa Fortuna Monaco, nel corso dell’incontro organizzato dalla USARCI-LANARC, proprio sulle attività della cassa di previdenza degli agenti di commercio.

Ampio spazio sarà dato anche ai temi riguardanti il calcolo e l’erogazione FIRR, i contributi per la maternità, per il termalismo, e quelli relativi alle borse di studio per i familiari degli agenti di commercio.

L’incontro si terrà lunedì18 dicembre alle ore 15 presso gli uffici della USARCI-LANARC di piazza Garibaldi 49, e vi parteciperanno anche i consulenti dell’associazione.

In pratica, quella organizzata dalla USARCI-LANARC, sarà una giornata di approfondimento sulla cassa di previdenza ENASARCO, durante la quale i partecipanti avranno la possibilità di ottenere le informazioni di cui hanno bisogno, sia di carattere generale sia specifiche. Ciò sarò possibile grazie alla possibilità di confrontarsi su questi temi direttamente con la responsabile su Napoli di ENASARCO, dott.ssa Fortuna Monaco, e con gli altri esperti che parteciperanno all’incontro.

È richiesto un cenno di adesione all’indirizzo di posta lanarcusarci@virgilio.it o al numero di telefono 3311488587, al fine di ottimizzare l’accoglienza.

Mostra d’Oltremare, Alessandro Limatola nel CdA

12 Ottobre 2017 Posted by Articoli 0 thoughts on “Mostra d’Oltremare, Alessandro Limatola nel CdA”

L’avvocato Alessandro Limatola, storico consulente legale della USARCI-LANARC, è recentemente stato insignito di un importante incarico presso la Mostra D’Oltremare di Napoli.
La Regione Campania, infatti, ha ritenuto di avvalersi delle sue competenze designandolo in seno al CdA della Mostra d’Oltremare S.p.A., designazione confermata dall’Assemblea degli azionisti (Comune di Napoli, Regione Campania, Area Metropolitana di Napoli, CCIAA di Napoli).
Un riconoscimento che premia la sua professionalità e la sensibilità da sempre mostrata per le sorti della nostra città.
È con infinito orgoglio che l’USARCI-LANARC si unisce alle congratulazioni che da più parti stanno pervenendo a un uomo che con dedizione e capacità ci sostiene e aiuta nella nostra attività sindacale.
Auguri Alessandro!

Web Marketing, presentato il corso per gli agenti di commercio di Napoli e della Campania

30 Settembre 2017 Posted by Articoli, Sindacato 3 thoughts on “Web Marketing, presentato il corso per gli agenti di commercio di Napoli e della Campania”

NAPOLI. Conoscere e approfondire le principali tecniche di web marketing per essere competitivi e rimanere al passo coi tempi. Questo in estrema sintesi l’obbiettivo del corso lanciato dalla USARCI-LANARC, l’associazione agenti di commercio di Napoli e Campania, che è stato presentato ieri presso la sede di piazza Garibaldi. Il corso sarà tenuto da Antonio Agliata, docente di Tecnologie Web alla Parthenope e collaboratore dell’IOS Foundation Program, uno dei due progetti avvitati da Apple sul territorio di Napoli.

A illustrare il corso è stato lo stesso Agliata, il quale dopo aver passato in rassegna gli argomenti del programma, che vanno dalla “comunicazione aziendale” al “social media marketing” passando per il “personal branding”, ha sottolineato l’importanza di acquisire gli strumenti basilari del web marketing al fine di valorizzare e promuovere le proprie competenze e i propri prodotti, ed aprirsi così a nuove opportunità di business. «Oggi tutte le figure professionali hanno l’obbligo di valorizzare e diffondere le rispettive attività sul web, sia prodotti sia servizi» ha ricordato Agliata. «Ciò è indispensabile per imporsi in maniera adeguata sul mercato, che è sempre più orientato verso l’informatizzazione dei processi. Ma per fare ciò è indispensabile acquisire gli strumenti necessari per agire in maniera efficace in questo ambito» ha aggiunto.

Il corso in Web Marketing organizzato dalla USARCI-LANARC si prefigge proprio di offrire questa opportunità a tutti i partecipanti, i quali non solo otterranno informazioni aggiornate e di qualità, ma avranno la possibilità anche di mettere in pratica quello che hanno appreso con esercitazioni in aula, e di approfondire il tutto grazie alla comparazione con alcuni casi di studio particolarmente significativi.

Ma il corso di Web Marketing per gli agenti di commercio ha anche un ulteriore vantaggio, il prezzo. Infatti grazie ai fondi stanziati da ENASARCO, ad ogni partecipante sarà rimborsata la metà del costo complessivo, che è di 350 euro più iva.

Contributi ENASARCO per la formazione, varati a Napoli corsi di “Web Marketing” e “Tecniche di vendita”

10 Luglio 2017 Posted by Articoli 2 thoughts on “Contributi ENASARCO per la formazione, varati a Napoli corsi di “Web Marketing” e “Tecniche di vendita””

Web marketing e tecniche di vendita. Due materie che sono di fondamentale importanza per gli agenti di commercio, e che richiedono continui aggiornamenti per potere essere padroneggiate e applicate con successo.

Oggi grazie ai contributi per la formazione stanziati da ENASARCO, gli agenti di commercio avranno la possibilità di partecipare a specifici corsi di formazione a prezzo agevolato. Infatti il costo della loro formazione sarà rimborsato per metà dell’ente di previdenza. Gli agenti di commercio potranno così acquisire e consolidare competenze in questi ambiti, e allo stesso tempo di abbattere il costo della formazione.

Per gli agenti di Napoli e della Campania, la USARCI-LANARC ha varato due distinti corsi: “Web Marketing” e “Tecniche e strumenti per il venditore di successo”. Il primo avrà una durata di 20 ore e un costo di € 350,00. Il secondo avrà una durata di 16 ore e un costo di € 300,00. In entrambi i casi, i costi sono rimborsabili per la metà da ENASARCO.

Le lezioni si svolgeranno presso la sede USARCI-LANARC di Piazza Garibaldi 49. Per aderire è indispensabile effettuare una preiscrizione presso gli uffici dell’associazione nei seguenti orari:
lunedì 10,00 – 13,00
martedì – mercoledì – giovedì: 10,00 – 17,30

Patto di non concorrenza: è presente nel tuo contratto?

23 Giugno 2017 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Patto di non concorrenza: è presente nel tuo contratto?”

Sempre più spesso si sente parlare di “clausola del patto di non concorrenza post contrattuale”. Ma cosa comporta? Come ci si può tutelare?

Il patto deve risultare per iscritto sul mandato stesso o su un documento aggiunto sottoscritto ed accettato da entrambe le parti. Il patto non può avere una durata superiore ai 2 anni e per esso deve essere sempre concordata una indennità di natura non provvigionale proporzionale alla durata.
Può riguardare esclusivamente la stessa zona, clientela e genere di beni trattati dall’agente per la mandante. La Ditta, come l’Agente, non può revocare tale patto unilateralmente.
E’ opportuno per gli agenti studiare bene i contratti prima di firmarli. A tal proposito la USARCI-LANARC invita tutti gli associati ad avvalersi del servizio di consulenza legale prima della sottoscrizione dei nuovi incarichi.

Assemblea 2017, agenti di commercio discutono di contratti, fisco e previdenza ENASARCO

16 Giugno 2017 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Assemblea 2017, agenti di commercio discutono di contratti, fisco e previdenza ENASARCO”

Alla Casina Pompeiana gli agenti di commercio napoletani e campani della USARCI-LANARC hanno partecipato alla 52° assemblea generale dell’associazione

NAPOLI. Gode di ottima salute la USARCI-LANARC, associazione agenti di commercio di Napoli e Campania. Ieri alla Casina Pompeiana, in villa comunale, si è svolta la 52° assemblea, a cui hanno partecipato numerosi agenti di commercio, tra soci storici e nuovi scritti. Durante l’assemblea, infatti, sono stati illustrati gli ottimi risultati raggiunti in termini di servizi offerti agli associati e azioni di contenimento dei costi di esercizio.

Oltre alle operazioni di rito, con l’approvazione dei bilanci consuntivo e preventivo, l’incontro ha consentito l’avvio di un dibattito sui temi relativi alla categoria, in particolare sulle novità di natura previdenziale, fiscale e legale che riguardano gli agenti.

Ad aprire i lavori è stato Luciano Falgiano, presidente della USARCI-LANARC, che ha ricordato l’importanza delle attività dell’associazione sul territorio, grazie all’ormai più che cinquantennale attività sindacale. E quella a livello nazionale, con l’impegno di Luigi Doppietto, vicepresidente nazionale USARCI e delegato della fondazione ENASARCO, cassa di previdenza degli agenti di commercio. «Tuttavia – ha concluso Flagiano – la partecipazione degli agenti di commercio alla vita associativa, a tutti i livelli, è ancora scarsa. Basti pensare che alle ultime votazioni ENASARCO, hanno votato 25mila agenti su 265mila iscritti. Considerando il numero complessivo degli agenti di commercio, un maggiore coinvolgimento garantirebbe un maggiore peso della categoria nelle sedi istituzionali».

A fare il punto sui conti della USARCI-LANARC è stato il consulente fiscale dell’associazione, Antonio Tardio, il quale ha ricordato gli sforzi, andati a buon fine, per ridurre i costi di gestione. Sforzi che hanno consentito di ridurre il disavanzo dell’80% in 5 anni. Poi Tardio ha sottolineato l’importanza della nuova «contabilità semplificata “per cassa”, in vigore dal 2017, che riguarda la gran parte degli agenti di commercio, e che consente di pagare le tasse solo dopo il saldo delle fatture, senza anticipi che potrebbero causare problemi di liquidità».

Il consulente del lavoro, Marco Marsico, ha invece fatto il punto sugli sgravi fiscali di cui potrebbero beneficiare gli agenti di commercio per l’assunzione di dipendenti. Tra questi «il Bonus Sud e Bonus Giovani, che consentono il risparmio dei contributi per 12 mesi, e il tirocinio d’inserimento, il cui costo è di 400 euro e non prevede il versamento dei contributi previdenziali».

Il consulente legale Gianluca Stanzione, dello studio legale Limatola, ha invece invitato gli astanti a sfruttare le opportunità offerte dall’associazione come le consulenze legali. «Se si agisce in tempo l’agente si può tutelare contro contratti svantaggiosi, illegittimi o contro abusi delle mandanti. Prima di firmare il mandato – ha aggiunto Stanzione – passate in associazione, saremo disponibili a verificare la validità del contratto».

Agenti di Commercio della Campania, convocata assemblea

8 Giugno 2017 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Agenti di Commercio della Campania, convocata assemblea”

La convocazione è per il 15 giugno 2017 alle ore 16,30 a Napoli presso la Casina Pompeiana, in Villa Comunale (vicino alla Stazione Zoologica Anton Dohrn)

L’Assemblea annuale della LANARC USARCI, associazione degli agenti di commercio di Napoli e Campania, si terrà per la prima prima volta nella splendida cornice della Villa Comunale di Napoli, presso la Casina Pompeiana. L’incontro prevede, oltre alla discussione sui bilanci dell’associazione.

Altri importanti argomenti all’ordine del giorno saranno i corsi di formazione in materia di tecniche di vendita e di web marketing, in buona parte finanziati dalla Fondazione Enasarco, e le importanti novità in materia fiscale che riguardano la categoria degli agenti di commercio. L’incontro si concluderà con un rinfresco offerto dall’associazione.

Agenti di commercio, consulenze legali e fiscali gratuite

9 Maggio 2017 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Agenti di commercio, consulenze legali e fiscali gratuite”

Open Day, i giorni 18 e 19 maggio 2017, nella sede di Napoli della USARCI-LANARC, gli agenti di commercio potranno ricevere gratis consulenze legali e fiscali

Anche quest’anno torna l’Open Day USARCI, la giornata di confronto e approfondimento dedicato agli agenti di commercio. L’appuntamento è per il 18 e 19 maggio a partire dalle ore 11 presso la sede di piazza Garibaldi 49, dove gli esperti legali, fiscali e previdenziali dell’associazione riceveranno gli agenti che avranno prenotato la consulenza.

Consulenze seguiranno il seguente schema:

  • Previdenziali ENASARCO (ore 11,00 – 16,00)
  • Contrattuali o Giuridiche (ore 11,00 – 16,00)
  • Fiscali (ore 12,00 – 15,00)

Per ulteriori informazioni basta contatta la nostra segreteria dell’associazione allo 0817613541 oppure al 3311488587. È possibile richiedere informazione anche via mail all’indirizzo lanarcusarci@virgilio.it

Per le consulenze è richiesta la prenotazione al fine di organizzare al meglio i vari incontri.

Auto, USARCI avvia convenzione con FCA e SEAT

12 Aprile 2017 Posted by Articoli, Convenzioni 0 thoughts on “Auto, USARCI avvia convenzione con FCA e SEAT”

Hai bisogno di un’auto nuova? Questo è il momento giusto per acquistarla. La USARCI, unione sindacale degli agenti di commercio, ha sottoscritto due importanti convenzioni con le case automobilistiche, la FCA e la SEAT, per l’acquisto di vetture nuove.

La convenvenzione, disponibile per tutti gli associati USARCI, da diritto a scontististiche che raggiungono il 20% del prezzo di listino. Come anticipato, è possibile scegliere tra le vetture del merchio FCA: Alfa Romeo, Fiat e Jeep. E quelle del marchio SEAT, tra cui Ibiza, Leon e Alhambra.

Scopri i dettagli della convenzione, clicca i seguenti link:

  1. Convenzione auto FCA
  2. Convenzione auto SEAT

Per ulteriori informazioni scopri la sede USARCI più vicina a te e contatta la segreteria.

Delizie del palato, un motivo in più per scegliere Eccellenze Campane

29 Marzo 2017 Posted by Articoli 0 thoughts on “Delizie del palato, un motivo in più per scegliere Eccellenze Campane”

E’ disponibile la nuova convezione tra USARCI-LANARC e Eccellenze Campane.

I soci della USARCI-LANARC potranno usufruire del 10% di sconto sui loro acquisti e sulle loro consumazioni nel prestigioso polo gastronomico. Infatti Eccellenze Campane è un contenitore di piccole imprese operanti nei diversi comparti del settore enogastronomico. Un concentrato dei migliori ristoratori e produttori della nostra regione.
Ma Eccellenze Campane è molto di più. Un centro di attrazione che ha per elementi distintivi la sostenibilità, l’accessibilità, l’economicità; un attrattore che informa e educa sulla provenienza e la lavorazione dei prodotti;
uno spazio che ospita al suo interno ben 8 aree di produzione: panificio, birrificio, pastificio, caseificio, torrefazione, pasticceria, cioccolateria, gelateria, che mostrano al pubblico ogni importante fase del processo produttivo.
Esibisci la tessera USARCI e ti verrà rilasciata la relativa card. Che aspetti?

Enasarco, online la certificazione unica 2017

23 Marzo 2017 Posted by Articoli 0 thoughts on “Enasarco, online la certificazione unica 2017”

La Certificazione Unica 2017 è disponibile online. Il documento – relativo ai redditi di lavoro dipendente, ai redditi di lavoro autonomo e ai redditi diversi per il periodo d’imposta 2016 – può essere consultato direttamente nell’area riservata inEnasarco, nella sezione “Richieste” alla voce “Archivio Documenti”.

La Certificazione Unica dal 2015 sostituisce il CUD ed è disponibile nell’area riservata inEnasarco, nella sezione “Richieste”, alla voce “Archivio documenti”.

Che cos’è

È un’attestazione dei compensi che gli iscritti hanno percepito, a vario titolo, dalla Fondazione Enasarco nel corso dell’anno solare precedente. Ad esempio: pensioni, liquidazioni Firr, borse di studio.

A cosa serve

È un documento utile ai fini degli adempimenti fiscali; lo riceveranno tutti coloro i quali hanno percepito delle somme dalla Fondazione, che svolge il ruolo di sostituto d’imposta.
Da quest’anno, inoltre, ci sarà una sola certificazione che attesta i differenti importi riscossi.

Come ottenerla

Fondazione Enasarco, al pari di altri enti previdenziali, non spedirà più le copie cartacee nelle case degli iscritti.

A partire dalla fine del mese di febbraio, la certificazione è disponibile nell’area riservata inEnasarconella sezione “Richieste”, alla voce “Archivio documenti”.
Chi non fosse ancora registrato può farlo in qualsiasi momento con pochi e semplici passaggi, da questa pagina.

Come chiedere un duplicato

È possibile comunque ottenere un duplicato cartaceo della certificazione nelle seguenti modalità:

 

contributi inps 2017 per artigiani, commercianti e agenti di commercio

Contributi INPS 2017 per Agenti e Rappresentanti

13 Febbraio 2017 Posted by Articoli, L'angolo del commercialista 0 thoughts on “Contributi INPS 2017 per Agenti e Rappresentanti”

Le aliquote contributive per le pensioni di artigiani e commercianti, per l’anno 2017, sono pari alla misura del 23,64 %

Questo valore è stato raggiunto in quanto dal 1 gennaio 2012, le aliquote contributive pensionistiche di finanziamento e di computo delle gestioni pensionistiche dei lavoratori artigiani e commercianti, iscritti alle gestioni autonome dell’INPS, sono incrementate di 1,3 punti percentuali e successivamente di 0,45 punti percentuali ogni anno fino a raggiungere il livello del 24 %.

Ciò è previsto dall’art. 24, comma 22 del Decreto Legge n. 201 del 6 dicembre 2011, nel testo introdotto dalla legge di conversione 22 dicembre 2011 n. 214, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 300 del 27 dicembre 2011.

 

Ne risulta che:

 

Scaglioni Pertanto le aliquote per il corrente anno risultano come segue:
Agenti in attività di età compresa tra 21 e 65 anni 23,64%
coadiuvanti / coadiutori di età non superiore ai 21 anni

La riduzione contributiva al 20,64% (commercianti) è applicabile fino a tutto il mese in cui il collaboratore interessato compie i 21 anni.

20,64%

 

 

In conseguenza di quanto sopra, il contributo calcolato sul reddito “minimale” risulta così suddiviso:
Agenti di qualunque età e coadiuvanti /coadiutori di età superiore ai 21 anni 3.668,99 (3.661,55

IVS + 7,44 maternità)

coadiuvanti / coadiutori di età non superiore ai 21 anni 3.202,55 (3.195,11

IVS + 7,44 maternità)

 

 

Per i periodi inferiori all’anno solare, il contributo sul “minimale” rapportato a mese risulta pari a:
Agenti di qualunque età e coadiuvanti / coadiutori di età superiore ai 21 anni 306,92 (306,30 IVS

+0,62 maternità)

coadiuvanti / coadiutori di età non superiore ai 21 anni 268,05 (267,43 IVS

+ 0,62 maternità)

 

 

Contribuzione IVS sul reddito eccedente il minimale

 

Il contributo per l’anno 2017 è dovuto sulla totalità dei redditi d’impresa prodotti nel 2017 per la quota eccedente il predetto minimale di €15.548,00 annui.

in base alle citate aliquote e fino al limite della prima fascia di retribuzione annua pensionabile pari, per il corrente anno, all’importo di € 46.123,00.

Per i redditi superiori a € 46.123,00 annui resta confermato l’aumento dell’aliquota di un punto percentuale

 

Le aliquote contributive, pertanto, risultano determinate come segue: Scaglioni
Agenti di qualunque età e coadiuvanti / coadiutori di età superiore ai 21 anni fino a 46.123,00 23,64%
oltre la somma di € 46.123,00 aumento di un punto da 46.123,00 24,64 %
coadiuvanti / coadiutori di età non superiore ai 21 anni fino a 46.123,00 20,64%
oltre la somma di € 46.123,00 aumento di un punto da 46.123,00 21,64%

 

 

Il contributo in argomento – denominato contributo a conguaglio – sommato al contributo sul minimale di reddito di cui al precedente punto 1) deve essere considerato come acconto delle somme dovute sulla totalità dei redditi d’impresa prodotti nel 2017 (si veda in proposito il seguente punto 4)
Agenti con anzianità contributiva al 31 dicembre 1995 18.480,03
Artigiani Commercianti titolari di qualunque età e (46.123,00*23,64 %
coadiuvanti / coadiutori di età superiore ai 21 anni +30.749,00*24,64%)
coadiuvanti / coadiutori di età non superiore ai 21 anni 16.173,87
(46.123,00*20,64%
+30.749,00 *21,64%)

 

 

Lavoratori privi di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995, iscritti con decorrenza gennaio 1996 o successiva.
titolari di qualunque età e coadiuvanti / coadiutori di 24.258,60
età (46.123,00*23,64 %
superiore ai 21 anni +54.201,00*24,64%)
coadiuvanti / coadiutori di età non 21.248,88
superiore ai 21 anni (46.123,00*20,64%
+54.201,00*21,64%)

 

Contribuzione a saldo
il contributo IVS dovuto dagli AGENTI :

 

16/05/17 21/08/17 16/11/17 16/02/18

 

 

 

 

Termini e modalità di versamento
I contributi devono essere versati, come è noto, mediante i modelli di pagamento unificato F24, alle scadenze che seguono:

 

per il versamento delle quattro rate dei contributi dovuti sul minimale di reddito; entro i termini previsti per il pagamento delle imposte sui redditi delle persone fisiche in riferimento ai contributi  dovuti  sulla  quota  di  reddito  eccedente  il minimale, a titolo di saldo 2016, primo acconto 2017 e secondo acconto 2017.

Si ricorda che l’Istituto già dall’anno 2013 non invia più le comunicazioni contenenti i dati e gli importi utili per il pagamento della contribuzione dovuta.

 

Niente deducibilità auto, l’USARCI protesta

9 Febbraio 2017 Posted by Articoli 0 thoughts on “Niente deducibilità auto, l’USARCI protesta”

La lettera aperta del presidente della federazione USARCI, Umberto Mirizzi

Dal presidente USARCI, Umberto Mirizzi, riceviamo e pubblichiamo

[dropcap style=”default, square, or circle”]C[/dropcap]on estremo disappunto e rammarico, USARCI, sindacato degli agenti e rappresentanti di commercio italiani, di cui ho l’onore di essere il presidente, in rappresentanza dei 250.000 agenti, ha dovuto prendere atto che la Categoria è stata esclusa nell’anno 2017, a differenza di quanto invece avvenuto nell’anno 2016, dal beneficio della deducibilità del 140%, per quello che è sostanzialmente il nostro vero bene strumentale: l’autovettura.
In realtà era questo un modo per sanare una grave ingiustizia. Ormai da troppi anni siamo a richiedere che il limite dei vecchi 50 milioni di lire, fermo ormai dal lontano 1997, venga almeno attualizzato Istat.
Oltretutto la stessa norma di legge, cioè l’art. 164 del D.P.R. 22 dicembre 1986 n.917, prevede espressamente la possibilità di adeguare tale valore alla rivalutazione monetaria.
Come da prospetto nel retro della presente, gli attuali € 25.822,84+iva diventerebbero €
35.919,57+iva.
Chiediamo quindi che un importo arrotondato di € 36.000+iva possa ritenersi equo e rappresentare un limite accettabile, tanto più che visto i precedenti, sarebbe probabilmente una somma che rimarrebbe inalterata per tanti futuri anni.
La nostra non è quindi una richiesta di privilegio ma al contrario di sanare un vizio ingiustificato che penalizza una Categoria di operatori economici che intermedia quasi il 70% del PIL italiano, che percorre mediamente 50/60.000 chilometri l’anno e che quindi merita un adeguato rispetto e considerazione.
Con l’auspicio che quanto sottoposto possa essere motivo di attenzione e di un approfondimento in un nostro incontro, porgiamo i migliori saluti.

Il Presidente USARCI
Umberto Mirizzi

Niente deducibilità auto, l'USARCI protesta

8 Febbraio 2017 Posted by Sindacato 0 thoughts on “Niente deducibilità auto, l'USARCI protesta”

La lettera aperta del presidente della federazione USARCI, Umberto Mirizzi

Dal presidente USARCI, Umberto Mirizzi, riceviamo e pubblichiamo

[dropcap style=”default, square, or circle”]C[/dropcap]on estremo disappunto e rammarico, USARCI, sindacato degli agenti e rappresentanti di commercio italiani, di cui ho l’onore di essere il presidente, in rappresentanza dei 250.000 agenti, ha dovuto prendere atto che la Categoria è stata esclusa nell’anno 2017, a differenza di quanto invece avvenuto nell’anno 2016, dal beneficio della deducibilità del 140%, per quello che è sostanzialmente il nostro vero bene strumentale: l’autovettura.
In realtà era questo un modo per sanare una grave ingiustizia. Ormai da troppi anni siamo a richiedere che il limite dei vecchi 50 milioni di lire, fermo ormai dal lontano 1997, venga almeno attualizzato Istat.
Oltretutto la stessa norma di legge, cioè l’art. 164 del D.P.R. 22 dicembre 1986 n.917, prevede espressamente la possibilità di adeguare tale valore alla rivalutazione monetaria.
Come da prospetto nel retro della presente, gli attuali € 25.822,84+iva diventerebbero €
35.919,57+iva.
Chiediamo quindi che un importo arrotondato di € 36.000+iva possa ritenersi equo e rappresentare un limite accettabile, tanto più che visto i precedenti, sarebbe probabilmente una somma che rimarrebbe inalterata per tanti futuri anni.
La nostra non è quindi una richiesta di privilegio ma al contrario di sanare un vizio ingiustificato che penalizza una Categoria di operatori economici che intermedia quasi il 70% del PIL italiano, che percorre mediamente 50/60.000 chilometri l’anno e che quindi merita un adeguato rispetto e considerazione.
Con l’auspicio che quanto sottoposto possa essere motivo di attenzione e di un approfondimento in un nostro incontro, porgiamo i migliori saluti.

Il Presidente USARCI
Umberto Mirizzi

Addio a Gerardo Marotta, con lui Napoli tornò capitale della cultura

27 Gennaio 2017 Posted by Articoli 0 thoughts on “Addio a Gerardo Marotta, con lui Napoli tornò capitale della cultura”

L’associazione USARCI-LANARC si unisce alla comunità scientifica e letteraria internazionale nel ricordare Gerardo Marotta, filosofo napoletano attento e partecipe, scomparso martedì all’età di 89 anni.

Il suo instancabile adoperarsi per approfondire e divulgare sapere e conoscenza ha entusiasmato generazioni di studiosi. Cittadino ed intellettuale, per decenni ha fatto della Cultura la chiave per la comprensione dell’umanità e del pensiero filosofico che la nutre. E’ stato fondatore, presidente e mecenate dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, istituzione culturale riconosciuta ed ammirata a livello internazionale, ed ha trasformato palazzo Serra di Cassano in uno dei centri di diffusione culturale più apprezzato dagli studiosi contemporanei. A Marotta va  il merito di aver rinnovato i fasti della Napoli culla e centro della cultura europea e mondiale. Grazie “avvocato” per aver scritto con inchiostro indelebile più di una pagina della nostra storia.

ENASARCO, le aliquote contributive per il 2017

24 Gennaio 2017 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “ENASARCO, le aliquote contributive per il 2017”

Per il 2017 cambiano le misure delle aliquote contributive previste dal regolamento delle attività istituzionali Enasarco.

Per l’anno corrente il contributo previdenziale sarà al 15,55%. Di questi il 7,775% a carico dell’agente e il 7,775% a carico della mandante. I versamenti previdenziali prevedono un massimale provvigionale annuo. Per i plurimandatari di € 25.000 mentre per i monomandatari di € 37.500.
Inoltre, nell’applicazione dell’aliquota ENASARCO vige il criterio della competenza, quindi nel fatturare le provvigioni di competenza dell’anno 2016 dovrà essere applicata dall’agente l’aliquota del 7,55% anche se la fattura viene emessa nel 2017.
Per le agenzie in società di capitali, srl e spa l’aliquota contributiva rimane al 4% ovvero dell’1% a carico dell’agenzia e del 3% a carico della ditta mandante.

Equitalia, a quota 100mila le cartelle rottamate

18 Gennaio 2017 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Equitalia, a quota 100mila le cartelle rottamate”

A due mesi dall’avvio dell’iniziativa facciamo il punto della situazione, riepilogando le novità emerse con la pubblicazione della legge 225 del 1/12/2016.

Con la rottamazione delle cartelle esattoriali i debitori potranno estinguere il debito senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora ma effettuando solo il pagamento, anche dilazionato, delle somme affidate all’agente della riscossione.

Rottamazione cartelle esattoriali: le novità della legge 225

  • E’ possibile richiedere la rottamazione di tutti i carichi affidati agli enti di riscossione dal 2000 al 2016.
  • Potranno essere rottamate anche le somme che sono state affidate ad Equitalia entro il 31 dicembre 2016 ma che ancora non risultino notificate (è possibile verificarle sul portale Equitalia).
  • La sanatoria riguarda anche le sanzioni inflitte ai professionisti per le violazioni tributarie.
  • Rientrano in questa categoria sanzioni tipo quelle relative: all’omessa o tardiva trasmissione della dichiarazione; all’infedeltà della certificazione tributaria da parte del professionista; all’infedeltà dei dati trasmessi all’amministrazione per gli studi di settore.
  • Per quanto riguarda le multe stradali, si può estinguere il debito senza pagare gli interessi di mora e le maggiorazioni.
  • Può fare domanda anche chi ha già iniziato a pagare pagando il debito residuo sul capitale, ma non potendo recuperare gli interessi e le sanzioni già pagate.
  • Per aderire è necessaria la rinuncia ad eventuali procedimenti aperti davanti alle commissioni tributarie relative alle cartelle che sta versando.

Sono escluse dall’agevolazione:

  • le multe, le ammende e le sanzioni pecuniarie dovute a causa di provvedimenti penali di condanna.
  • i crediti derivanti da condanne della Corte dei Conti.
  • le somme riguardanti aiuti di Stato o imposte riscosse all’importazione.

Rottamazione cartelle esattoriali: termini per fare domanda

Il termine per fare domanda è il 31 marzo. Nei due mesi successivi, quindi entro il 31 maggio, Equitalia invierà una comunicazione per indicare la somma dovuta insieme ai bollettini con le date di scadenza dei pagamenti
Rottamazione cartelle esattoriali: la rateizzazione
La scadenza della rata unica è fissata a luglio 2017, chi invece opta per la rateizzazione (massimo 5 rate) il termine ultimo per il pagamento dell’ultima rata è settembre 2018 anche se il 70% della somma dovuta dovrà essere pagata entro il 2017.

Da quando è partita la rottamazione delle cartelle esattoriali di Equitalia, più o meno due mesi fa, le adesioni sono già arrivate a quota 100 mila, grazie all’ampia portata della normativa.

La ripresa italiana continua grazie agli USA

20 Dicembre 2016 Posted by Economia 0 thoughts on “La ripresa italiana continua grazie agli USA”

«In Italia l’aumento del Pil registrato nel terzo trimestre è caratterizzato dal miglioramento del valore aggiunto nel settore manifatturiero e dalla ripresa degli investimenti». Lo sostiene l’Istat nella nota di dicembre 2016. Secondo l’istituto nazione di statistica si va delineando «una prospettiva di stabilizzazione del ritmo di crescita dell’economia». A trainare la ripresa italiana contribuisce l’economia statunitense che «continua a crescere a ritmi più sostenuti rispetto all’area euro».

Il PIL è positivo. Il suo andamento è in linea con i valori registrati da due anni a questa parte. Secondo gli ultimi dati pubblicati da ISTAT, relativi al secondo trimestre del 2016, è allo 0,6%.

Lo spread si posiziona sotto i 160 punti base. Il suo andamento è piuttosto regolare, nonostante abbia fatto registrare nell’ultimo anno una crescita di circa 50 punti e un picco di 188 punti il 24 novembre.

Anche il tasso di disoccupazione è sostanzialmente invariato rispetto a un anno fa. Nell’ultima rilevazione di ottobre era al 11,6%. Una media alta a livello europeo. Il dato nasconde in sé profonde disuguaglianze tra generi e fasce d’età, a danno soprattutto delle giovani donne.

Quanto all’inflazione, va detto che a novembre è stata registrata una lieve ripresa. Crescono i prezzi dei servizi. Anzitutto «i Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (+0,7%, la variazione era nulla a ottobre). Crescono anche quelli dei Servizi relativi ai trasporti (+0,9, da +0,6% di ottobre). Tra i beni, contribuiscono al ritorno in territorio positivo dell’inflazione sia i prezzi dei Beni energetici non regolamentati (+0,3%, da -0,9% di ottobre) sia quelli degli Alimentari non lavorati (+0,2%, da -0,4%), bilanciati però dal rallentamento dei prezzi dei Beni durevoli (+0,2%, da +0,6%).

Pertanto, il differenziale inflazionistico tra servizi e beni si amplia rispetto a ottobre 2016, portandosi a 0,9 punti percentuali, con i prezzi dei beni che fanno registrare una flessione pari a -0,4% come quella di ottobre, mentre il tasso di crescita dei prezzi dei servizi sale a +0,5, da +0,1% del mese precedente». In conclusione i principali indicatori economici confermano una crescita stabile ma lenta. Quella del PIL vale pochi decimali. Lo spread, stazionario ma più alto dell’anno scorso. La disoccupazione ancora troppo alta. I prezzi ancora troppo bassi.

 

Accesso al credito e risanamento dei debiti, martedì convegno alla LANARC

10 Novembre 2016 Posted by Articoli 0 thoughts on “Accesso al credito e risanamento dei debiti, martedì convegno alla LANARC”

Sviluppo aziendale, accesso al credito e risanamento dei debiti. Questi i temi del convegno, organizzato dalla USARCI-LANARC, che si svolgerà martedì 15 novembre alle ore 17:00 presso la sede dell’associazione in piazza Garibaldi 49.

Saranno presentati alcuni servizi finanziari erogati da aziende partner, in particolare:

° Agevolazioni fino al 20% per l’acquisto di impianti e attrezzature.
° Credito agevolato e Garanzia Confidi.
° Possibilità di estinguere i debiti senza more e sovrattasse.

Per ulteriori informazioni scrivere a lanarcusarci@virgilio.it

Agenti, la Cassazione: legittimo chiedere estratto provvigioni alla mandante

10 Novembre 2016 Posted by Articoli, L'avvocato risponde 0 thoughts on “Agenti, la Cassazione: legittimo chiedere estratto provvigioni alla mandante”

Con la sentenza n.19319 del 29/9/2016 la Sezione lavoro della Cassazione ha finalmente recepito integralmente quanto previsto dall’art. 1749 del c.c. e dall’art. 12 comma 2 della direttiva Europea 86/653

Secondo questa sentenza “l’agente commerciale ha il diritto di esigere che gli siano fornite tutte le informazioni, in particolare un estratto dei libri contabili, a disposizione del preponente, necessarie per verificare l’importo delle provvigioni che gli sono dovute”

Ciò configura per la mandante un vero e proprio obbligo di fornire tutti i documenti e tutte le informazioni necessarie all’agente per ricostruire con precisione il proprio avere, mentre per l’agente il diritto di accedere ai libri contabili della mandante, necessari per poter calcolare le indennità di fine rapporto oltre che delle provvigioni di sua competenza, il tutto nell’esercizio del rapporto secondo i principi di lealtà e buona fede previsti dall’art. 1749 c.c.

Auto, la proposta FENYCI per la Opel Astra 1.6 Sports Tourer

28 Ottobre 2016 Posted by Articoli, Convenzioni 0 thoughts on “Auto, la proposta FENYCI per la Opel Astra 1.6 Sports Tourer”

Opel Astra 1.6 Sports Tourer da 326,00 euro al mese

La Cooperativa FENYCI offre la possibilità di noleggiare la Opel Astra Sports Tourer 1.6, 95 cv, cambio manuale e allestimento business a condizioni molto vantaggiose.

Un esempio? Per un noleggio di 24 mesi con 20.000 km all’anno inclusi la rata è di 326,00 euro al mese. L’offerta è soggetta ad un numero limitato di veicoli ed è valida fino al 30 ottobre 2016. Non è previsto alcun anticipo. I prezzi si intendono IVA esclusa. Le automobili saranno consegnabili dal mese di novembre.

Cosa aspetti? Per conoscere tutti i dettagli, tempi e formule di noleggio, clicca QUI e consulta la pagina dedicata all’offerta sul sito FENYCI.IT

Agenti di Commercio, a Napoli ripartono i servizi Patronato e CAF

20 Ottobre 2016 Posted by Articoli 0 thoughts on “Agenti di Commercio, a Napoli ripartono i servizi Patronato e CAF”

Da quest’anno la USARCI-LANARC eroga i servizi di Patronato e CAF

L’associazione Napoletana agenti di commercio offre ai suoi iscritti e ai loro parenti la possibilità di usufruire di un’assistenza gratuita in materia di:

  • Pensioni (vecchiaia, sociale, anzianità, reversibilità);
  • Indennità di malattia e maternità;
  • Trattamenti di disoccupazione ordinaria o ridotta;
  • Estratti contributivi e calcolo pensioni;
  • Modelli 730, RED, ISEE, ICRIC, ICLAV

Per informazioni a appuntamenti è possibile telefonare ai recapiti indicati nella pagina CONTATTI.

grafica iscrizione 2017 USARCI-LANARC

Nuovi tesserati, la USARCI-LANARC taglia i costi

13 Ottobre 2016 Posted by Articoli 0 thoughts on “Nuovi tesserati, la USARCI-LANARC taglia i costi”

L’ Associazione Napoletana Agenti di Commercio, USARCI-LANARC, offre ai nuovi tesserati l’iscrizione a costi ribassati.

Per celebrare l’apertura della nuova sede di Piazza Garibaldi, la USARCI-LANARC offre a chi si iscrive per la prima volta, dal 17 ottobre al 31 dicembre 2016, la tessera 2017 a un costo di 100 euro. In questo modo, con un risparmio di 80 euro sui costi ordinari, si avrà la possibilità di usufruire dei benefici della tessera per più di 12 mesi.

Prepensionamento, 500 euro mensili per gli agenti di commercio

20 Settembre 2016 Posted by Articoli 0 thoughts on “Prepensionamento, 500 euro mensili per gli agenti di commercio”

La Legge di Stabilità 2014 ha reintrodotto l’indennizzo di 500 euro mensili per la cessazione anticipata dell’attività commerciale. Per richiederlo c’è tempo fino al 31 dicembre 2016

Ne hanno diritto coloro i quali hanno cessato l’attività a partire dal 1° gennaio 2009, oppure lo faranno entro al 31 dicembre 2016. Altri requisiti sono l’aver 62 anni, per gli uomini, e 57 anni per le donne. La USARCI-LANARC mette a disposizione la segreteria e il suo portale notizie per ulteriori informazioni.

 

Caro libri, arriva il contributo ENASARCO

20 Settembre 2016 Posted by Articoli 0 thoughts on “Caro libri, arriva il contributo ENASARCO”

Preoccupati per il caro libri? Niente paura, da quest’anno la Fondazione Enasarco offre una nuova prestazione integrativa per gli agenti che hanno figli in età scolare

L’importo della prestazione è di 100 euro, da spendere per l’acquisto di testi scolastici per l’anno 2016/2017,  per le scuole secondarie di primo e secondo grado. Il termine per richiedere il contributo è il 16 ottobre 2016.

La USARCI-LANARC ricorda che “il contributo può essere richiesto e ritirato presso la segreteria dell’associazione in piazza Garibaldi 49“. Inoltre ribadisce che “l’associazione rimarrà a disposizione degli iscritti edi tutti gli agenti di commercio per ulteriori chiarimenti e per assistenza nella fase di compilazione della domanda”.

Agenti di Commercio, fissato l’open day LANARC

8 Settembre 2016 Posted by Articoli 0 thoughts on “Agenti di Commercio, fissato l’open day LANARC”

Sei un agente di commercio e hai bisogno di informazioni?

La USARCI-LANARC aprirà le porte della sua sede per consentire agli operatori del settore di ottenere informazioni di carattere legale, fiscale e previdenziale.

L’appuntamento è per il giorno 22 settembre, nella sede dell’associazione in piazza Garibaldi 49, dove si effetueranno consulenze legali, fiscali e previdenziali gratuite.

Per affrontare le problematiche relative al lavoro o, più semplicemente, per fugare dubbi e formulare domande, i consulenti della LANARC riceveranno il pubblico dalle ore 10,00 alle ore 16,00.

Terremoto, assistenza USARCI gratuita per gli agenti di commerico

2 Settembre 2016 Posted by Articoli 0 thoughts on “Terremoto, assistenza USARCI gratuita per gli agenti di commerico”

L’USARCI scende in campo a supporto degli agenti di commercio residenti nelle zone sconvolte dal sisma.

La Federazione Nazionale agenti e rappresentanti di commercio, infatti, in collaborazione con i sindacati territoriali del Centro Italia, offre a tutti gli agenti e rappresentanti, residenti nei comuni del cratere sismico, l’iscrizione gratuita all’associazione sindacale per gli anni 2016 e 2017, con i relativi servizi inerenti a tutte le pratiche Enasarco, oltre che alla assistenza sindacale.

Con quest’atto di solidarietà, la federazione USARCI e le sedi territoriali del sindacato hanno voluto manifestare la vicinanza agli agenti residenti ad Accumoli, Amatrice e Arquata del Tronto, e agli altri comuni maggiormente colpiti dalla dallo sciame sismico iniziato il 24 agosto e non ancora concluso.

Scopo dell’iniziativa è appunto quello di agevolare, per quanto possibile, la ripresa delle attività lavorative degli agenti residenti nei luoghi della sciagura. A loro è rivolta la solidarietà e il cordoglio di tutta la categoria degli agenti di commercio.

Crescita lenta, pesa instabilità politica internazionale

19 Luglio 2016 Posted by Articoli 0 thoughts on “Crescita lenta, pesa instabilità politica internazionale”

Luca Clemente

«Prosegue la fase di crescita moderata dell’economia italiana sostenuta dal miglioramento dei ritmi produttivi dell’attività manifatturiera e dai primi segnali di ripresa delle costruzioni». L’ultima nota mensile dell’ISTAT, relativa a giugno e pubblicata il 5 luglio, descrive una situazione economica in lieve crescita, trainata «dal recupero della redditività delle imprese e da un aumento dell’occupazione».

Tuttavia in questo contesto «segnali meno favorevoli provengono dai consumi, dal clima di fiducia delle famiglie e dalle imprese dei servizi». Ciò, secondo l’istituto nazionale di statistica, potrebbe comportare un «rallentamento nel ritmo di crescita dell’attività economica nel breve termine».

pilSu base annua, i dati definitivi relativi del 2015, pubblicati il 27 giugno 2016, ci consegnano un Paese in crescita. A trainarlo, ancora una volta, le regioni del Nord-Ovest, ma è il Sud a far registrare le performances più interessanti. Il Mezzogiorno, con un +1%, «registra il primo recupero del Pil dopo sette anni di cali ininterrotti. La crescita del valore aggiunto è considerevole nel comparto agricolo (+7,3%), ma incrementi di un certo rilievo si osservano anche in quello del commercio, pubblici esercizi, trasporti, telecomunicazioni (+2,6%) e nelle costruzioni (+1,4%)». «L’industria in senso stretto segna invece una variazione quasi nulla, mentre il settore dei servizi finanziari, immobiliari e professionali è l’unico a presentare un calo (-0,6%)».

SPREAD gen-lug 2016Lo spread negli ultimi tre mesi è peggiorato stabilizzandosi intorno ai 130 punti base. Ad influire negativamente sul differenziale tra i BTP italiani e i Bund tedeschi sono state le incertezze dei mercati influenzati anzitutto dalla Brexit, e poi dalla minaccia del terrorismo internazionale.

Nel 2015 si registrano progressi anche sul piano dell’occupazione. Essa, misurata in termini di numero di occupati, è cresciuta, dello 0,6%.tassodisoccupazione Anche in questo ambito le performance migliori appartengono al Sud. Secondo ISTAT «a livello territoriale, l’aumento maggiore si osserva nelle regioni del Mezzogiorno (+1,5%), seguite da quelle del Nord-Ovest e del Centro (in entrambe +0,5%), mentre il Nord-est segna un calo dello 0,5%».

Per quanto riguarda i prezzi, a giugno l’ISTAT rileva che «l’inflazione acquisita per il 2016 è pari a -0,2% (era -0,3% a maggio), ma c’è da dire che le dinamiche deflazionistiche di prezzi «sono da attribuire all’ampio calo dei prezzi dei Beni energetici (-7,5% rispetto a giugno 2015), sebbene meno intenso di quello registrato a maggio.prezzialconsumo Al netto di questi beni l’inflazione, anche se in lieve ridimensionamento, resta positiva e pari a +0,4% (era +0,5% a maggio)».

 

Gadget di cioccolato, “laranluna” ricerca agenti

13 Luglio 2016 Posted by Articoli, Ricerca agenti 0 thoughts on “Gadget di cioccolato, “laranluna” ricerca agenti”

Azienda produttrice di tavolette di cioccolato contenenti messaggi creativi ricerca agenti commerciali potenzialmente interessati a importare e distribuirne i prodotti.

Si tratta di barrette al cioccolato appositamente realizzate e contenenti messaggi creativi in modo che possano essere offerti come regali, gadget etc.

Sito visitabile: www.laranluna.com

Inviare curriculum a:

m.cozzolino@eurosportello.na.camcom.it

lanarcusarci@virgilio.it

assemblea annuale 2016 USARCI-LANARC

Giovedì 30 giugno si svolgerà l’assemblea annuale LANARC

10 Giugno 2016 Posted by Articoli 0 thoughts on “Giovedì 30 giugno si svolgerà l’assemblea annuale LANARC”

Dopo un altro anno di attività è giunto il tempo dei bilanci. Giovedì 30 giugno 2016 alle ore 15,00 si terrà l’assemblea annuale della USARCI-LANARC, l’associzione napoletana degli agenti di commercio.

Sarà un’occasione utile a tutti gli agenti, sia quelli iscritti sia quelli non iscritti, per incontrarsi, confrontarsi, e discutere  sulle attività e le iniziative messe in campo dall’associazione

ORDINE DEL GIORNO

  1. Relazione del Presidente;
  2. Rendiconto Consuntivo 2015 e Bilancio Preventivo 2016 – 2017. Relazione del Tesoriere;
  3. Discussione e votazione di cui al punto 2);
  4. Varie ed eventuali.

Saranno presenti i consulenti fiscali e legali.

A norma dell’Art.10 dello Statuto l’Assemblea elettiva è costituita da tutti i soci che risultano iscritti nel libro dei soci almeno trenta giorni prima ed in regola con le quote associative.

E’ ammessa a norma dell’Art.10  la delega scritta ad altro socio. Ciascun socio non potrà rappresentare all’Assemblea più di tre soci oltre la sua persona.

                                                                                                           Il Presidente 

                                                                                                                                                    Luciano Falgiano    

***

TESTO PER LA DELEGA DA INOLTRARE ALL’ASSOCIAZIONE

***

Io sottoscritto/a ________________________________________________

Delego il/la signor/a___________________________________ a rappresentarmi all’Assemblea Generale Ordinaria del 30.06.2016

Firma

Arredi per ufficio, Manerba SpA ricerca agenti

26 Aprile 2016 Posted by Articoli, Ricerca agenti 0 thoughts on “Arredi per ufficio, Manerba SpA ricerca agenti”

Si offre iniziale fisso mensile e relative provvigioni, corso di formazione, supporto operativo e di marketing, iscrizione ENASARCO  a mezzo azienda

Manerba SpA è una storica azienda italiana che si dedica, dal 1969, alla progettazione e allo sviluppo d’arredi per ufficio e pareti divisorie di design.

Cerchiamo agenti di commercio monomandatari per la zona di Napoli.

I/le candidati/e ideali, con età preferibilmente compresa tra i 20 e i 55 anni dovranno possedere i seguenti requisiti:

Esperienza di vendita di beni preferibilmente nel settore dell’arredo ufficio.

Forte motivazione e determinazione.

Ottime doti comunicative e relazionali.

Capacità di lavorare per obiettivi.

Auto propria.

Offriamo:

Iniziale fisso mensile e relative provvigioni.

Corso di formazione.

Costante supporto operativo e di marketing.

Iscrizione ENASARCO  a mezzo Azienda.

Per ulteriori informazioni potete consultare il sito www.manerbaspa.com

ENASARCO, i risultati delle votazioni

18 Aprile 2016 Posted by Articoli, Sindacato 2 thoughts on “ENASARCO, i risultati delle votazioni”

Insieme per ENASARCO è la prima lista con oltre 13mila voti e 21 delegati

Luigi Doppietto, vicepresidente Nazionale Usarci e Vicepresidente Lanarc, tra i delegati eletti in Campania

Da circa quattro giorni si è conclusa la prima tornata elettorale per il rinnovo dei vertici ENASARCO. E stata la prima volta, in settanta anni di vita di Enasarco, che gli iscritti all’ente di previdenza hanno avuto la possibilità di scegliere i delegati preposti ad eleggere il CdA Enasarco. Si è trattato di una tornata elettorale lunga ed impegnativa, che ha visto primeggiare la lista “Insieme per Enasarco”.
Hanno partecipato al voto oltre 25.000 agenti. Ecco l’estratto dei dati ufficiali:

Liste Voti Delegati
Insieme per Enasarco (Usarci, Fnaarc, Fiarc, Fisascat, Anasf) 13.556 21
Adesso Basta (Ugl – Federagenti) 8.645 14
Per Enasarco il tuo Welfare (Uiltucs – UIL) 2.545 4
Cgil (Filcams – CGIL) 702 1

Insieme per ENASARCO, costituita dalle sigle Usarci, Fnaarc, Fiarc, Fisascat, Anasf,  è stata dunque la prima lista con oltre 13mila voti e 21 delegati.

Plauso per il risultato ottenuto è stato espresso dal Segretazio Nazionale USARCI, Antonello Marzolla.
“Il 40% in più della seconda lista dice che la categoria è con noi. Ora però è il momento della responsabilità, di mettere in pratica tutto ciò che abbiamo proposto nel nostro programma senza precluderci ad eventuali accordi che possano dare maggior forza o vigore all’unico scopo  che l’Usarci si prefigge, ovvero l’interesse della categoria”.

Va segnalato in Campania l’ingresso fra i delegati di Luigi Doppietto (Vicepresidente Nazionale Usarci e Vicepresidente Lanarc) e, a livello nazionale, di altri quattro esponenti del Direttivo Usarci. La nota negativa di questa tornata elettorale riguarda invece l’elevato astensionismo.

Enasarco, le sfide del nuovo CdA

5 Aprile 2016 Posted by Articoli 0 thoughts on “Enasarco, le sfide del nuovo CdA”

In questi giorni, per la prima volta, noi agenti avremo la possibilità di eleggere tra i nostri colleghi chi ci dovrà rappresentare all’interno di ENASARCO. Infatti i delegati che siamo chiamati a scegliere dovranno a loro volta eleggere il nuovo CdA dell’Ente. È un momento storico di infinita importanza e spero vivamente che tutti gli agenti sappiano interpretarlo nella giusta misura esprimendo il proprio voto così come sollecitato da più parti.

È un momento molto particolare, caratterizzato da molti cambiamenti che hanno inciso profondamente sul ruolo di degli agenti: la crisi economica generale, la crescita delle vendite online, ed anche il nuovo ruolo di rappresentanza in seno all’ENASARCO. Tuttavia gli agenti hanno dimostrato di essere all’altezza della situazione, e hanno contribuito a fare in modo che l’Ente di previdenza rimanesse vivo e vegeto, assicurando le pensioni a chi ha lasciato il testimone avendo raggiunto l’età pensionabile. Ed è proprio su questo punto che desidero fare una riflessione che ho maturato dopo aver partecipato ad un recente fiera a Milano.

Molte aziende hanno eliminato la loro rete vendita in Italia concentrando ogni sforzo sui mercati esteri, dove hanno trovato, secondo loro, più serietà nel rispettare gli impegni presi, maggiore soddisfazione nel ricevere pieno riconoscimento per i prodotti di qualità, senza dover sottostare ad una perversa guerra al ribasso e soprattutto senza dover rincorre nessuno per recuperare i propri soldi. È chiaro che se questo andazzo dovesse avere il sopravvento, potremmo trovarci di fronte ad un nuovo scenario dove le fonti contributive per le casse dell’Ente verrebbero a diminuire sensibilmente stravolgendo ogni attuale previsione. Auspico che il prossimo CdA sia molto attento su questi nuovi scenari, e che si intensifichino rapporti tra istituzioni, affinché anche in questo Paese si scrivano delle leggi efficaci per una seria e rapida tutela del credito. Semplificare le misure per l’accesso al credito, ad esempio, presso le banche, e le procedure per la riscossione dei crediti nei confronti dei debitori, mi sembrano degli obbiettivi prioritari su cui la nostra categoria dovrebbe concentrarsi.

 

Enasarco, il decalogo del voto

21 Marzo 2016 Posted by Articoli 2 thoughts on “Enasarco, il decalogo del voto”

Si avvicina l’appuntamento elettorale per il rinnovo dei vertici ENASARCO.

Per agevolare le operazioni di voto la USARCI-LANARC mette a disposizione degli associati e degli iscritti ENASARCO il seguente decalogo eplicativo:

illustrazione voto

MODALITA’ DI VOTO IN 10 PASSAGGI:

  1. L’elettore grazie al certificato elettorale apre l’urna elettorale.
  2. Nell’urna elettorale indica il proprio numero di cellulare.
  3. Sul cellulare riceve un codice PIN di sei cifre.
  4. Il PIN di sei cifre va riportato sull’urna in un apposito campo. In un altro campo della stessa schermata bisogna indicare il numero di matricola (per gli agenti) o di posizione (per le aziende).
  5. L’elettore deve confermare la propria identità con un’assunzione di responsabilità.
  6. Voto: ogni elettore può scegliere una sola lista.
  7. Per esprimere un voto bisogna cliccare sul simbolo o sul nome della lista e poi dare conferma con un click sul tasto “Vota”.
  8. Non è possibile votare scheda bianca.
  9. Non è possibile annullare la scheda.
  10. Dopo aver espresso il voto, l’elettore riceve un messaggio con una ricevuta dell’operazione appena conclusa.

 

 

ENASARCO, agenti in campo per eleggere i nuovi vertici

12 Marzo 2016 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “ENASARCO, agenti in campo per eleggere i nuovi vertici”

Entra nel vivo la campagna elettorale per il rinnovo dei vertici ENASARCO.

4Oltre cento tra agenti di commercio e imprenditori hanno partecipato all’incontro di presentazione dei candidati campani per la lista “Insieme per Enasarco”, tenutosi ieri a Napoli presso l’aula magna di Eccellenze Campane.

Obbiettivo della lista “Insieme per Enasarco” è proprio quello promuovere la presenza di agenti di commercio in quella che sarà la compagine degli organi direttivi di ENASARCO. Si tratta di una opportunità da non perdere per tutti gli iscritti alla cassa di previdenza ENASARCO, i quali per la prima volta avranno la possibilità di esprimere in prima persona la loro preferenza. In precedenza, infatti, il CDA e la presidenza della fondazione erano espressione diretta delle sigle sindacali.

I candidati campani, Luigi Doppietto, Vittorio Mori e Pasquale Rotella hanno dunque fatto appello agli agenti in platea affinché colgano questa opportunità adempiendo al voto e incoraggiando i colleghi a fare altrettanto. «La Fondazione ENASARCO è patrimonio anzitutto degli agenti di commercio» hanno affermato. «Essi fanno registrare circa 300mila posizioni contributive attive, circa i tre quarti del totale, mentre la restante parte riguarda le ditte mandanti». «Solo con una forte presenza della nostra categoria potremo far valere in tutte le sedi, anche quelle governative, le iniziative necessarie al miglioramento delle nostre condizioni di lavoro» hanno aggiunto.

Le elezioni per il rinnovo dei vertici ENASARCO si svolgeranno dall’1 al 14 aprile. Questa prima tornata elettorale porterà alla nomina dei delegati. Essi dovranno decidere la composizione del Consiglio di Amministrazione che, infine, eleggerà il Presidente.

All’incontro di ieri hanno partecipato: Adalberto Corsi, Presidente FNAARC; Umberto Mirizzi; Presidente USARCI; Fabio D’Onofrio, Coordinatore Nazionale FIARC; Silvio Iacomino, Coordinamento regionale ANASF; Luciano Falgiano, Presidente della USARCI-LANARC.

ENASARCO, agenti in campo per eleggere i nuovi vertici

12 Marzo 2016 Posted by Articoli 0 thoughts on “ENASARCO, agenti in campo per eleggere i nuovi vertici”

Entra nel vivo la campagna elettorale per il rinnovo dei vertici ENASARCO.

4Oltre cento tra agenti di commercio e imprenditori hanno partecipato all’incontro di presentazione dei candidati campani per la lista “Insieme per Enasarco”, tenutosi ieri a Napoli presso l’aula magna di Eccellenze Campane.

Obbiettivo della lista “Insieme per Enasarco” è proprio quello promuovere la presenza di agenti di commercio in quella che sarà la compagine degli organi direttivi di ENASARCO. Si tratta di una opportunità da non perdere per tutti gli iscritti alla cassa di previdenza ENASARCO, i quali per la prima volta avranno la possibilità di esprimere in prima persona la loro preferenza. In precedenza, infatti, il CDA e la presidenza della fondazione erano espressione diretta delle sigle sindacali.

I candidati campani, Luigi Doppietto, Vittorio Mori e Pasquale Rotella hanno dunque fatto appello agli agenti in platea affinché colgano questa opportunità adempiendo al voto e incoraggiando i colleghi a fare altrettanto. «La Fondazione ENASARCO è patrimonio anzitutto degli agenti di commercio» hanno affermato. «Essi fanno registrare circa 300mila posizioni contributive attive, circa i tre quarti del totale, mentre la restante parte riguarda le ditte mandanti». «Solo con una forte presenza della nostra categoria potremo far valere in tutte le sedi, anche quelle governative, le iniziative necessarie al miglioramento delle nostre condizioni di lavoro» hanno aggiunto.

Le elezioni per il rinnovo dei vertici ENASARCO si svolgeranno dall’1 al 14 aprile. Questa prima tornata elettorale porterà alla nomina dei delegati. Essi dovranno decidere la composizione del Consiglio di Amministrazione che, infine, eleggerà il Presidente.

All’incontro di ieri hanno partecipato: Adalberto Corsi, Presidente FNAARC; Umberto Mirizzi; Presidente USARCI; Fabio D’Onofrio, Coordinatore Nazionale FIARC; Silvio Iacomino, Coordinamento regionale ANASF; Luciano Falgiano, Presidente della USARCI-LANARC.

Elezioni ENASARCO, incontro con i candidati di “Insieme per ENASARCO”

10 Marzo 2016 Posted by Articoli 3 thoughts on “Elezioni ENASARCO, incontro con i candidati di “Insieme per ENASARCO””

I rappresentanti della lista “Insieme per ENASARCO” incontrano imprenditori e agenti di commercio in occasione delle imminenti elezioni ENASARCO.

L’incontro si terrà domani, venerdì 11 marzo 2016 alle ore 15, presso Eccellenze Campane in via Brin 69.

Interverranno esponenti delle principali associazioni di categoria: Adalberto Corsi, Presidente FNAARC; Umberto Mirizzi; Presidente USARCI; Fabio D’Onofrio, Coordinatore Nazionale FIARC; Silvio Iacomino, Coordinamento regionale ANASF.

Il rinnovo dei vertici ENASARCO avverrà ad aprile. Coinvolgerà tutti gli iscritti alla cassa di previdenza, che amministra circa 300mila posizioni di agenti e di 100mila ditte mandanti.

Elezioni ENASARCO, varata la coalizione “Insieme per ENASARCO”

12 Febbraio 2016 Posted by Articoli 0 thoughts on “Elezioni ENASARCO, varata la coalizione “Insieme per ENASARCO””

Insieme per Enasarco è la grande coalizione che riunisce le principali rappresentanze degli agenti di commercio e delle ditte mandanti.

“Insieme per Enasarco” è formata con due liste: in rappresentanza degli agenti “Agenti per Enasarco”, e delle case mandanti “Imprese per Enasarco”.

Sono 40 i candidati per l’elezione della lista “Agenti per Enasarco” sulla quale convergono le maggiori organizzazioni di categoria di agenti e promotori: Fnaarc, Usarci, Fiarc, Anasf, FISASCAT-Cisl. Candidati provenienti da ogni parte d’Italia: Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto, Emilia Romagna, Liguria, Toscana, Marche, Lazio, Abruzzo, Puglia, Calabria, Campania, Sicilia, Sardegna.

“Imprese per Enasarco” vede invece l’appoggio di Confindustria, Confcommercio, Confesercenti e Confcooperative per l’elezione di 20 candidati imprenditori che provengono da Lombardia, Veneto, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Puglia e Basilicata.

Le liste che appoggiano “Insieme per Enasarco” – sia agenti sia case mandanti – si caratterizzano non solo per la diffusione territoriale, ma anche per la varietà delle attività imprenditoriali e professionali rappresentate.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare le seguenti schede:

  1. Programma #insiemeperenasarco

  2. Come e quando si vota

  3. Simulazione di voto

Enasarco, le nuove aliquote contributive

20 Gennaio 2016 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Enasarco, le nuove aliquote contributive”

Cambiano, con il nuovo anno, le misure delle aliquote contributive previste dal regolamento delle attività istituzionali Enasarco.

Per l’anno corrente il contributo previdenziale, a carico dei preponenti e degli agenti dovuto in misura paritetica, sarà pari al 15,10% (12,50% previdenza e 2,60% solidarietà)

Per le imprese preponenti che si avvalgono di agenti operanti in forma di società di capitali il contributo 2016 seguirà i seguenti scaglioni:

Fino ad € 13.000.000

  • aliquota 4% (di cui 1% a carico agente).

Da € 13.000.001 ad € 20.000.000

  • aliquota 2% (di cui 0,50% a carico agente).

Da € 20.000.001 ad € 26.000.000

  • aliquota 1% (di cui 0,25% a carico agente).

Oltre 26.000.000

  • aliquota 0,5% (di cui 0,2% a carico agente).

Anche i requisiti per accedere alle prestazione pensionistica di vecchiaia variano:

  • Uomini: età minima 65 Anzianità contributiva minima 20 Quota 90
  • Donne: età minima 63 Anzianità contributiva minima 20 Quota 86

Lavoro, ISTAT: più opportunità e stabilità

11 Gennaio 2016 Posted by Articoli, Economia 0 thoughts on “Lavoro, ISTAT: più opportunità e stabilità”

I principali indicatori economici elaborati da ISTAT ci consegnano un quadro economico in sostanziale ripresa

«Prosegue l’evoluzione moderatamente positiva dell’economia italiana, seppur in presenza di andamenti eterogenei tra i settori». Lo sostiene l’Istat nella nota di dicembre 2015. Secondo l’istituto nazione di statistica «segnali favorevoli giungono dalla manifattura, mentre le costruzioni mantengono un’intonazione negativa».

Anche gli altri indicatori economici confermano questa tendenza. Lo spread continua a scendere. Le quotazioni oscillano costantemente intorno ai 100 punti base.

spread a tre mesi

Prosegue la crescita occupazionale, seppur in maniera discontinua. Essa è senza dubbio frutto delle politiche del lavoro varate dal Governo, basate sulla fiscalità di vantaggio per i contratti a tempo interminato. Il Job Act, pur non avendo ancora sanato la piaga della disoccupazione e del lavoro nero, ha contribuito a rendere più stabili migliaia posti di lavoro.

I più recenti dati sulla disoccupazione, relativi a novembre 2015, fanno registrare un abbassamento dell’1,6% (-48 mila); il calo riguarda uomini, donne e le persone con meno di 50 anni. «Il tasso di disoccupazione, in calo da luglio, diminuisce ancora nell’ultimo mese di 0,2 punti percentuali arrivando all’11,3%».

tassodisoccupazione

Intanto il Pil continua a crescere. Secondo le ultime rilevazioni Istat, relative al secondo trimestre del 2015, si attesta allo 0,7%, «in aumento dello 0,2% rispetto al trimestre precedente e dello 0,5% nel confronto con il secondo trimestre del 2014».

pil

Quanto ai prezzi va costatato che «nel mese di dicembre 2015, secondo le stime preliminari, essi sono stazionari (fig. 3). A dicembre l'”inflazione di fondo” scende a +0,6% (da +0,7% del mese precedente); al netto dei soli beni energetici si attesta a +0,7% (da +0,8% di novembre)».

prezzialconsumo

Dunque la lettura dei dati elaborati dall’Istat favorisce una previsione ottimistica sull’economia italiana. In estrema sintesi secondo ISTAT «nonostante la fase di debolezza del commercio mondiale, e il lieve rallentamento della crescita occupazionale in Italia, si prevede una prosecuzione dell’espansione dell’attività economica anche nei prossimi mesi».

Accessori, Elasteel ricerca agenti per nuovo bracciale in acciaio elastico

3 Dicembre 2015 Posted by Ricerca agenti 0 thoughts on “Accessori, Elasteel ricerca agenti per nuovo bracciale in acciaio elastico”

Venice Group srl, con sede a Vicenza, sta realizzando un nuovo prodotto con marchio Elasteel. Si tratta di un bracciale in acciaio elastico unico al mondo, disponibile in diversi colori e finiture (vedi sito www.elasteel.net).

Il prodotto è pronto e completo di espositore, packaging, brochures ed assistenza/garanzia, cerca solo agenti disponibili e affidabili.

Prezzi al pubblico 49€ e 59€ a seconda della finitura.

Le provvigioni per l’agente e le modalità di pagamento saranno concordate in sede di colloquio.

Auto, ammortamento sale al 140%

26 Novembre 2015 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Auto, ammortamento sale al 140%”

Novità in arrivo per i 210mila agenti e rappresentanti di commercio italiani nella Legge di Stabilità 2016.

L’ammortamento per l’acquisto dell’autovettura passa dal 100% al 140%. A beneficiare della misura, contenuta nella Legge di Stabilità 2016, sarano gli agenti di commercio per i quali l’autovettura è considerata un bene strumentale.

“Il super-ammortamento è una misura una tantum che vuole spingere gli agenti di commercio a fare investimenti – ha commentato Maurizio Bernardo, Presidente della Commissione Finanze della Camera – e credo sarà assai utile all’atto del pagamento della prima rata di una nuova autovettura. Posso anche anticipare che il Parlamento sta rivedendo le norme relative al pagamento dell’Irap per gli agenti e rappresentanti di commercio privi di autonoma organizzazione”.

Riguardo all’Irap gli agenti di commercio italiani possono già beneficiare delle deduzioni forfettarie Irap inserite nella Legge di Stabilità 2016, e valide per tutti gli imprenditori: i lavoratori autonomi con base imponibile pari o inferiore a 180.759,00 euro avranno una deduzione forfettaria di 8 mila euro.

Open Day, consulenze legali e fiscali gratuite

26 Novembre 2015 Posted by Articoli 0 thoughts on “Open Day, consulenze legali e fiscali gratuite”

Il giorno 3 dicembre nella sede LANARC del Centro Direzionale si terrà una giornata di consulenze legali e fiscali gratuite per tutti gli agenti di commercio

Per affrontare le problematiche relative al lavoro o, più semplicemente, per fugare dubbi e formulare domande, i consulenti della LANARC, sia del settore penale sia del settore fiscale, il giorno 3 dicembre dalle ore 11,00 alle ore 16,00 offriranno consulenze gratuite per fare chiarezza su: 

– Questioni contrattuali

– Previdenziali

– Fiscali

Per la prenotazione clicca qui o chiama allo 0817613541

Commissariata la Camera di Commercio di Napoli

6 Novembre 2015 Posted by Articoli 0 thoughts on “Commissariata la Camera di Commercio di Napoli”

Decorsi i termini di legge per il rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Napoli, il Governatore De Luca nomina la dirigente Maria Salerno

Il Presidente della Giunta Regionale, Vincenzo De Luca, ha adottato il decreto con il quale si scioglie il Consiglio della Camera di Commercio di Napoli e si procede alla nomina del commissario.

Preso atto del decorso del termine di legge senza che sia stato portato a compimento il procedimento per il rinnovo del Consiglio della Camera di commercio di Napoli e preso atto della decadenza dello stesso organo ai sensi di legge, il Presidente della Giunta regionale ha nominato il commissario straordinario nella persona del dirigente regionale dott.ssa Maria Salerno. La dirigente, che ha già ricoperto diversi incarichi e che attualmente è alla Direzione Risorse Finanziarie, fino all’insediamento del nuovo Consiglio camerale assicurerà l’espletamento delle funzioni di legge e il compimento delle procedure di rinnovo dell’organo stesso.

Il commissariamento, adottato in conformità del parere del Ministero dello Sviluppo economico e di analogo parere reso dall’Avvocatura regionale, che hanno escluso ulteriori ipotesi di prorogatio degli organi, si è reso necessario per evitare vacatio di potere ai sensi di legge, in quanto, nei sei mesi successivi alla scadenza del quinquennio del Consiglio camerale, avvenuta il 5 maggio 2015, il procedimento di rinnovo, nonostante i solleciti della Regione, non sono stati portati a compimento.

In caso di  ritardo o inadempimento dell’Ente regionale, il Ministero dello sviluppo economico avrebbe potuto, ai sensi di legge, provvedere allo scioglimento del Consiglio per decadenza, per mancata ricostituzione degli organi nei termini previsti.

Auto, convenzione Ford, Hyundai, Peugeot per i soci LANARC

20 Ottobre 2015 Posted by Articoli 0 thoughts on “Auto, convenzione Ford, Hyundai, Peugeot per i soci LANARC”

Da ottobre i soci USARCI-LANARC potranno beneficiare di una particolare scontistica per il noleggio  auto.

Si tratta di alcuni modelli di successo della case automobilistiche Ford, Hyundai, Peugeot. Ecco alcuni esempi:

convezione-lanarc-auto

Ricerca agenti, opportunità nel settore tempo libero e divertimento

20 Ottobre 2015 Posted by Ricerca agenti 0 thoughts on “Ricerca agenti, opportunità nel settore tempo libero e divertimento”

Cerchiamo commerciali motivati e introdotti nel settore tempo libero e divertimento, per la promozione di un nuovo prodotto. Provvigioni di sicuro interesse. Inviare curriculum con foto per un primo contatto.

 

Info 3398810548

Ricerca agenti, opportunità nel settore tempo libero e divertimento

20 Ottobre 2015 Posted by Ricerca agenti 0 thoughts on “Ricerca agenti, opportunità nel settore tempo libero e divertimento”

Cerchiamo commerciali motivati e introdotti nel settore tempo libero e divertimento, per la promozione di un nuovo prodotto. Provvigioni di sicuro interesse. Inviare curriculum con foto per un primo contatto.

 

Info 3398810548

Auto, convenzione Ford, Hyundai, Peugeot per i soci LANARC

20 Ottobre 2015 Posted by Convenzioni 0 thoughts on “Auto, convenzione Ford, Hyundai, Peugeot per i soci LANARC”

Da ottobre i soci USARCI-LANARC potranno beneficiare di una particolare scontistica per il noleggio  auto.

Si tratta di alcuni modelli di successo della case automobilistiche Ford, Hyundai, Peugeot. Ecco alcuni esempi:

convezione-lanarc-auto

Come scegliere l’amministratore di condominio

17 Ottobre 2015 Posted by Articoli 0 thoughts on “Come scegliere l’amministratore di condominio”

E’ opinione comune che l’amministratore sia il responsabile delle avversità che affliggono il condominio, ma spesso la colpa è proprio dei condomini.

Le cronache spesso evidenziano situazioni e notizie non certo gratificanti per chi svolge la professione di amministratore di condominio. Spetta anzitutto ai condomini scegliere un professionista serio e affidabile.

La figura dell’amministratore, infatti va scelta con estrema serietà e serenità. L’amministrazione di un condominio non può e non deve essere più scelta sulla scorta del tempo libero o della simpatia. Affidare un immobile ad una persona merita una valutazione ponderata.

Sovente, nelle assemblee condominiali, nella valutazione dei curriculm dei candidati si tende a leggere solo l’importo dell’onorario. Il prezzo più basso spesso la spunta sulla nomina. Ma in questo caso val la pena ricordare il proverbio napoletano “il risparmio non è mai un guadagno”.

La nuova normativa, art. 71 bis, ha introdotto una serie di requisiti per poter esercitare:

  • avere il godimento dei diritti civili
  • non essere stati condannati per delitti contro la pubblica amministrazione, l’ amministrazione della giustizia, la fede pubblica, il patrimonio, ecc.
  • non essere stati sottoposti a misure di prevenzione divenute definitive, salvo che non sia intervenuta la riabilitazione
  • interdetti o inabilitati
  • non essere iscritti nell’elenco dei protesti cambiari
  • aver conseguito il diploma di scuola secondaria di secondo grado
  • che hanno frequentato un corso di formazione iniziale e svolgono attività di formazione periodica in materia di amministrazione condominiale

I requisiti delle lettere f) e g) non sono necessari qualora l’amministratore sia nominato tra i condomini dello stabile.

I requisiti del titolo di studio e del corso di formazione non sono richiesti nel caso di amministratore che ha svolto l’attività di amministratore di condominio per almeno un anno nell’arco dei tre anni precedenti alla data di entrata in vigore della presente disposizione.

Possono svolgere la funzione di amministratore anche le società e gli studi associati.

Altro requisito importante, ma poco conosciuto, è l’obbligo di partecipare a corsi di aggiornamento annuale, ai sensi dell’art. 5 del DM 140/14, della durata di 15 ore.

Sono, inoltre , previste precise ipotesi considerate di gravi irregolarità per cui è possibile richiedere la revoca dell’amministratore (ma questo argomento sarà analizzato prossimamente).

Non credo di dire cose infondate se ipotizzo che molti di voi lettori non conoscono l’obbligo di tali corsi di aggiornamento (non mi scandalizzo se anche alcuni colleghi non partecipano a tali corsi).

Senza generare una caccia alle streghe, sarebbe interessante chiedere al vostro amministratore se è in possesso dell’attestato del corso di aggiornamento. Provate.

Come si può vedere l’amministratore deve essere valutato e scelto alla stregua di un professionista con la P maiuscola.

Molti sono più attenti alla data di scadenza di una scatoletta di tonno, trascurando che la scatoletta chiamata CASA vale moltissimo di più e merita molta più attenzione di quanto gli dedichiamo.

L’amministratore deve essere un Professionista a 360 gradi.

Deve avere conoscenza di giurisprudenza, contabilità, fisco, conoscere le norme che regolano i rapporti con gli Enti e consentitemi anche un pizzico di psicologia.

Anche per questo motivo è importantissimo capire a quale associazione di categoria è eventualmente iscritto.

Sul mercato ci sono associazioni che sono iscritte nei registri del Ministero della Giustizia (pertanto riconosciute ai sensi della normativa del dlgs n. 206 del 09/11/2007 art. 26) ed altre che non hanno tale riconoscimento, per cui vendono un “prodotto” ma non offrono una formazione costante del professionista.

Questo è anche un invito ai colleghi che vogliono fare un salto di qualità.

Nessuno può e potrà pretendere che un amministratore sia contemporaneamente avvocato, commercialista, psicologo ecc., ma evitare gli sprovveduti o i tuttologi è già un primo passo importante per rispettare e tutelare la vostra proprietà.

Consentitemi anche di spezzare una lancia in favore della categoria: è vero che ci sono molti che mortificano questa professione, ma è anche vero che in tanti sono bollati di scarsa serietà senza meritarlo. Non esiste nessuna professione o lavoro in cui sono tutti scarsi o sono tutti bravi. Ognuno di noi ha il pizzaiolo, il salumiere, il medico, l’avvocato di riferimento perché lo ritiene preparato e ha fiducia in lui.

Analoga attenzione mettiamola anche nella scelta di chi amministra il nostro fabbricato. Lasciamo da parte i vincoli di familiarità, di amicizia o il prezzo molto basso. Affidatevi a chi merita e vale.

 

Lo spread a 100 punti, (de)merito dei tedeschi

13 Ottobre 2015 Posted by Economia 0 thoughts on “Lo spread a 100 punti, (de)merito dei tedeschi”

«L’economia italiana si rafforza». Lo sostiene l’Istat nella nota economica di settembre. Secondo l’istituto di statistica «nella manifattura e nei servizi proseguono i segnali di ripresa mentre anche gli andamenti dei consumi e del mercato del lavoro appaiono favorevoli».

Lo spread è appena sopra i 100 punti, 110 per la precisiospread  ne. E secondo gli economisti scenderà a 90 punti nelle prossime settimane. Questo dato supera le più rosee previsioni, soprattutto se paragonato ai livelli raggiunti dal differenziale tra i BTP italiani e i BUND tedeschi all’inizio del governo Monti.

Ma è ancora presto per cantare vittoria. La discesa dello spread dipende, oltre che una leggera ripresa dell’economia italiana, anche dal rallentamento della locomotiva tedesca, colpita in maniera significativa dallo scandalo diesel gate.pil

Per avere maggiori dettagli circa il livello di prosperità del nostro paese, questa volta conviene far riferimento ai dati Istat relativi al tasso di disoccupazione, perché maggiormente indicativi dello stato di benessere della popolazione.

Ebbene, le più recenti stime dell’Istituto di statistica, relative ad agosto, ci consegnano un tasso di disoccupazione a 11,9% in graduale miglioramento rispetto ai mesi precedenti. Anche i dati diffusi in queste ore dall’INPS fotografano una situazione in miglioramento. Secondo la cassa previdenziale «nei primi otto mesi dell’anno sono stati 790mila i rapporti di lavoro a tempo indeterminato instaurati», soprattutto grazie alla fruizione dell’esonero contributivo.

Intanto il Pil continua a crescere. Secondo le ultime rilevazioni Istat, relative al secondo trimestre del 2015 «il prodotto interno lordo è aumentato dello 0,2% rispetto al trimestre precedente e dello 0,5% nel confronto con il secondo trimestre del 2014».prezzialconsumo

Quanto ai prezzi (fig. 3) va registrato un moderato aumento. Istat rileva che «al netto degli alimentari non lavorati e dei beni energetici, l’inflazione di fondo” sale allo 0,8% (era +0,7% ad agosto); al netto dei soli beni energetici si porta allo 0,9% (da +0,8% del mese precedente)».

Insomma, questa volta tutto lascia sperare in un’evoluzione positiva per l’economia anche nei prossimi mesi. Si tratterà comunque di un moderato miglioramento perché il quadro macroeconomico è comunque influenzato dal rallentamento del commercio mondiale.

 

Monomandatari “impiegati”? Non ci sono evidenze

9 Ottobre 2015 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Monomandatari “impiegati”? Non ci sono evidenze”

Enasarco, Boco: sono 14mila, il 25% del totale, gli agenti con un solo titolare e basso reddito.

Per Brunetto Boco, presidente ENASARCO, non esiste un problema dei “falsi monomandatari”. La smentita è arrivata il giorno 8 ottobre nel corso di un’audizione in commissione Attività produttive alla Camera, dove si è esaminata la risoluzione che accende il faro sulla clausola del monomandato, come possibile strumento di elusione degli obblighi derivanti dal lavoro dipendente, chiesta a gran voce dall’USARCI.

Secondo il presidente di Enasarco “mancano gli indizi”.

“Non ci sono evidenze di falsi agenti di commercio sotto cui si nasconderebbero lavoratori dipendenti”, ha ribadito Boco nel corso della sua audizione. “Nel corso degli ultimi anni durante le visite ispettive non sono mai emersi fatti concreti di elusione del lavoro subordinato sotto forma di contratto di agenzia”.

“Dalle ispezioni condotte invece – sottolinea – sono quasi sempre emerse elusioni del contratto di agenzia sotto forme contrattuali atipiche e, in particolare, sotto forma di procacciamento d’affari”.
Insomma per Boco, pur se “non si può escludere un uso distorto o illegittimo di questa clausola per fini elusivi di
disposizione di legge”, alla Fondazione “non risultano indizi di un uso significativo del monomandato per nascondere rapporti di lavoro subordinato”.

Nel corso del suo intervento, Boco ha inoltre specificato che gli agenti di commercio con un solo titolare e un portafoglio leggero sono la minoranza rispetto al totale.

Secondo i dati elaborati della cassa di previdenza degli agenti di commercio, sono circa 14mila i monomandatari sotto i 18 mila euro annui di reddito. Circa il 25% degli agenti monomandatari, la cui platea ammonta complessivamente a 70mila unità. Non pochi, dunque. “I loro redditi si collocano per lo più nella fascia medio-alta” (oltre 25 mila euro annui di reddito), ha spiegato il presidente di Enasarco. Per completezza d’informazione va ricordato che gli agenti di commercio, sia monomandatari che plurimandatari, sono in Italia oltre 240mila.

La pubblicazione dei dati relativi agli agenti monomandatari è stata chiesta da più parti, anzitutto dalla USARCI, al fine di accendere un faro sulla clausola del monomandato come possibile strumento di elusione degli obblighi derivanti dal lavoro dipendente.

 

 

ENASARCO, agenti al voto per il rinnovo delle cariche

15 Settembre 2015 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “ENASARCO, agenti al voto per il rinnovo delle cariche”

Per la prima volta gli iscritti ENASARCO saranno chiamati a scegliere i nuovi organi di vertice della cassa di previdenza

Il Consiglio di amministrazione della Fondazione Enasarco, infatti, sulla base del nuovo Statuto e del nuovo Regolamento elettorale, ha deliberato l’indizione delle elezioni per la costituzione dell’Assemblea dei delegati. Le votazioni si svolgeranno nel periodo da venerdì 1° aprile 2016 a giovedì 14 aprile 2016. Dureranno quattordici giorni, dalle ore 9.00 alle ore 18.00 nei giorni dal lunedì al venerdì e dalle ore 9.00 alle ore 20.00 nei giorni di sabato e domenica, secondo quanto previsto dal Regolamento elettorale.

Sul sito della Fondazione sono già pubblicati Statuto e Regolamento. Nei prossimi giorni e nelle prossime settimane saranno via via pubblicati tutti gli avvisi e i documenti esplicativi relativi alle diverse fasi e ai diversi passaggi del procedimento elettorale.

L’Assemblea dei delegati, una volta costituita, eleggerà il nuovo Consiglio di amministrazione della Fondazione. «Stiamo realizzando compiutamente – dichiara il Presidente Brunetto Boco – quella svolta storica che l’attuale Consiglio ha perseguito fin dall’inizio del suo insediamento. L’obiettivo di una governance più rappresentativa, perché eletta direttamente dalla base degli iscritti alla Fondazione, è a portata di mano. Così come è in via di compiuta realizzazione la valorizzazione più efficace e efficiente del patrimonio della Cassa».

Auto, nuova convenzione per i soci USARCI-LANARC

14 Settembre 2015 Posted by Convenzioni 0 thoughts on “Auto, nuova convenzione per i soci USARCI-LANARC”

Da settembre i soci USARCI-LANARC potranno beneficiare di una particolare scontistica per il noleggio  auto.

Si tratta di alcuni modelli di successo della case automobilistiche Renault, BMW, Peugeot. Ecco alcuni esempi:

 

  Anticipo Canone finanziario Canone servizi Canone mensile Anticipo carburante Franchigia km Extra per 100 km Rimborso per 100 km
Renault Megane 1,5 dci

3° Serie

 

0,00 265,33 188,33 453,56 0,00 20000 6,00 3,00
BMW 318d

3° Serie

0,00 378,24 241,26 619,50 0,00 20000 10,00 5,00
Peugeot 308 1.6   e-hdi

2° Serie

0,00 261,00 191,43 452,43 0,00 20000 6,00 3,00

 

Per maggiori informazioni contatta la nostra segreteria allo 0817613541.

Napoli tra sogno e realtà

2 Settembre 2015 Posted by Articoli 0 thoughts on “Napoli tra sogno e realtà”

Il regista teatrale Dino Basile celebra la città di Napoli e le sue contraddizioni

PORTICI. Si esibiranno attori, ballerini e cantanti per lo spettacolo teatrale, ideato e diretto dal regista Dino Basile, che andrà in scena a Portici, presso villa Savonarola, il 12 e 13 settembre alle ore 20.

I biglietti saranno distribuiti al costo simbolico di 2 euro.

Per info e prenotazioni: 081471738 – 3924964579.

La delega condominiale

9 Luglio 2015 Posted by Articoli 0 thoughts on “La delega condominiale”

Si nota, da un po’ di tempo, un certo disinteresse o addirittura fastidio alla partecipazione alle assemblee condominiali.

La fantozziana immagine dei condomini armati di elmetto e bastoni è sicuramente un’esasperazione del clima che si vive, ma alla base di ogni esasperazione vi è sempre una virgola di verità. Partecipare a un’assemblea non è certamente un momento di relax, anzi, e la conseguente disaffezione viene di solito colmata con la delega.

La delega deve avere forma scritta e chiunque può essere delegato (unica eccezione è l’amministratore come vedremo in seguito).

Fino al varo della legge n. 220/2012 si notava un’incetta di deleghe al fine di raggiungere i quorum deliberativi. Molto spesso alcuni condomini o l’amministratore stesso erano portatori di un numero sensibile di deleghe che, di fatto, indirizzava, nel bene e/o nel male le decisioni.

Alla data odierna esistono dei limiti a tale organizzazione.

L’art. 67 disp. att. c.c. commi 3, 4 e 5 recita che in un condominio con più di venti condomini, nessuno può rappresentare più di 1/5 dei condomini e del valore proporzionale.

Quindi in un ipotetico condominio di 21 soggetti, nessuno potrà avere più di 4 deleghe che superino più di 200 millesimi).

Inoltre, altra novità introdotta dalla legge 220/2012, l’amministratore non può avere deleghe.

In caso di violazione è possibile impugnare la delibera ai sensi dell’art. 1137 c.c.

Tale normativa non è derogabile da un regolamento condominiale (vedasi art. 71 dd.aa. c.c.), ma ciò che è possibile ipotizzare una norma ancora più stringente (cioè un regolamento contrattuale che limiti maggiormente il numero di deleghe).

Lo spirito è sicuramente quello di evitare un accentramento di potere nelle mani di un solo o pochi soggetti. L’idea è sicuramente degna di nota, ma nella realtà è di scarsa efficacia.

Nulla vieta all’amministratore o al condomino “rastrellatore” di girare la delega ad altro soggetto, anche esterno (si pensi ad un amico, ad un collaboratore, ecc.) eludendo di fatto il limite.

Occorre subito precisare che chi è delegato non può a sua volta delegare, ma una delega in bianco (senza il nome del delegato) non è così rara da vedere, oppure si “consiglia” al condomino chi delegare. Le riflessioni su tali stili etici sono molteplici! Cosa accade in quei condomini con meno di 20 condomini?

Tranne il limite di non poter delegare l’amministratore, nulla è cambiato rispetto al passato. L’assemblea potrebbe approvare una clausola in cui si adottano i dettami dell’art. 67 dd.aa.

E’ sufficiente il voto favorevole della maggioranza dei partecipanti che rappresentino almeno la metà del valore millesimale dell’edificio (vedasi art. 1138 c.c.).

A molti sfugge un aspetto importantissimo della delega. Conferire delega a qualcuno significa obbligarsi in proprio nei confronti del condominio e delle decisioni che vengono adottate.

La delega è un atto molto serio della vita condominiale, in quanto si trasferisce il proprio potere decisionale nelle mani di un’altra persona. Occorre avere grande fiducia in chi si delega, ma soprattutto occorre capire se questi ha una onestà intellettuale anche nel non votare o anche votare contrario se pensa che una decisione possa danneggiare, nell’immediato o nel futuro, il proprio rappresentato.

Partecipare all’assemblea non è un obbligo, ma un diritto. Il consiglio è quello di partecipare sempre alla vita condominiale, perché in assemblea si decide anche del proprio portafoglio e della propria casa. Nessuno più di noi stessi ha a cuore i propri sacrifici.

 

L’Italia e la crisi della Grecia

9 Luglio 2015 Posted by Articoli, Economia 0 thoughts on “L’Italia e la crisi della Grecia”

L’Italia sembra sia riuscita a risalire il crinale, ma a pesare sul quadro macroeconomico questa volta è il clima d’incertezza causato dalla crisi in Grecia.

Infatti nel Belpaese la ripresa economica prosegue. Lo sostiene l’ISTAT nella nota mensile sull’andamento dell’economia italiana relativa a giugno e pubblicata il 3 luglio. Dunque ancora una buona notizia per le finanze pubbliche, sebbene «le informazioni provenienti dai settori produttivi indichino una intensità più contenuta rispetto al primo trimestre del 2015».

immagine 1

immagine 1

Anche «il mercato del lavoro mostra i primi segnali positivi dal lato della domanda anche se non rafforzati dalle indicazioni sull’offerta di lavoro». Inoltre «si conferma la riduzione delle spinte deflative cui seguirebbe in autunno una moderata ripresa dei prezzi».

I cugini ellenici, reduci dall’importante tornata referendaria, che si è conclusa con la vittoria del fronte del “no” in merito all’accettazione degli aiuti proposto dai creditori internazionali in cambio di un rigido piano di rientro, e quindi con la legittimazione della politica anti austerity di Syriza e del governo Tsipras, saranno ora impegnati a elaborare e a proporre nuovi programmi per uscire dall’impasse.

In ogni caso le sorti italiane saranno pesantemente influenzate da quelle greche. Ma non per l’esposizione economica di Roma nei confronti di Atene, che tra prestiti diretti e partecipazione ai meccanismi di salvaguardia europei è di 35,9 miliardi di euro, come ha precisato nei giorni scorsi dal ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan. Del resto anche «il rischio per la finanza privata è poco significativo», come ha confermato il presidente Abi, Antonio Patuelli, ricordando che l’esposizione delle banche italiane è pari a circa 1 miliardo di euro.

Immagine 2

Immagine 2

A spaventare è invece l’instabilità politica dell’eurozona che sta avendo ripercussioni notevoli sul mercato dei capitali, in particolare a Piazza Affari, che sta perdendo terreno, e sullo spread, passato in tre mesi da 120 a 160 punti base (fig. 1).

Gli altri indicatori, come anticipato, promettono bene. Secondo gli ultimi dati ufficiali, il PIL nel primo trimestre del 2015 è aumentato dello 0,3% rispetto al trimestre precedente. La variazione acquisita per il 2015 è pari a +0,2%. (fig. 2).

L’inflazione è in risalita, rientrando nell’alveo della graduale crescita (fig. 3). Secondo gli ultimi dati ufficiali diffusi da ISTAT, nel mese di maggio 2015 l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, aumenta dello 0,1% sia rispetto al mese precedente sia nei confronti di maggio 2014 (la stima preliminare era +0,2%), con un’inversione della tendenza annua (era -0,1% ad aprile). L’inflazione acquisita per il 2015 è pari a +0,1% (era nulla ad aprile).

immagine 3

immagine 3

Sostanzialmente stazionario l’andamento dei dati sul lavoro. Come riporta ISTAT nella nota provvisoria relativa a maggio e pubblicata il 30 giugno, «dopo l’aumento del mese di aprile (+0,6%), a maggio 2015 gli occupati diminuiscono dello 0,3% (-63 mila) rispetto al mese precedente. Il tasso di occupazione, pari al 55,9%, cala nell’ultimo mese di 0,1 punti percentuali. Rispetto a maggio 2014, l’occupazione cresce dello 0,3% (+60 mila) e il tasso di occupazione di 0,3 punti».

«Il numero di disoccupati rimane sostanzialmente invariato su base mensile. Dopo la crecita registrata a febbraio e a marzo e il calo di aprile, a maggio il tasso di disoccupazione resta invariato rispetto al mese precedente al 12,4%. Nei dodici mesi il numero di disoccupati è diminuito dell’1,8% (-59 mila) e il tasso di disoccupazione di 0,2 punti percentuali».

«Il numero di individui inattivi tra i 15 e i 64 anni aumenta nell’ultimo mese (+0,3%, pari a +36 mila), dopo il calo dei quattro mesi precedenti. Il tasso di inattività, pari al 36,0%, aumenta di 0,1 punti percentuali. Su base annua gli inattivi diminuiscono dello 0,9% (-135 mila) e il tasso di inattività di 0,2 punti».Immagine 4

«Rispetto ai tre mesi precedenti, nel periodo marzo-maggio 2015 il tasso di occupazione risulta in crescita (+0,1 punti percentuali). A fronte di un calo del tasso di inattività (-0,2 punti) il tasso di disoccupazione aumenta (+0,1 punti)».

 

La redditività e il punto di equilibrio

9 Luglio 2015 Posted by Articoli, L'angolo del commercialista 0 thoughts on “La redditività e il punto di equilibrio”

Ogni operatore economico nelle sue decisioni deve fondare le sue scelte su elementi razionali, su dei numeri, su elementi quantitativi e non certamente su presupposti di carattere qualitativo.

Per le proprie scelte l’agenzia, come una qualsiasi altra impresa commerciale, ha bisogno di collocare il processo operativo in un ben determinato schema conoscitivo. All’agente di commercio nell’attuale realtà economica non basta più “saper vendere” un prodotto o un servizio ma deve avere altre conoscenze di carattere manageriale. Si rende, pertanto necessaria la divulgazione di argomenti di carattere tecnico-economico che possano essere di ausilio nella gestione dell’azienda che svolge attività di agenzia.

Vogliamo occuparci in questa sede, sia pure in maniera semplice, di uno strumento che consente di individuare il livello del volume delle provvigioni che bisogna raggiungere per entrare nella zona della redditività positiva ovvero nell’area dei profitti. Ci riferiamo alla conoscenza del cosiddetto “punto di pareggio” o com’è indicato nella letteratura anglosassone il “break even point” (BEP). Tale volume delle provvigioni determina la soglia di convenienza a operare da parte dell’agenzia e aiuta a definire le strategie e approfondire le alternative per accrescere la redditività.

Ogni azienda, anche minima, ha una sua struttura economica rappresentata da costi e ricavi. I costi sono collegati, nel continuo processo gestionale, all’acquisizione di fattori produttivi rappresentati essenzialmente da capitali, lavoro e servizi vari. Tutte le volte che l’agenzia operativamente entra in contatto con il “mercato d’acquisto” per procurarsi i fattori produttivi necessari per lo svolgimento della propria attività gestionale sostiene dei costi.

A ogni fattore produttivo corrisponde un COSTO. Così all’acquisizione di un fattore produttivo appartenente alla categoria dei “capitali”, come l’autovettura o le attrezzature di ufficio (mobili e arredi, computer, fax ecc.), corrisponde un costo che, come vedremo, va economicamente ripartito per tutti gli esercizi amministrativi in cui il bene rilascia la sua utilità attraverso la procedura dell’ammortamento. E ancora a fronte dell’acquisizione dei suddetti beni strumentali nel caso di pagamento dilazionato del relativo importo può verificarsi il sorgere di un costo rappresentato dagli interessi passivi. Ancor più immediato è il concetto di costo legato all’acquisizione del fattore lavoro (rappresentato dal personale dipendente dell’agenzia) relativo a retribuzione “immediata” (stipendio) e relativi oneri contributivi e assistenziali o “differita” come la quota di Trattamento di fine rapporto (TFR) dell’anno.

Vi sono poi costi per l’acquisizione di altri fattori produttivi rappresentati da “servizi” come canoni di locazione energia, telefoniche, cancelleria, manutenzione ed esercizio dell’auto, eventuali provvigioni a sub agenti, pubblicità e così via. Un particolare (e poco gradito costo) è rappresentato dal prelievo dello Stato a titolo di “imposta”.

Tutte le spese dell’agenzia, in questa sede sono semplicemente adombrate, nella loro totalità vanno a formare la struttura dei costi aziendali i quali sono opportunamente elencati, una volta riferiti a un certo periodo, nella parte di sinistra (la prima in cui si scrive) di un apposito prospetto detto “Conto economico” che convenzionalmente (senza alcun’altra motivazione) è chiamata sezione “DARE”.

Ai costi sostenuti dall’agenzia si contrappongono le espressioni monetarie dei servizi forniti da quest’ultima a favore della preponente nell’attività caratteristica della sua gestione rappresentata dalla promozione delle vendite. Più in particolare le provvigioni conseguite a fronte dell’attività svolta con l’ausilio dei fattori produttivi accennati costituiscono i RICAVI.

Nel convenzionale schema rappresentato dal Conto Economico a sezioni contrapposte i ricavi si collocano, appunto per contrapposizione, nella sezione di destra.

Dal confronto di costi e ricavi di un certo periodo e quindi dalla differenza tra i due elementi nasce il risultato economico detto “reddito” denominato “utile” (ricavi > costi) o “perdita” (costi > ricavi). Una suddivisione dei costi importante per i fini che qui ci prefiggiamo è quella relativa a costi “fissi” e costi “variabili” a seconda che gli stessi non cambiano (entro certi limiti) o variano nella loro entità (proporzionalmente, meno o più che proporzionalmente) a seconda del volume di attività e di volume di affari. Esempio di costo fisso che riguarda la struttura organizzativa è quello rappresentato dal costo di un collaboratore dipendente dell’agenzia (es. impiegato amministrativo), dalle quote di ammortamento (relativamente ad un certo bene e per la durata del relativo utilizzo) dai canoni di locazione per l’ufficio, dai canoni di leasing, dalla pubblicità, dagli interessi passivi per finanziamento, dalla spesa di numerosi servizi acquisiti (tra cui energia elettrica, telefono, ecc.). Questi costi sono slegati dal volume del fatturato per provvigioni.

Sono, sempre a titolo di esempio, variabili i costi per le provvigioni a sub-agenti o altri collaboratori remunerati a percentuale sulle vendite (se cresce il volume delle vendite sulle quali sono calcolate le provvigioni per l’agenzia, cresce anche l’importo che su tali vendite va a essi riconosciuto).

Tanto premesso, va evidenziato che il “punto di pareggio” è il volume di fatturato minimo che garantisce la copertura di tutti i costi ovvero il punto in corrispondenza del quale i costi eguagliano i ricavi, per cui non si hanno né utili né perdite (reddito zero). Sopra tale punto avremo il conseguimento di utili; al di sotto affrontiamo delle perdite.

Analiticamente il “fatturato di pareggio” è determinato attraverso alcuni semplici passaggi, fissando i seguenti valori:

 

A= Ricavi (fatturato)
B= Costi fissi
C= costi variabili
D= % costi variabili
E= 1- D = 1- %costi variabili
Punto Pareggio = B/E

 

Esempio

Consideriamo il conto economico dell’agenzia relativo a un certo periodo e analizziamo la struttura dei costi rispetto al volume dei ricavi.

A = Ricavi (fatturato provvigioni) = € 120.000,00

 

B = Costi fissi:

  • Spese dipendente amministrativo (stipendio, contributi, TFR)
  • Ammortamenti e/o leasing beni strumentali
  • Utilizzo locali ufficio (fitto, condominio, riscaldamento)
  • Spese auto (assicurazione e tassa possesso)
  • Telefono (canone fisso)
  • Energia elettrica
  • Pubblicazioni
  • Diritto CCIAA
  • Tenuta contabilità e consulenza
  • Quota iscrizione Usarci
  • Contributi INPS ed Enasarco (quota parte)
  • Altri costi fissi

Totale: € 43.200,00

 

  1. C) Costi variabili
  • Compensi a collaboratori commerciali
  • Spese esercizio auto (carburanti, lubrificanti, manutenzione e riparazione, pedaggi etc.)
  • Spese viaggio, alberghi e ristoranti
  • Telefono (quota gestione), fax, internet
  • Cancelleria
  • Postali
  • INPS ed Enasarco (quota parte)
  • Altri costi variabili tra cui imposte sul reddito

Totale: € 50.400,00

 

CONTO   ECONOMICO
DARE AVERE
COSTI: 93.600,00 RICAVI 120.000,00
UTILE: 26.400,00
UTILE: 120.000,00 TOTALE A PAREGGIO: 120.000,00

 

Per il calcolo del punto di pareggio avremo:

A = 120.000,00

B=   43.200,00

C=     50.400,00

 

D= 50.400 / 120,000,00 = 0,42

E= 1-0,42 = 0,58 (corrispondente a 58%)

BEP (Break even point) = 43.200,00 / 0,58 = 74,482,00.

 

A un volume di ricavi per provvigioni di euro 74.482,00 rispetto ai costi fissi di 43.200,00 e a quelli variabili di euro 31.282,00 (74.482,00 *0,42) per un totale di costi di euro 74.482,00 non vi è, appunto, né utile, né perdita.

Per evitare di cadere in perdita il volume del fatturato per la struttura economica ipotizzata il fatturato non deve scendere sotto tale livello per non registrare delle perdite.

Nella situazione reale ipotizzata di ricavi superiori a tale limite, € 120.000,00 e costi totali per 93.600 (43.200,00 + 50.400,00) ci troviamo invece in un’area di redditività positiva con un utile di euro 26.400,00 come sopra rappresentato.

Il Break Even Point è individuato anche graficamente con il cosiddetto “prophitgraf” o grafico del profitto.

Il calcolo del BEP è usato per alcune analisi valutative come vedremo in un prossimo articolo.

 

Persona fisica o giuridica, quali rischi per gli agenti?

9 Luglio 2015 Posted by Articoli, L'avvocato risponde 0 thoughts on “Persona fisica o giuridica, quali rischi per gli agenti?”

Sono sempre più frequenti i casi in cui gli agenti, senza la preventiva autorizzazione della preponente, decidano nel corso del rapporto di lavoro, di trasformare il proprio status da persona fisica a persona giuridica.

Ciò avviene sovente con finalità economico-fiscali e senza che si abbia una effettiva consapevolezza di quali siano le conseguenze ed i rischi insiti in una simile trasformazione.

In effetti, la modifica dell’agenzia, e dunque non solo l’ipotesi precedentemente annoverata ma anche un eventuale cambiamento del tipo di società o ancora l’inserimento o l’uscita di un nuovo socio dalla stessa, può avere ripercussioni anche molto gravi sulla vita lavorativa dell’agente.

Innanzitutto, bisogna considerare che essendo il contratto di agenzia un negozio giuridico basato sulla fiducia personale, c.d. “intuitu personae”, è sufficiente che un solo componente della società entri o esca da quest’ultima per conferire alla mandante il potere di recedere immediatamente dal rapporto per fatto e colpa imputabile all’agente, esonerandola così dall’obbligo di procedere alla corresponsione delle indennità dovute.

Stesso discorso vale in caso di mutamento (effettuato senza la preventiva autorizzazione della preponente) da agente persona fisica a società.

La mandante potrebbe, a sua discrezione, risolvere il contratto senza riconoscere all’agente alcuna indennità di fine rapporto ad eccezione del Firr accantonato, oppure, e ciò non sembra essere un’alternativa migliore, stipulare un nuovo accordo intestato alla società con conseguente perdita da parte dell’agente delle indennità fino ad allora maturate.

Ma gli aspetti problematici legati all’argomento di cui si tratta, non sono di certo solo quelli appena analizzati.

C’è infatti da considerare, e qui arriviamo alla questione che sicuramente desta maggiori perplessità in ordine all’opportunità di effettuare una scelta così delicata, che il socio che raggiunge l’età pensionabile non ha automaticamente diritto alle indennità di cessato rapporto ex art. 1751 c.c. e/o, ove più favorevole, all’indennità suppletiva di clientela che, invece, la contrattazione collettiva riconosce all’agente persona fisica.

In caso di contenzioso, poi, il passaggio dell’agente singolo a società, comporta che il foro competente non è più quello esclusivo ed inderogabile del domicilio dell’agente ma quello in cui ha sede la mandante, con conseguente inasprimento dei costi di giudizio (l’agente è, ad esempio, spesso costretto a nominare un altro difensore che partecipa alle udienze dinanzi al Tribunale competente, solitamente lontano dalla sede della propria società).

Così come cambia, pure, il Tribunale competente, che non è più quello del Lavoro bensì il Tribunale ordinario civile, con l’evidente rischio di allungamento dei tempi processuali e della possibilità che la controversia sia decisa da un magistrato avente un’esperienza limitata in materia di agenzia.

Le cose non sembrano andare meglio in ipotesi di sottoposizione della mandante a procedura concorsuale o fallimento. Infatti, i crediti dell’agente società di capitali vengono quasi sempre riconosciuti in via chirografaria e non privilegiata.

E’ consigliabile quindi che l’agente prima di intraprendere autonomamente simili iniziative valuti a monte, anche con l’ausilio di un professionista la convenienza o meno di decisioni così importanti che alla lunga potrebbero riservare sorprese spiacevoli e non preventivate.

USARCI-LANARC, Luciano Falgiano rieletto presidente

26 Giugno 2015 Posted by Articoli 0 thoughts on “USARCI-LANARC, Luciano Falgiano rieletto presidente”

Giovedì 25 giugno le votazioni per il rinnovo del consiglio direttivo. Riconfermermato il presidente uscente, Luciano Falgiano, alla guida del sindacato.

Luciano Falgiano è il nuovo presidente dell’USARCI-LANARC, l’associazione napoletana agenti e rappresentanti di commercio. Ieri sera sono terminate le votazioni per il rinnovo del Consiglio direttivo, che hanno visto la riconferma per il prossimo quadriennio del Presidente uscente, Luciano Falgiano. La nomina è stata ratificata al termine delle votazioni, che si sono svolte presso la sede dell’associazione al Centro Direzionale di Napoli.Ufficio-di-presidenza-USARCI-LANARC
Quella di ieri è stata una tornata elettorale significativa per l’USARCI-LANARC, di cui quest’anno ricorre il cinquantenario. «Nel corso di questa consiliatura rafforzeremo il nostro impegno sindacale – ha affermato Falgiano –. Porteremo avanti in tutte le sedi istituzionali le nostre iniziative a favore della categoria, come l’abolizione del monomandato, l’istituzione della doppia patente e la maggiore deducibilità dei costi di esercizio della professione» ha concluso Falgiano.

Oltre a Falgiano nel ruolo di presidente, cui si affiancheranno Vincenzo Semeraro e Franco Farkas con l’incarico di consiglieri di presidenza, sono stati riconfermati Luigi Doppietto come vicepresidente e Achille Esposito come tesoriere. Il ruolo di segretario spetta ad Antonio Pastore Carbone. A ricoprire la carica di consiglieri del direttivo saranno Nada Ciullini, Angelo Padrone, Luigi Ricciardi, Guglielmo Travaglini, Roberto Nigro.

Commerciali, Luciano Falgiano è il nuovo presidente del sindacato napoletano agenti

26 Giugno 2015 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Commerciali, Luciano Falgiano è il nuovo presidente del sindacato napoletano agenti”

Giovedì 25 giugno le votazioni per il rinnovo del consiglio direttivo. Riconfermermato il presidente uscente, Luciano Falgiano, alla guida del sindacato.

Luciano Falgiano è il nuovo presidente dell’USARCI-LANARC, l’associazione napoletana agenti e rappresentanti di commercio. Ieri sera sono terminate le votazioni per il rinnovo del Consiglio direttivo, che hanno visto la riconferma per il prossimo quadriennio del Presidente uscente, Luciano Falgiano. La nomina è stata ratificata al termine delle votazioni, che si sono svolte presso la sede dell’associazione al Centro Direzionale di Napoli.Ufficio-di-presidenza-USARCI-LANARC
Quella di ieri è stata una tornata elettorale significativa per l’USARCI-LANARC, di cui quest’anno ricorre il cinquantenario. «Nel corso di questa consiliatura rafforzeremo il nostro impegno sindacale – ha affermato Falgiano –. Porteremo avanti in tutte le sedi istituzionali le nostre iniziative a favore della categoria, come l’abolizione del monomandato, l’istituzione della doppia patente e la maggiore deducibilità dei costi di esercizio della professione» ha concluso Falgiano.

Oltre a Falgiano nel ruolo di presidente, cui si affiancheranno Vincenzo Semeraro e Franco Farkas con l’incarico di consiglieri di presidenza, sono stati riconfermati Luigi Doppietto come vicepresidente e Achille Esposito come tesoriere. Il ruolo di segretario spetta ad Antonio Pastore Carbone. A ricoprire la carica di consiglieri del direttivo saranno Nada Ciullini, Angelo Padrone, Luigi Ricciardi, Guglielmo Travaglini, Roberto Nigro.

Gioielli, laboratorio artigiano ricerca agenti a Napoli

19 Giugno 2015 Posted by Articoli, Ricerca agenti 0 thoughts on “Gioielli, laboratorio artigiano ricerca agenti a Napoli”

Rinomato laboratorio artigiano, settore oreficeria fascia medio alta, presente a Napoli dal 1977, per potenziamento rete vendita, ricerca agenti intraprendenti, che vogliano far parte di un nuovo progetto commerciale, già inserite nel medesimo settore.

Gli interessati possono inviare il curriculum vitae al seguente indirizzo mail designerpetacca@gmail.com

Enasarco, dismessi 3.500 immobili

1 Giugno 2015 Posted by Articoli 0 thoughts on “Enasarco, dismessi 3.500 immobili”

L’Ente di previdenza: valore di bilancio di 390 milioni e ricavi per 213 milioni

Nel 2014, malgrado “la pesante crisi del mercato creditizio e la reale chiusura da parte del mondo bancario alle richieste degli inquilini”, la Fondazione Enasarco ha dismesso “oltre 3.500 unità immobiliari, per un valore di bilancio pari a circa 390 milioni di euro ed una plusvalenza netta complessivamente pari ad oltre 213 milioni”. Lo si legge nel Bilancio consuntivo relativo all’anno passato, approvato dal Consiglio di amministrazione dell’Ente previdenziale degli agenti di commercio.

Di questa plusvalenza, viene specificato, 110 milioni si riferiscono ai proventi sulle vendite effettuate mediante rogito agli inquilini, dunque una somma “totalmente incassata”, mentre 103 milioni circa, sono riconducibili alla plusvalenza realizzata sulle operazioni di apporto ai fondi delle unità immobiliari invendute.

A partire da questo esercizio, fa sapere ancora la Cassa presieduta da Brunetto Boco, “la plusvalenza da apporto viene accantonata in un apposito fondo del passivo, annullando così ogni effetto economico, che è rimandato al momento in cui il provento verrà monetizzato”.

Enasarco, nel 2014 utili per 92 milioni di euro

27 Maggio 2015 Posted by Articoli 0 thoughts on “Enasarco, nel 2014 utili per 92 milioni di euro”

Boco, conti e patrimonio ‘in salute’

Utili per 92 milioni di euro nel 2014 per Enasarco (l’Ente previdenziale degli agenti di commercio), ma avendo scelto di “accantonare in un apposito fondo del passivo la plusvalenza da apporto immobiliare pari a 103 milioni”. Altrimenti il risultato di esercizio sarebbe stato “ancora più brillante perché‚ positivo di oltre 195 milioni, segnando un +93% rispetto al risultato dell’esercizio precedente”.

Lo si legge nel bilancio consuntivo del 2014 della Cassa pensionistica privata, che è, dichiara il presidente Brunetto Boco, “finanziariamente e patrimonialmente ben in salute e destinata a valorizzare le prospettive positive negli anni a venire. La compattezza di questo Consiglio d’Amministrazione”, prosegue, “il senso di responsabilità delle parti sociali insieme con il costante impegno di una struttura tecnica rigorosa e altamente professionale hanno permesso di conseguire i risultati del Bilancio 2014 e, più in generale, di autoriformare la Cassa, dotandola di strumenti di gestione e di controllo più efficaci, trasparenti e funzionali rispetto agli obiettivi perseguiti”.

Significativi, rende noto Enasarco, “i risultati conseguiti nella gestione istituzionale che evidenzia complessivamente un risultato positivo di 53 milioni, a fronte dell’avanzo di 35 milioni del 2013 e di quello del bilancio tecnico a parametri specifici previsto in 38 milioni”. Le spese di funzionamento dell’Ente “continuano a registrare una diminuzione, consolidando un -2% rispetto al 2013 e sono totalmente coperte dal saldo della gestione istituzionale, con un avanzo operativo di 16,8 milioni, contro i -1,8 milioni del 2013”.

Quanto agli investimenti, sono stati impiegati circa 430 milioni in prodotti liquidi, con bassi costi commissionali e con flusso cedolare, di cui euro 136 milioni in titoli di Stato; il rendimento realizzato pari al 3% che al netto della tassazione, (passata dal 20% al 26%) scende al 2,3%, mentre il patrimonio liquido è passato dal +5% del 2011 al +18% del 2014.

Mario Raffa incontra gli agenti della USARCI-LANARC

20 Maggio 2015 Posted by Articoli 0 thoughts on “Mario Raffa incontra gli agenti della USARCI-LANARC”

Istituire un tavolo con le associazioni di categoria per il rilancio del settore commercio in Campania, avviare con la Regione corsi di formazione altamente professionalizzanti, e supportare progetti di legge specifici, come l’introduzione della doppia patente, presso gli organi legislativi. Sono questi, in estrema sintesi, gl’impegni assunti da Mario Raffa, candidato alle prossime elezioni del Consiglio Regionale della Campania con la lista “De Luca Presidente”, nei confronti degli agenti di commercio.

Raffa, docente di Ingegneria Gestionale all’Università Federico II ed ex assessore allo Sviluppo del Comune di Napoli con delega al Commercio, nei giorni scorsi ha fatto visita agli agenti della USARCI-LANARC presso la sede del Centro Direzionale. Ma non è stato un incontro finalizzato alla presentazione del programma elettorale. Raffa, infatti, segue con interesse da molto tempo le iniziative della USARCI-LANARC. E’ uno studioso della categoria degli agenti di commercio, e delle dinamiche socio-economiche che la caratterizzano. In occasione dei numerosi convegni organizzati dalla USARCI-LANARC, il professor Raffa ha presentato e commentato studi di settore che hanno consentito di elaborare strategie utili a migliorare le condizioni di lavoro degli agenti.

In occasione della sua visita nella sede USARCI-LANARC al Centro Direzionale, il professor Raffa ha anche rilasciato la breve videointervista che segue.

Lavoro, al SUD si ricercano agenti settore HORECA

13 Maggio 2015 Posted by Articoli, Ricerca agenti 0 thoughts on “Lavoro, al SUD si ricercano agenti settore HORECA”

Agenzia di rappresentanza, con mandato di aziende leaders di mercato, cerca
agenti nelle seguenti regioni: Campania, Puglia, Abruzzo, Molise, Basilicata.

 

Profilo richiesto:

  • età massima 45 anni;
  • esperienza nel canale corto ho.re.ca.

Si offre:

  • contratto ENASARCO;
  • trattamento provigionale di sicuro interesse.

Le candidature interessate possono inviare curriculum vitae ai seguenti recapiti:

  • fax 0815131451
  • mail: grusso1572@gmail.com

Lavoro, al SUD si ricercano agenti settore HORECA

13 Maggio 2015 Posted by Ricerca agenti 0 thoughts on “Lavoro, al SUD si ricercano agenti settore HORECA”

Agenzia di rappresentanza, con mandato di aziende leaders di mercato, cerca
agenti nelle seguenti regioni: Campania, Puglia, Abruzzo, Molise, Basilicata.

 

Profilo richiesto:

  • età massima 45 anni;
  • esperienza nel canale corto ho.re.ca.

Si offre:

  • contratto ENASARCO;
  • trattamento provigionale di sicuro interesse.

Le candidature interessate possono inviare curriculum vitae ai seguenti recapiti:

  • fax 0815131451
  • mail: grusso1572@gmail.com

Enasarco, Lehman Brothers dovrà rimborsare 61,5 milioni di dollari

12 Maggio 2015 Posted by Articoli, Economia 0 thoughts on “Enasarco, Lehman Brothers dovrà rimborsare 61,5 milioni di dollari”

La Corte di Londra ha riconosciuto la pretesa creditoria della Fondazione.

Lehman Brothers è stata “condannata a pagare 61.507.902 dollari, oltre agli interessi” alla Fondazione Enasarco, l’Ente previdenziale degli agenti di commercio. La causa civile, si legge in una nota della cassa, “che ha visto l’instaurarsi di due distinti procedimenti fra le stesse parti sia in Inghilterra sia in Svizzera, ha per oggetto una pretesa creditoria” da 61,5 milioni di dollari vantata dalla Fondazione
nei confronti dell’amministrazione fallimentare di Lehman Brothers Finance Ag.

I collaboratori dei mediatori creditizi sono agenti*

23 Aprile 2015 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “I collaboratori dei mediatori creditizi sono agenti*”
Dopo il Ministero del lavoro anche il Tar del Lazio ha confermato l’obbligo di iscrizione Enasarco per i collaboratori dei mediatori creditizi, respingendo il ricorso avanzato dalla Fiaip (Federazione italiana agenti immobiliari professionisti). Con la sentenza numero 2698 dello scorso febbraio ha affermato infatti i seguenti principi:

  • “… Solo il mediatore creditizio svolge un’attività che rientra nella schema della mediazione, mentre i collaboratori del mediatore svolgono un’attività di promozione finalizzata alla conclusione degli affari del mediatore creditizio stesso e, per tale ragione, sono legati a esso da un contratto di agenzia”.
  • “La finalità del legislatore è quella di perseguire la tutela dei consumatori che entrano in contatto con gli intermediari finanziari per il tramite di queste figure (…); pertanto la legge ha previsto che i collaboratori dei mediatori creditizi che entrano in contatto con il pubblico siano legati ai medesimi da un rapporto dotato di determinate caratteristiche di stabilità e di non occasionalità, e quindi da un rapporto di lavoro dipendente (art. 2094 c.c.) o da un rapporto di agenzia (art.1742 c.c.)”

La sentenza ribadisce considerazioni da tempo sostenute dalla Fondazione Enasarco, alla cui tutela previdenziale devono essere iscritti tutti i soggetti che operano in forma di un rapporto riconducibile al contratto di agenzia (artt. 1742 c.c. e seguenti) a prescindere dal settore di appartenenza (commerciale, industriale, finanziario, ecc.).

*Fonte ENASARCO

Icam arredamenti, ufficio da abitare

23 Aprile 2015 Posted by Articoli 0 thoughts on “Icam arredamenti, ufficio da abitare”

Sogni un ufficio confortevole, elegante e funzionale? Icam arredamenti è l’azienda che fa per te.

Le pareti attrezzate per ufficio di Icam arredamenti, infatti, sono l’ideale per progettare il tuo “ufficio da abitare”, scegliendo spazi e forme. Si tratta di elementi d’arredo innovativi, concepiti per il benessere delle persone, e realizzati in base alle esigenze razionali ed emozionali di un mondo del lavoro moderno. Grazie alle pareti divisorie e alle pareti attrezzate per ufficio di Icam arredamenti sarà facile ordinare l’ufficio e recuperare gli spazi contenitivi, senza mai rinunciare alla qualità.

Gli alti standard dei materiali e della produzione sono ottenuti grazie alla quasi cinquantennale esperienza della Icam SRL. L’azienda, infatti, nasce nel 1968 come produttrice nel campo dell’arredamento metallico, per poi crescere e specializzarsi, dal 1992, nella più completa soluzione di “uffici chiavi in mano”.

Tutti i prodotti per ufficio della Icam arredamenti hanno certificazione UNI per scrivanie, workstation, cassettiere, armadi, sia per la parte legno sia per quella metallica.

Inoltre sono disponibili certificazioni a richiesta, che riguardano prove di flessione, resistenza, stabilità, urto, fatica, statica, durata, riflessione alla luce, reazione al fuoco e ai liquidi.

L’azienda è composta di una sede commerciale con show room espositivo di 400 mq a Saronno, in Viale Lombardia 31 (piano 1°), dove è possibile visionare e toccare con mano i prodotti. Qui i consulenti della Icam arredamenti saranno lieti di fornire, senza alcun impegno, il progetto dell’ufficio desiderato, grazie un programma grafico tridimensionale, che consentirà di visionare, immediatamente, il risultato.

Icam arredamenti, inoltre, grazie a una struttura aziendale che comprende il magazzino con mezzi di trasporto, montatori specializzati e falegnameria interna per la realizzazione del “fuori misura”, è in grado di assistere il cliente nelle fasi di consegna, montaggio e post vendita.

Infine, grazie ad alcune linee di mobili da ufficio e sedie in pronta consegna, è possibile eseguire forniture urgenti.

Auto, nuova convenzione USARCI-FIAT

22 Aprile 2015 Posted by Articoli 0 thoughts on “Auto, nuova convenzione USARCI-FIAT”

Usarci ed FCA Group hanno concordato speciali condizioni commerciali, valide per l’acquisto di AUTOVETTURE nuove dei marchi FIAT, LANCIA, ALFA ROMEO e JEEP.

L’iniziativa è valida per le autovetture ordinate presso la rete Concessionaria Italiana dei marchi Lancia, Alfa Romeo e Jeep sino al 31 dicembre 2015.

Il trattamento di sconto oggetto della presente si riferisce esclusivamente alle vetture sotto elencate comprese nei vigenti listini nelle versioni attualmente commercializzate.

I modelli interessati sono elencati nel seguente prospetto:

Sconti FCA Group 2015

La valutazione dell’usato sarà effettuata attraverso una libera trattativa con le concessionarie Fiat, Lancia e Alfa Romeo, sulla base del valore di mercato. L’agente per poter usufruire delle speciali condizioni di trattamento, all’atto della prenotazione del veicolo (firma patto chiaro), dovrà consegnare copia del documento “visura del certificato camerale”relativo alla propria attività, dalla quale deve risultare l’attività di AGENTE RAPPRESENTANTE.

Vi ricordiamo che i soci della Cooperativa Fenyci, gruppo d’acquisto auto degli agenti di commercio, possono accedere a sconti ulteriori rispetto a quelli praticati a tutti gli agenti di commercio ed indicati nel prospetto di cui sopra. Per avere maggiori informazioni sulla Cooperativa Fenyci cliccare QUI.

Enasarco: via libera ministeri al Regolamento sulla finanza

10 Aprile 2015 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Enasarco: via libera ministeri al Regolamento sulla finanza”

Boco, nuovo tassello autoriforma nel segno della trasparenza

Via libera definitivo dai ministeri del Lavoro e dell’Economia, al Regolamento per la gestione e l’impiego delle risorse finanziarie della Fondazione Enasarco.
Ne dà notizia lo stesso Ente previdenziale degli agenti di commercio che, in una nota, mette in luce come si tratta di “una delle poche Casse a dotarsi di un Regolamento per la gestione delle risorse finanziarie, che va ad inserirsi nell’ambito di un più ampio sistema di regole e procedure che la Fondazione si è autoimposta con l’obiettivo di incrementare il grado di trasparenza e di efficacia dei controlli interni, soprattutto con riguardo agli investimenti”.
Il documento contiene regole precise in merito a procedure, controlli e limiti delle attività per l’impiego e la gestione delle risorse finanziarie dell’istituto pensionistico privato, e si fonda su “un percorso in quattro tappe: verifica delle opportunità di investimento (attraverso il Servizio Finanza, con il ricorso a consulenti solo nel caso di operazione complesse e solo come strumento di sostegno e non sostitutivo delle responsabilità degli uffici), verifica di compatibilità dei rischi finanziari (attraverso la Funzione Controllo del Rischio), approfondimento della proposta definitiva d’investimento (a cura di un ristretto Comitato Investimenti), decisione finale del CdA”. Fissati, poi, “significativi ‘limiti di concentrazione’, in modo da ridurre l’esposizione verso singoli gestori o per specifici prodotti d’investimento, che troveranno applicazione per tutte le nuove operazioni, mentre per quelle passate Š prevista una progressiva riduzione, affinché‚ siano ricondotti all’interno di tali limiti entro pochi anni dallo scadere dei vincoli di lock up”. Soddisfatto il presidente Brunetto Boco di questo nuovo, “rilevante, tassello di quell’opera di autoriforma di Enasarco che stiamo portando avanti con metodo e risultati nella direzione di un’accresciuta e via via più significativa efficienza e trasparenza nella governance della Cassa e dei suoi investimenti”.

Limatola: il futuro della categoria? Passa per l’ampliamento delle competenze

8 Aprile 2015 Posted by Articoli 0 thoughts on “Limatola: il futuro della categoria? Passa per l’ampliamento delle competenze”

Luca Clemente

Vicepresidente della Camera di Commercio di Napoli, Segretario CLAAI, consulente legale USARCI-LANARC, l’avvocato Alessandro Limatola è da sempre vicino al modo degli agenti di commercio. «Me ne occupo dai tempi dell’Università. La mia tesi di laurea fu proprio sul “contratto di agenzia”» ha affermato in una recente intervista in occasione del cinquantenario della USARCI-LANARC.

«L’approfondimento di questo argomento sul piano scientifico mi ha portato ad avvicinarmi anche all’associazione di categoria più rappresentativa del territorio, in modo da avere cognizione degli sviluppi di questa tipologia contrattuale sia dal punto di vista strettamente giurisprudenziale, sia sotto il profilo dell’applicazione pratica dello stesso, attraverso la casistica affrontata dai sindacati», ha aggiunto.

«Cosa riserva il futuro alla categoria? La figura dell’agente di commercio è cambiata più volte nel corso degli anni. Ha attraversato i vari cicli economici che si sono susseguiti dagli anni ’60 ad oggi. Così, in base alla congiuntura economica, è cambiata anche la tipologia di prestazione offerta.

Ritengo che la figura dell’agente rimarrà importante nell’intermediazione delle merci e dei servizi sia in Italia sia all’estero. In Italia c’è un numero di agenti superiore rispetto agli altri Paesi d’Europa. Per questo motivo penso che in futuro ci sarà una razionalizzazione della categoria, legata anche all’accorciamento delle filiere.

Inoltre l’agente cambierà organizzazione, svolgerà una serie di attività promozionali grazie ai nuovi strumenti della comunicazione.

La sfida è dunque quella del rinnovamento per rimanere nel ciclo economico, senza rifiutare l’evoluzione che la modernità impone.

 

Marsico: il futuro dell’associazione? Passa per l’offerta di servizi a pagamento

8 Aprile 2015 Posted by Articoli 0 thoughts on “Marsico: il futuro dell’associazione? Passa per l’offerta di servizi a pagamento”

Luca Clemente

Dottore Commercialista, responsabile dell’area fiscale della USARCI-LANARC, Coordinatore del Centro Tributario Nazionale USARCI. Mario Marsico è uno dei pilastri dell’associazione napoletana agenti di commercio, un interlocutore fondamentale per ricostruire i 50 anni di storia della LANARC.

Come si è avvicinato all’USARCI-LANARC?

All’inizio degli anni ’80 fui presentato dal vicepresidente Lanarc dell’epoca, l’amico affettuoso Rino Padrone, al Presidente Franco de Pasquale, il quale mi chiese di collaborare con l’Associazione per fornire, unitamente al Dott. Antonio Maria Fiorillo, consulenze fiscali agli associati. Da quell’epoca iniziai anche a pubblicare su ogni uscita del Giornale “ Agente di Commercio” (conservo ancora tutti i numeri) un articolo in materia tributaria, così come l’altrettanto caro amico Avv. Luigi Limatola, padre del nostro Alessandro, curava gli aspetti legali.

Tale collaborazione oggi continua sotto la predetta testata.

Quanto e in che modo la vita associativa ha influito nel suo ambito lavorativo?

La collaborazione con l’Associazione e il rapporto diretto con gli Agenti hanno rappresentato un elemento importante nella mia vasta attività professionale, consentendo una particolare specializzazione nel settore, rafforzata dal ruolo di Coordinatore del Centro Tributario Nazionale USARCI, incarico che ho ricoperto con grande passione e impegno presso la Federazione e del quale mi piace conservare ricordi professionali e di rapporti umani.

Come è cambiata la figura dell’agente, sia all’interno, sia all’esterno dell’associazione?

E’ da anni che l’attività dell’Agente di Commercio nella pratica operativa e nei comportamenti associativi è completamente cambiata; oggi si riscontrano maggiori e sempre più pressanti impegni lavorativi imposti dalle mandanti, modifiche nell’azione di marketing delle strutture produttive, nuovi servizi richiesti all’agente per l’assistenza del “dopo vendita”, maggiori difficoltà nella fase d’incasso dei corrispettivi di vendita per le contingenze finanziarie del mondo economico e in particolare del commercio, maggiori oneri operativi richiesti all’agente con l’introduzione degli strumenti telematici che richiedono una continua comunicazione con la preponente che ha trasferito sull’agente una serie di oneri prima non di sua competenza; tutto questo ha comportato e comporta un enorme sforzo lavorativo giornaliero per l’Agente che non è più e soltanto il promotore delle vendite “vecchia maniera”. I maggiori impegni professionali uniti a un tradizionale individualismo di tale operatore ha portato e porta a un allontanamento dalle attività poste in essere dal Sindacato di categoria che come tutte le strutture associative, nessuna esclusa, attraversa momenti di enormi difficoltà superate solo con il sacrificio di pochi soci, veramente attivi.

Quali sono gli obiettivi che l’associazione deve perseguire e in che modo?

E’ ormai da tempo che, nelle varie riunioni assembleari dell’Associazione alle quali partecipo, sottolineo che la sopravvivenza del sindacato, in presenza di difficoltà di finanziamento attraverso le quote associative e l’aumento di costi fissi di gestione, nonostante la fase di “spending review” già effettuata, può essere assicurata solo con l’offerta ai soci di particolari servizi, anche specificamente remunerati (in base a tariffe pur minimali).

Sono passati i tempi in cui, in pieno “romanticismo” e convinto volontariato, i soci partecipavano alle attività sociali offrendo la loro collaborazione. E’ rimasto ormai solo un ricordo quello relativo alle affollate riunioni in materia fiscale e legale presso la sede di Mergellina, quando per centinaia di soci non potevano essere assicurati i posti a sedere.

Anche le riunioni di tipo ludico, utili per la socializzazione, erano frequenti e partecipate in massa.

Mi auguro che, valicata questa fase critica del nostro Paese (e sono convinto che prima o poi, con l’impegno e lo sforzo di tutti, potrà essere superata), il Sindacato ritornerà a rappresentare non solo il punto di riferimento istituzionale per tutte le azioni e rivendicazioni a tutela della professione (ricordiamo ad esempio la grande vittoria dell’abolizione del vessatorio “Star del Credere” per iniziativa del sindacato di Napoli o le proposte per cambiare la normativa fiscale, partite dalla LANARC e dalla Federazione USARCI), ma anche un elemento di coagulo per una categoria che ha un bisogno crescente di servizi specializzati, d’informazione e di formazione, per attrezzarsi in maniera consona alle richieste della “new economy”, di servizi per lo svolgimento dei quali la sede naturale deputata è proprio il Sindacato, la cui appartenenza deve far sentire gli agenti di commercio più uniti, anche da un punto di vista sociale e umano.

 

I doveri dell’agente

8 Aprile 2015 Posted by Articoli 0 thoughts on “I doveri dell’agente”

Luciano Falgiano

In base al nuovo statuto dell’ENASARCO, il prossimo CdA della Fondazione non sarà composto esclusivamente da componenti delle associazioni di categoria più rappresentative, per essere eletti occorrerà essere iscritti alla cassa di previdenza, e vantare un profilo di alta professionalità e competenza. Ciò comporterà, in base alle norme, che tutta la platea degli iscritti all’Ente (oltre 230mila agenti) potrà e dovrà, partecipare all’elezione di detti professionisti. Chi vorrà, potrà informarsi presso una qualunque associazione di categoria firmataria degli AEC.

Avvicinarsi a esse non è pericoloso, richiede semplicemente capacità di ascolto e un piccolo sacrificio del proprio tempo. A tal proposito la USARCI-LANARC ha già avviato una campagna di sensibilizzazione, che si svilupperà nell’invio massiccio di informazioni via mail. Se poi i colleghi ci vorranno onorare della loro partecipazione, li accoglieremo a braccia aperte. Poiché l’operazione verso il CdA Enasarco è da considerarsi in corso di perfezionamento, vi saranno altri aggiornamenti.

Un’altra importante iniziativa, questa volta partita dal comitato di Presidenza dell’USARCI, è la doppia patente a punti, e lo sgravio totale delle spese sull’autovettura, che al momento sono calcolate all’80%. Per dare maggiore consistenza a questa proposta, è stato concordato di coinvolgere anche gli organismi di rappresentanza politica, i partiti, per promuovere una campagna di sensibilizzazione verso la categoria degli Agenti di Commercio, affinché, al pari di altri soggetti che già ne godono, possano anch’essi ottenerla.

Grazie all’impegno del nostro collega Luigi Doppietto (vicepresidente USARCI), e alla sensibilità dei nostri partner professionisti, abbiamo interpellato un deputato che ha garantito ampia disponibilità a sollevare in Parlamento tali problematiche, anzitutto perché avanzate da una categoria di lavoratori che ha la responsabilità di contribuire a produrre il 70% del PIL.

Ancora una volta l’incontro ha evidenziato, se ancora ve ne fosse bisogno, che l’importanza della nostra categoria non è valorizzata. Da ciò la necessità, e non mi stancherò mai di ripeterlo, di associarsi. Associatevi dove volete, ma fatelo! Non sono sufficienti le buone proposte, a volte è necessario fare la voce grossa.

 

Traguardi e obiettivi

8 Aprile 2015 Posted by Articoli 0 thoughts on “Traguardi e obiettivi”

Antonio Pastore

Negli ultimi tempi sono stati fatti notevoli sforzi per migliorare la nostra comunicazione. L’invio continuo di mail, l’aggiornamento costante del nostro sito, la pagina FB, ormai ci consentono d’interagire con tutti i soci nella maniera più rapida. Iniziative come l’Open Day, la nascita della cooperativa d’acquisto auto, l’incontro sull’utilizzo delle nuove tecnologie hanno rappresentato momenti associativi molto importanti sia per il numero dei partecipanti, sia per il forte dibattito suscitato. Un momento associativo molto costruttivo e importante è stato l’incontro avuto da una nostra delegazione con l’onorevole Leonardo Impegno il quale si è mostrato molto sensibile a problematiche molto sentite dalla nostra categoria quali la proposta di legge presentata dall’USARCI relativa alla doppia patente con il raddoppio dei punti, come avviene per i tassisti, e quella in materia di contratti d’agenzia con una nuova regolamentazione del monomandato che le aziende adottano in maniera sempre più impropria costringendo tanti nostri colleghi a operare senza la garanzia di giusti ricavi. Oltre a queste, altre istanze sono state portate all’attenzione dell’onorevole con il quale abbiamo rimandato ulteriori approfondimenti a prossimi incontri da tenersi nella nostra sede al Centro Direzionale.

 

Il posto auto: un’idea in più per discutere meno

8 Aprile 2015 Posted by Articoli 0 thoughts on “Il posto auto: un’idea in più per discutere meno”

Il condominio è un argomento spinoso. Dal vicino di casa al posto auto, dall’amministratore all’assemblea, ricorda un’altalena frenetica di problemi che minano la nostra privacy, e rendono difficili perfino i più naturali rapporti umani quali il saluto, un sorriso o la semplice cortesia.

A ognuno di noi capita di ricevere una convocazione assembleare o di essere coinvolti in argomenti che apparentemente sembrano di banale soluzione, basterebbe il buon senso, mentre molto spesso si concludono con la famosa frase: vado dall’avvocato.

L’esperienza raccolta in quasi vent’anni di lavoro mi permette di dire che molti problemi (non tutti) partono spesso dalla scarsa conoscenza delle regole. Conoscere le regole è fondamentale per iniziare a dialogare.

Uno degli argomenti più dibattuti è l’uso del posto auto in aree condominiali.

In molti condominii esistono aree comuni, nel caso specifico cortili, che possono ospitare un numero limitato di autovetture.

Di solito questi posti per la sosta sono insufficienti a coprire il fabbisogno. Che cosa possiamo fare?

In via preliminare, aspetto importante da non trascurare è quello di verificare il rispetto della normativa antincendio. Il fatto che trattasi di una sorta di garage all’aperto non esclude il rispetto delle norme. Un conto è la sosta di due auto, altro è la gestione di decine di automobili. Poi occorre verificare se il regolamento condominiale prevede la possibilità di usare questi spazi per parcheggiare le auto. L’esistenza di uno spazio è cosa diversa dal tipo del suo uso. Nell’ipotesi di possibilità di utilizzo per parcheggio, occorre verificare se il regolamento detta i criteri d’uso per tale utilizzo.

E’ compito dell’amministratore applicare il regolamento e attivarsi per il suo rispetto. Che cosa fare se il regolamento non dice nulla al riguardo?

I tribunali sono pieni di cause condominiali, nello specifico anche la Corte di Cassazione ha espresso in più riprese le linee guida.

Nella sostanza nessuno può utilizzare un bene condominiale in maniera esclusiva e/o sproporzionata rispetto agli altri condomini. Tutti hanno gli stessi diritti e gli stessi doveri.

La rotazione dei posti auto è la soluzione più logica.

E’ opportuno che l’argomento sia posto all’ordine del giorno in maniera chiara.

I condomini, che intendono utilizzare il cortile, devono farne espressa richiesta all’amministratore, indicando anche l’automobile. Tali notizie sono basilari per censire le auto da gestire.

Si rende necessaria una mappatura del cortile, con la precisa indicazione del perimetro dei singoli posti auto (le dimensioni sono sancite dal codice della strada) e delle aree di manovra, verificando l’esistenza di locali a piano terra nei quali ovviamente non dovranno essere immessi i gas di scarico.

L’assemblea, verificato il rispetto della normativa e del regolamento, può scegliere e votare sulla tempistica di rotazione (esempio ogni condomino avrà diritto a un posto ogni tot mesi, ecc.), si potrà decidere se la sosta è a titolo gratuito o oneroso (deliberando sia sull’importo sia sull’uso di tale fondo cassa che nel tempo si creerà).

La legge n. 220/2012 consente all’amministratore anche l’applicazione di multe per le violazioni al regolamento condominiale (fino a € 800,00), per cui è opportuno che l’assemblea deliberi anche l’ammontare della sanzione per mancato rispetto del deliberato assembleare.

Conosco alcuni condomini dove il buon senso ha fornito una soluzione:

Nel cortile condominiale è possibile parcheggiare 9 auto, mentre la richiesta è per 14 auto. In prossimità del palazzo c’è un garage privato.

La soluzione trovata prevede che tutti i 14 condomini versano una quota mensile, il cui totale serve per pagare i 5 posti auto nel garage. Con buona pace di tutti.

Alla base di ogni soluzione occorre sempre il senso di buon vicinato, per cui un minimo di tolleranza o di cordiale disponibilità sarà sempre la soluzione più intelligente e gradita.

Per chi volesse approfondire, alcuni riferimenti normativi: Sentenza Cassazione Civile sez. Il n. 15203 delll/07/2011 Sentenza Cassazione Civile sez. Il n. 12485 del19/07/2012 Sentenza Cassazione Civile sez. Il n. 09877 del15/06/2012 Sentenza Cassazione Civile sez. Il n. 04498 del 30/01/2014.

*“Il condominio”, nuova rubrica de “il Giornale dell’Agente di Commercio” a cura del dr. Nicola R. Valleriota, amministratore e gestore immobiliare.

 

Tenersi in forma giocando a golf

8 Aprile 2015 Posted by Articoli, Rubrica benessere 0 thoughts on “Tenersi in forma giocando a golf”

Sfatiamo subito un mito: il golf non è uno sport da ricchi. Un kit con sacca e bastoni costa circa 300 euro delle ottime scarpe si comprano con 50 – 90 euro, per il resto dell’abbigliamento bastano dei comodi pantaloni di cotone e una polo. Provate a informarvi presso la federazione italiana golf e rimarrete meravigliati da come i costi delle lezioni e di accesso ai campi siano abbordabili. Il golf permette di tenersi in forma senza strapazzi fisici e di rilassarsi in mezzo al verde. I campi hanno nove o diciotto buche, i più grandi permettono di camminare per 4-6 ore immersi nel verde, anche per 10-12 chilometri. La distanza tra una buca e l’altra può variare dai 70 a 550 metri.

Dal punto di vista fisico, sono notevoli il beneficio organico e cardiovascolare che si traggono dalle lunghe camminate. Inoltre il golf migliora la coordinazione di tutto il corpo: per colpire la pallina, infatti, c’è un impegno totale dei muscoli, da quelli del collo a quelli dei polpacci.

Importanti sono i benefici psicologici: si diventa padroni di movimenti del tutto nuovi, aumenta l’autostima perché ogni colpo richiede creatività ma, principalmente, strategia. I giocatori più esperti assicurano che tirare una pallina a tre palmi dalla buca finale, dopo tanto camminare e con i muscoli ormai stanchi richiede calma, concentrazione e controllo delle emozioni, come battere un calcio di rigore.

Con 5-6 mesi di lezioni si può cominciare anche l’agonismo (senza limiti di età). Una caratteristica affascinante del golf è che un principiante può competere, e forse battere, un giocatore più esperto perché nelle gare ai principianti sono dati dei colpi di vantaggio.

Allora, se lasciassimo per un po’ la macchina e la scrivania e ci tenessimo in forma con il golf?

Economia, i conti tornano

2 Aprile 2015 Posted by Articoli, Economia 0 thoughts on “Economia, i conti tornano”

pilSi rafforza la ripresa economica. L’Istat segnala, nella nota mensile del 31 marzo, che «l’indicatore anticipatore dell’economia permane su livelli positivi, supportando l’ipotesi di un miglioramento dell’attività nel primo trimestre», sebbene il mercato del lavoro «presenti ancora segnali contrastanti».

In pratica l’istituto nazionale di statistica prevede un miglioramento del PIL con la pubblicazione delle prossime stime, nonostante la gravità della disoccupazione.

Gli ultimi dati relativi al prodotto interno lordo, si riferiscono al quarto trimestre 2014 (grafico n°1), che sono in linea con lo scorso trimestre, sulla soglia dei -0,5 punti percentuali. Sul medio termine, esso è compreso tra il -0,2% registrato il secondo trimestre dell’anno, ma lontano dal picco negativo di -3,1 punti registrato nel secondo trimestre del 2012.

Lo spread, il differenziale tra i BTP italiani e i BUND tedeschi, cioè uno dei principali indicatori della stabilità economia del Paese, quello che più si adatta a testarne il polso, da oltre un mese è stabile sotto i 120 punti base. Esso è diminuito, gradualmente, di circa 30 punti base da quando si è insediato il Governo Renzi, oltre un anno fa. Per completezza dell’informazione, è opportuno ricordare anche il picco negativo di 550 punti base registrato alla fine del 2011 (foto in basso).

spread-a-tre-mesi

I prezzi rimangono bassi (grafico n° 3). Secondo le stime preliminari di ISTAT l’inflazione acquisita per il 2015 è pari a -0,1% (era -0,2% a febbraio). Siamo dunque ancora in deflazione, ma non molto lontani da una bassa inflazione, che indica un’economia sana.prezzialconsumo

Ha un saldo positivo invece la fiducia dei consumatori. Secondo ISTAT «l‘indice composito del clima di fiducia dei consumatori, espresso in base 2010=100, aumenta a 110,9 da 107,7 di febbraio 2015. Anche l’indice composito del clima di fiducia delle imprese italiane (Iesi, Istat economic sentiment indicator), in base 2010=100, mostra un deciso miglioramento, salendo a 103,0 da 97,5 di febbraio.

Per il clima di fiducia dei consumatori la componente economica aumenta in misura più consistente (a 144,8 da 138,1) rispetto a quella personale, che passa a 99,7 da 98,0.

I giudizi dei consumatori sull’attuale situazione economica del Paese migliorano (-57 da -71 il saldo) e in lieve aumento sono anche le attese future sull’economia (22 da 21). Il saldo dei giudizi sulla dinamica dei prezzi al consumo negli ultimi 12 mesi mostra un leggero miglioramento a -26 da -27 e quello delle attese per i prossimi 12 mesi conferma questa tendenza (a -28 da -33). Migliorano anche le aspettative sulla disoccupazione (a -3 da 10).

tassodisoccupazioneA preoccupare, come anticipato, è ancora una volta il tasso di disoccupazione (grafico n°4), in particolare quella giovanile. A febbraio, secondo i dati diffusi il 31 marzo da ISTAT, esso è tornato al 12,7%, dopo il calo a gennaio al 12,6%, mentre gli occupati sono diminuiti di 44.000 unità rispetto a gennaio. Positivo invece il raffronto con febbraio 2014, periodo d’insediamento del Governo Renzi, con 93.000 occupati in più.

«La contrazione del lavoro si è concentrata tra le donne (-42.000 occupate su gennaio) e i giovani nella fascia tra i 15 e i 24 anni (-34.000 occupati) mentre per gli uomini nel complesso l’occupazione si è mantenuta stabile sul mese ed è aumentata di 95.000 unità su febbraio 2014. E’ certo comunque che la performance dell’occupazione italiana resta tra le peggiori in Ue. A febbraio 2015 nella zona euro il tasso di disoccupazione era all”11,3%, in calo di 0,5 punti rispetto a febbraio 2014. In Italia si registra un tasso del 12,7% in aumento tendenziale di 0,2 punti sull’anno.

Se poi si guardano gli ultimi cinque anni nell’area euro, la disoccupazione è salita di 1,3 punti (dal 10% di febbraio 2010 all’11,3% dell’anno in corso) mentre in Italia il balzo è stato di 4,2 punti (dall’8,5% di febbraio 2010 al 12,7% attuale).

Dati ancora altissimi si sono registrati anche per la disoccupazione giovanile con il 42,6% in cerca di lavoro tra i 15 e i 24 anni (tra coloro che naturalmente sono considerati parte delle forze di lavoro). Il tasso è quasi il doppio di quello giovanile dell’area euro (22,9%) e il secondo più alto in assoluto (dopo il 50,7% della Spagna mentre manca il dato greco)».

 

Enasarco al voto, la parola agli agenti.

30 Marzo 2015 Posted by Articoli 0 thoughts on “Enasarco al voto, la parola agli agenti.”

Vogliamo scrivere un programma elettorale cucito su misura della Categoria. Per far questo abbiamo bisogno anche della Tua opinione. Abbiamo bisogno di sapere cosa vorresti e cosa ti soddisfa e cosa non ti piace dell’attuale gestione dell’Enasarco, quali sono i provvedimenti che vorresti si prendessero e quali prospettive future immagini per la previdenza Sua e dei Suoi colleghi.
Aiutaci a progettare un Enasarco più vicino a noi.

Clicca e compila il questionario!

 

Enasarco, sul sito della fondazione gli immobili in vendita

25 Marzo 2015 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Enasarco, sul sito della fondazione gli immobili in vendita”

Nell’ambito del progetto Mercurio la Fondazione Enasarco ha affidato ai fondi immobiliari Enasarco 1 e 2 la gestione degli immobili liberi o per i quali non sia stato perfezionato l’acquisto da parte degli inquilini.
La Fondazione Enasarco ha inserito, nell’area riservata “In Enasarco” a cui ogni agente registrato può accedere, l’elenco degli immobili disponibili alla vendita.
Gli agenti potranno consultare le caratteristiche (zona, mq, tipo e prezzo) e nel caso interessati contattare direttamente il gestore del fondo.

 

Azienda settore articoli per la conservazione degli alimenti cerca agenti in Campania

25 Marzo 2015 Posted by Articoli, Ricerca agenti 0 thoughts on “Azienda settore articoli per la conservazione degli alimenti cerca agenti in Campania”

Genialprod s.r.l.s , qualificata nel settore degli articoli per la conservazione degli alimenti quali (alluminio in rotoli, vaschette, pellicola e carta forno ) cerca rappresentanti che operino in Campania nel canale dettaglio e piccolo ingrosso.

Per info e contatti :3206974032

info@genialprod.com

Cosimo Nappi

OPEN DAY, consulenze legali e fiscali gratuite per gli agenti

18 Marzo 2015 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “OPEN DAY, consulenze legali e fiscali gratuite per gli agenti”

Il 26 marzo 2015, in occasione del 50° anniversario dalla fondazione, USARCI LANARC REGALA UNA CONSULENZA, fiscale e legale, a tutti gli agenti che ne facciano richiesta. Fateci pervenire le vostre prenotazioni su questa pagina, tramite mail all’indirizzo lanarcusarci@virgilio.it, oppure telefonando allo 0817613541.

USARCI in tv, forum delle piccole e medie imprese

13 Marzo 2015 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “USARCI in tv, forum delle piccole e medie imprese”

Gli agenti di commercio e le iniziative organizzate in favore della Categoria. Se n’è parlato lunedì 9 marzo nel corso del “forum delle piccole e medie imprese”, il programma televisivo registrato negli studi di Antenna 3 a Milano, a cui ha partecipato il Segretario Nazionale dell’USARCI, Antonello Marzolla.

Al centro del dibattito anche la Cooperativa Fenyci, l’organizzazione che consente agli agenti di avere supporto e consulenza nella scelta della propria automobile.

Ospiti della trasmissione, insieme al Segretario USARCI, anche Eugenio Massetti, Presidente di Confartigianato Lombardia, e Flavio Sciuccati, esperto in strategia industriale dello Studio Ambrosetti.

La puntata andrà in onda per tutto il mese di marzo sulle seguenti emittenti negli orari di seguito segnalati:

  • il mercoledì alle ore 20.00 su Antenna 3 (canale 11 digitale terrestre)
  • il giovedì alle ore 22.55 su Telelombardia (canale 10 digitale terrestre)
  • il venerdì alle ore 20.00 su Torinow (canale 199 digitale terrestre)
  • il sabato alle ore 18.00 su Milanow (canale 191 digitale terrestre)
  • la domenica alle ore 22.00 su Milanow (canale 191 digitale terrestre).

1965-2015: buon compleanno LANARC

9 Marzo 2015 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “1965-2015: buon compleanno LANARC”

L’associazione napoletana degli agenti di commercio compie 50 anni

Da Napoli il contributo decisivo alla cancellazione dello “Star del Credere”

La fotogallery dei primi 10 anni dell’associazione LANARC

Dal presidente della USARCI-LANARC, Luciano Falgiano, riceviamo e pubblichiamo

[dropcap style=”default, square, or circle”]S[/dropcap]ono trascorsi cinquant’anni da quel lontano otto marzo 1965, e far rivivere questi anni in poche righe non è compito facile. Non voglio assolutamente fare la commemorazione dei miei predecessori, ma non posso esimermi dal parlare di persone amiche che ho conosciuto e con le quali ho condiviso progetti e battaglie sindacali. L’unico che non ho mai conosciuto è stato il primo Presidente della LANARC, Ferdinando Cortese, del quale, tuttavia, ho letto gli articoli pubblicati su “Il Giornale dell’Agente di Commercio”. Essi sono raccolti in un libro, di cui sono ancora disponibili in Associazione alcune copie, che coprono un periodo di circa dieci anni. Testimoniano la sua preparazione e la sua lungimiranza, ma anche quanto sia stato difficile aggregare, far accettare ai colleghi, all’agente di commercio, figura individualista, le parole solidarietà, collaborazione attenzione al bene comune.

Con Cortese inizia l’attività pioneristica della nostra Associazione. Con l’avvento alla Presidenza di Francesco De Pasquale, vi fu il primo salto di qualità, anche perché, di lì a poco, De Pasquale fu chiamato a dirigere, in qualità di Presidente Nazionale, l’USARCI. A De Pasquale va anzitutto riconosciuto il merito di avere intuito la necessità di avere una sede Nazionale a Roma, più vicina alle Istituzioni, organizzata in modo univoco, diversamente da quanto accadeva prima, quando la Sede Nazionale era lì dove risiedeva il Presidente.

All’elezione di De Pasquale all’USARCI si affiancò a Napoli la Presidenza Gennaro Padrone che, con l’aiuto di Lomonaco, De Crescenzo, Parlato, e tanti altri valenti colleghi, condusse il Sindacato ad essere punto di riferimento per l’Usarci. Essi stessi ebbero incarichi di responsabilità all’interno del Sindacato Nazionale, assumendo per anni la Vicepresidenza e la Tesoreria, svolgendo i loro ruoli con abnegazione, tanto da riceverne grandi gratificazioni.

In questo periodo, grazie all’impegno di Emanuele Lomonaco, fu portata a compimento una vittoria storica per tutti gli agenti di commercio, la cancellazione dello “Star del Credere”, era il 21 Dicembre 1999. Il corso degli eventi hanno portato anche Lomonaco, ed il compianto Federico Parlato, alla Presidenza del sindacato che mi onoro di rappresentare.

Posso affermare che in tutti questi anni non è mai venuto meno lo spirito del fondatore, Ferdinando Cortese. Anzi, tutti noi che gli siamo succeduti abbiamo continuato e continuiamo a ricercare, insieme ai nostri associati, lo spirito della solidarietà, della collaborazione, dell’attenzione al bene comune.

Allora Auguri LANARC, che il futuro riservi altri cinquant’anni di impegno sindacale a fianco degli agenti di commercio.

 

Enasarco: a marzo nuovo Regolamento elettorale

2 Marzo 2015 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Enasarco: a marzo nuovo Regolamento elettorale”

La Fondazione: da designazione a elezioni cda, svolta storica

Il Consiglio di amministrazione della Fondazione Enasarco ha avviato la procedura per l’approvazione del nuovo Regolamento elettorale per il rinnovo degli organi della Cassa. Entro la prima settimana di marzo – informa una
nota – dopo la consultazione con le parti sociali, il Consiglio approverà in via definitiva il Regolamento. Entro la metà di marzo, sarà la volta dell’approvazione definitiva del nuovo Statuto della Fondazione. Come definito nei mesi scorsi, gli attuali vertici della Cassa stanno portando a termine il processo di rinnovamento della Fondazione nel segno della trasparenza e della più ampia partecipazione degli iscritti.
”Il nuovo Statuto e il nuovo Regolamento, infatti, segnano una svolta storica nella vita della Cassa, con il passaggio dal metodo delle designazioni dei componenti del Cda a quello della loro elezione da parte degli agenti e dei rappresentanti di commercio. Un cambiamento che si accompagna, peraltro, a incisivi interventi regolamentari e gestionali nel segno della maggiore efficienza dei processi di investimento, con l’obiettivo sistematico della più efficace allocazione delle risorse della cassa per la massima stabilità finanziaria dei conti”.

ENASARCO, bando per 1000 borse di studio

26 Febbraio 2015 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “ENASARCO, bando per 1000 borse di studio”

La Fondazione Enasarco assegna agli studenti meritevoli, che nell’anno 2014 abbiano terminato un percorso di studio, dei premi per il conseguimento dei seguenti titoli:

– scuola secondaria di 2° grado;
– corsi universitari di laurea di primo livello;
– corsi universitari di laurea specialistica;
– corsi di specializzazione o master post laurea specialistica mediante convenzioni stipulate dalla Fondazione con le università;

Le richieste, redatte sull’apposito e sottoscritte dall’avente titolo, dovranno essere inoltrate entro e non oltre il 30 aprile 2015. Si ricorda che fa fede la data del timbro postale di spedizione e le domande inviate dopo tale data o prive della documentazione richiesta non saranno valutate.

Ripartizione dei premi

  • n.500 da 500 euro ciascuno, per studenti, figli di agenti o rappresentanti di commercio che hanno conseguito il diploma della scuola secondaria di 2° grado “maturità”;
  • n.250 da 700 euro ciascuno, per studenti, figli di agenti o rappresentanti di commercio che hanno conseguito una “laurea di primo livello”;
  • n.200 da 1.000 euro ciascuno, per studenti, figli di agenti o rappresentanti di commercio che hanno conseguito una “laurea specialistica”;
  • n.50 da 800 euro ciascuno, per studenti-lavoratori regolarmente iscritti alla Fondazione che hanno conseguito una “aurea di primo livello” o una “laurea specialistica”;
  • n.6 da 5.000 euro ciascuno per corsi di specializzazione o master post laurea specialistica mediante convenzioni con istituzioni universitarie, in materie attinenti agli scopi istituzionali della Fondazione.

Per maggiori informazioni e per la compilazione della pratica, gli agenti della Campania possono contattare la segreteria della USARCI-LANARC al numero 081.7613541, oppure all’indirizzo email: lanarcusarci@virgilio.it;

Enasarco, sindacati chiedono incontro ministero Lavoro

29 Gennaio 2015 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Enasarco, sindacati chiedono incontro ministero Lavoro”

I sindacati degli agenti e rappresentanti di commercio (Fnaarc, Usarci, Fiarc, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs, e Ugl Terziario), nell’esprimere ”forte preoccupazione” in merito a possibili interventi sulla ‘governance’ della Fondazione Enasarco, hanno richiesto ”con urgenza – informa una nota – un incontro al Ministro del Lavoro per sottoporre all’attenzione delle autorità competenti la situazione dell’ente previdenziale e soprattutto le istanze delle categorie”. L’iniziativa delle organizzazioni sindacali, firmatarie degli accordi economici collettivi, muove da ”notizie circolate in questi giorni sul presente e futuro” dell’ente di assistenza degli agenti e rappresentanti di commercio.

Con tutta probabilità tali “notizie” consistono nella richiesta di commissariamento dell’ente chiesto a Giuliano Poletti, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, da parte di Anasf, Federagenti e Fiaip (rispettivamente l’associazione dei promotori finanziari e le associazioni maggiormente rappresentative degli agenti di commercio e agenti immobiliari). Infatti  Anasf, Federagenti e Fiaip auspicano che il Ministero del Lavoro accolga la proposta della Commissione parlamentare di controllo sugli enti di previdenza, di commissariare Enasarco e avvii una stagione di profondo cambiamento nella gestione di Ente di previdenza degli agenti di commercio, ”più trasparente e realmente partecipata” affermano in una nota congiunta. “Da tempo chiediamo il commissariamento di Enasarco – dice il presidente Anasf, Maurizio Bufi – accogliamo con favore la richiesta avanzata dalla Commissione e pensiamo possa essere anche la strada per consentire a tutti gli iscritti attraverso la condivisione di un nuovo Statuto, di poter concorrere all’elezione dei nuovi organi sociali”. “Occorrono nuovi meccanismi gestionali e di governance a tutela degli iscritti della fondazione, che potrebbero essere sicuramente individuati durante il periodo commissariale” conferma Luca Gaburro, segretario generale Federagenti. ”Siamo inoltre preoccupati –
aggiunge Paolo Righi, presidente Fiaip – per il presunto scarto di valore nei bilanci dell’ente previdenziale di oltre 465 milioni di euro. Per questo auspichiamo l’intervento del ministero e degli organismi di vigilanza per far luce sulla vicenda”.

Non si è fattaattendere la replica di ENASARCO ”è infondata qualsiasi richiesta di commissariamento dell’ente da
qualsiasi parte provenga. E’ stata fornita alla Commissione parlamentare, ai ministeri vigilanti e alla Covit e tutti i
chiarimenti richiesti con tutta la documentazione allegata”. ”E’ tanto più paradossale – prosegue l’ente nazionale di
assistenza degli agenti e rappresentanti di commercio – che la richiesta di commissariamento arrivi in un momento in cui la Fondazione non solo ha approvato il nuovo Statuto ma sta raggiungendo risultati sempre migliori in fatto di stabilità finanziaria, rendimento degli investimenti e dismissione del patrimonio immobiliare”.

Contributi 2015 ENASARCO, il vademecum per gli adempimenti

19 Gennaio 2015 Posted by Articoli 0 thoughts on “Contributi 2015 ENASARCO, il vademecum per gli adempimenti”

Con il regolamento delle attività istituzionali della Fondazione Enasarco entrato in vigore dal 1 gennaio 2012, l’aliquota contributiva aumenterà progressivamente di anno in anno fino a raggiungere il 17% nell’anno 2020.
Per il 2015 l’aliquota contributiva è del 14,65%, di cui:

  • il 7,325 % a carico Agente;
  • il 7,325% a carico della mandante.

I massimali provvigionali, che rappresentano l’imponibile contributivo previdenziale obbligatorio sono:

  • per rapporti di Agenzia Monomandatario € 37.500;
  • per rapporti di Agenzia Plurimandatario € 25.000.

Il contributo è destinato per il 12,90% al calcolo della futura pensione integrativa Enasarco, ed il 1,75% al titolo di solidarietà.
Per gli Agenti di società di capitali, S.p.A e S.rl. per il 2015 l’aliquota contributiva è della misura del 3,60% fino a 13 milioni di provvigioni, di cui:

  • lo 0,80 % a carico dell’Agente di società;
  • del 2,80 % a carico della preponente.

Siamo in attesa di ricevere dalla Fondazione Enasarco l’importo dei minimali contributivi, rivalutati in base all’indice ISTAT.
Ricordiamo infine che è espressamente previsto l’obbligo di comunicazione delle provvigioni maturate, posto a carico del preponente, anche con il raggiungimento del massimale provvigionale.

Rimaniamo a tua disposizione per ogni altra informazione al numero 0817613541.

Segreteria USARCI-LANARC

 

2015, l’anno della ripresa

12 Gennaio 2015 Posted by Articoli, Economia 0 thoughts on “2015, l’anno della ripresa”

L’ISTAT prevede a breve la fine della recessione, ma il mercato del lavoro resta debole. «La fase di contrazione dell’economia italiana è attesa arrestarsi nei prossimi mesi, in presenza di segnali positivi per la domanda interna», dice l’istituto, sottolineando come «le condizioni del mercato del lavoro “rimangono tuttavia difficili” con un tasso di disoccupazione in crescita». 

Il PIL, secondo le ultime rilevazioni ISTAT aggiornate al terzo trimestre 2014 (grafico n°1), continua a crescere, ed ha raggiunto i -0,5 punti percentuali, un risultato peggiore del -0,2% registrato il secondo trimestre dell’anno, ma lusinghiero rispetto al picco negativo di -2,8 punti registrato nel quarto trimestre del 2012.Immagine1

Lo spread, il differenziale tra i BTP italiani e i BUND tedeschi, cioè uno dei principali indicatori della stabilità economia del Paese, nei primi giorni del 2015 è rimasto stabile sotto i 130 punti base, circa una quarto del picco negativo di 550 punti base registrato alla fine del 2011 (grafico 2).Immagine2

L’inflazione, invece, rimane stabile (grafico n° 3) . In particolare secondo l’ISTAT «nel mese di novembre 2014, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, diminuisce dello 0,2% rispetto al mese precedente e aumenta dello 0,2% nei confronti di novembre 2013 (era +0,1% a ottobre), confermando la stima preliminare. Al netto degli alimentari non lavorati e dei beni energetici, l'”inflazione di fondo” resta stabile a +0,5%; mentre al netto dei soli beni energetici, sale a +0,6%, da +0,4% di ottobre».Immagine3

Altro dato stabile, diffuso dall’istituto nazionale di statistica, è quello relativo alla fiducia delle imprese. «A dicembre 2014 l’indice composito del clima di fiducia delle imprese italiane rilevato dall’Istat è stabile, rispetto al mese precedente, a 87,6». Il clima di fiducia delle imprese, spiega l’Istituto di statistica, «migliora nel settore manifatturiero ed in quello del commercio al dettaglio, peggiora nel settore delle costruzioni e dei servizi di mercato».

Come anticipato aumenta la disoccupazione (grafico n°4), in particolare quella giovanile. Gli ultimi dati ufficiali, relativi a ottobre 2014 fanno registrare un tasso al 13,2%, e le previsioni degli ultimi mesi confermano l’andamento negativo.Immagine4

In estrema sintesi, come confermato dall’ISTAT, «lo scenario macroeconomico permane frammentato. Tra le economie avanzate, gli Stati Uniti mostrano vigorosi segnali di crescita mentre nell’area euro gli indicatori anticipatori evidenziano i primi segnali di miglioramento». «L’assestamento del prezzo del petrolio ai bassi livelli attuali è previsto influire moderatamente, in senso positivo, sulla crescita economica dei principali paesi europei».

«La fase di contrazione dell’economia italiana è attesa arrestarsi nei prossimi mesi, in presenza di segnali positivi per la domanda interna». «Le condizioni del mercato del lavoro rimangono tuttavia difficili con livelli di occupazione stagnanti e tasso di disoccupazione in crescita».

 

Enasarco: Boco, da Ministero Lavoro pareri ok su bilancio

18 Dicembre 2014 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Enasarco: Boco, da Ministero Lavoro pareri ok su bilancio”

Di Gioia (Commissione controllo), non possiamo commissariare Ente

La nuova Relazione della Covip (Commissione di vigilanza sui fondi pensione) che “credo sia in possesso del ministero del Lavoro, potrebbe rappresentare unaFondazione Enasarco parecchio cambiata, con evoluzioni consistenti, rispetto ai rilievi che ci erano stati mossi” in passato, soprattutto in tema di investimenti. A sostenerlo, in Commissione Bicamerale di controllo sugli Enti previdenziali, Brunetto Boco, presidente di Enasarco, aggiungendo che “c’è anche una lettera del ministero del Lavoro che dà precise valutazioni sulla positività del nostro bilancio”.
Riguardo alla cessione del credito, “abbiamo dovuto restituire 13 milioni che ci erano stati dati, avendoli iscritti a bilancio come plusvalenza, abbiamo dovuto pagare gli interessi alla Elliott Management, con un risultato finale che si è tradotto per la Fondazione in un danno di circa 2 milioni di euro, considerando anche il compenso alla società di consulenza”; a tal proposito, ha specificato che l’Ente previdenziale degli agenti di commercio ha “deliberato delle azioni di responsabilità, ricorsi e richieste di danno nei confronti degli ex dirigenti e nei confronti della società di consulenza. E le udienze sono già fissate”.
Quanto alla richiesta di commissariamento dell’Ente, il senatore che l’ha avanzata in avvio di audizione, Sergio Puglia (M5s), si é appellato alla Commissione, affinché‚ esamini congiuntamente la proposta, ma il presidente della Bicamerale, Lello Di Gioia (Misto) è intervenuto per “far notare che non siamo un organo che può commissariare”, tuttavia “faremo le nostre valutazioni” per verificare se è opportuno riportare la richiesta ai ministeri che vigilano (Economia e Lavoro, ndr) sulle Casse previdenziali dei professionisti.

AEC Artigianato, siglato l'accordo

15 Dicembre 2014 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “AEC Artigianato, siglato l'accordo”

Gli agenti di commercio del comparto artigiano hanno il loro nuovo contratto nazionale di lavoro. Mercoledì 10 dicembre, presso la sede della CNA in Roma, è stato firmato dalle parti sociali (Fiarc, Fnaarc, Usarci, Filcams-Cgil, Uiltucs, Fisascat Cisl e Ugl Terziario) e mandanti artigiane (Cna, Confartigianato, Casartigiani e Claai) l’accordo economico collettivo (Aec) che la categoria aspettava da diversi anni.

Fra le novità principali, la riduzione al 15% (rispetto al 20% previsto dal vecchio Aec) del limite oltre il quale le aziende non possono diminuire le provvigioni (oltre che la zona, la clientela e i prodotti: in sostanza, i parametri che determinano il valore economico di un contratto di agenzia) senza il consenso dell’agente. Fino al 15%, dunque, rimane la possibilità di una modifica unilaterale del contratto, tuttavia si è cercato di porre un limite a questa possibilità abbassandone la soglia.

 

Altre novità sono:
– maggiori tutele per i rapporti a tempo determinato;
– limitazione al patto di prova;
– titolarità all’agente delle somme accantonate a titolo di Firr;
– variata la tempistica per rifiutare gli ordini da parte della mandante che è passata da 60 a 30 giorni;
– gli interessi per il mancato pagamento delle provvigioni sono quelli previsti dal D.Lgs. 231/2002 e successiva modifica D.Lgs. n.192 del 9/11/2012;
– la possibilità di sospendere il rapporto di agenzia in caso di gravidanza o di adozione o affidamento è stato esteso a 12 mesi;
– il calcolo della indennità meritocratica è variato nella metodologia ed in taluni casi è notevolmente superiore alla attuale;
– inserito sia il diritto all’indennità per quanto riguarda il pensionamento per invalidità, 67%; sia in caso della cosiddetta “rottamazione” delle licenze, oltre al diritto all’indennità per il raggiungimento della pensione di vecchiaia Inps.

È possibile scaricare l’accordo integrale cliccando sulla seguente icona

pdf-icon-copy-200x200

2014 AEC Artigianato

 

Enasarco, nel 2014 adottati 6 regolamenti per maggiore efficienza

28 Novembre 2014 Posted by Articoli, Sindacato 2 thoughts on “Enasarco, nel 2014 adottati 6 regolamenti per maggiore efficienza”

Audizione in Bicamerale, Nuovo Statuto: iscritti eleggono Cda

Nel 2014 “sono stati approvati 6 regolamenti e procedure utili al miglioramento della governance”. Si tratta dei provvedimenti che intervengono nei seguenti ambiti:

  • gestione dei conflitti d’interesse;
  • disciplina del diritto di accesso agli atti;
  • impiego e la gestione delle risorse finanziarie, in attuazione delle osservazioni” dei ministeri vigilanti dell’aprile 2014;
  • regolamento funzione controllo del rischio;
  • la policy della Fondazione per la gestione degli investimenti”;
  • il nuovo Statuto;

Lo hanno dichiarato mercoledì i vertici di Ensarco, l’Ente previdenziale degli agenti di commercio, durante un’audizione in Commissione Bicamerale di controllo sulle Casse pensionistiche private.

In particolare, è stato evidenziato che, in base a quanto stabilito nel nuovo modello statutario dell’istituto presieduto da Brunetto Boco, “i componenti del Consiglio di amministrazione non saranno più nominati dalle parti sociali, ma eletti dagli iscritti“, con requisiti stringenti di “onorabilità, competenza e professionalità” per i membri degli organi, mentre c’è una “precisa autoregolamentazione nella gestione degli investimenti e del patrimonio”.

Lo Statuto è stato inviato ai ministeri vigilanti, ai sensi del dlgs 509/1994, e i regolamenti elencati “sono tutti esecutivi”. Nel corso dell’audizione, Sergio Puglia (M5s) da’ “atto ai vertici di Enasarco di aver presentato una relazione che manifesta la volontà di fare chiarezza” sull’amministrazione della Cassa, dopo che due settimane fa, in un precedente incontro (a cui hanno partecipato il direttore generale Carlo Bravi, i vice presidenti Gianroberto Costa e Giovanni Maggi) era stato chiesto un supplemento di documentazione inerente, soprattutto, il versante degli investimenti e la loro gestione, nonché‚ il processo di dismissione degli immobili.

Il senatore pentastellato, ricordando la mole di regolamenti ed il nuovo Statuto illustrati, licenziati tutti nei mesi scorsi, ritiene siano in parte frutto dello “stimolo” che la Bicamerale ha esercitato, in termini di trasparenza, nei confronti di Enasarco. L’intera Commissione, però, come chiesto anche da Roberto Morassut (Pd), si riserva alcuni giorni di tempo per analizzare la “corposa relazione” depositata.

Pistoia, truffa ditta di vernici con sim card, denunciato

27 Novembre 2014 Posted by Articoli 0 thoughts on “Pistoia, truffa ditta di vernici con sim card, denunciato”

L’agente di commercio truffaldino per ora è irreperibile

Piani telefonici attivati senza il consenso del cliente. Per questo due persone denunciate dai carabinieri di Pistoia per reati inerenti il web e le telecomunicazioni.

Nel primo caso un agente di commercio 56enne, con vari precedenti di polizia a suo carico, è stato denunciato per sostituzione di persona e truffa ai danni di una ditta di vernici e smalti di Pistoia. L’uomo, in qualità  di collaboratore esterno di una società di telefonia mobile di Sesto Fiorentino, ha attivato quattro sim card, fornite con i relativi  contratti, per conto dell’ignara ditta pistoiese, incassando le relative provvigioni e cagionando un danno di circa 500 euro.

L’agente di commercio truffaldino, per ora irreperibile, è stato  denunciato nell’anno in corso da vari comandi dell’Arma competenti per
territorio per altre truffe simili, commesse anche nelle province di Firenze, Prato, Lucca e Pisa.

Nell’altro episodio invece ad essere denunciato è un 47enne della provincia di Cosenza, con vari precedenti di polizia per truffe ed altri reati contro patrimonio, che ha messo in atto il (purtroppo classico e sempre più frequente) raggiro in internet, con il falso annuncio di vendita su un noto sito di e-commerce di uno smartphone al prezzo di 250 euro. Ovviamente la vittima pistoiese che ha pagato la cifra richiesta non si è vista recapitare il telefono desiderato.

Ottimizzare il lavoro, seminario USARCI-LANARC su Google Drive e Microsoft One Drive

21 Novembre 2014 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Ottimizzare il lavoro, seminario USARCI-LANARC su Google Drive e Microsoft One Drive”

L’uso delle tecnologie digitali e dei nuovi media tra gli agenti di commercio. Se n’è parlato ieri nel corso del I° seminario “l’agente di commercio 2.0”. L’incontro, organizzato dalla USARCI-LANARC, si è svolto ieri nella sede della Camera di Commercio di Napoli al Centro Direzionale di Napoli, ed è stato incentrato sugli strumenti disponibili gratuitamente in rete per la gestione e la programmazione del lavoro.

In particolare il seminario si è concentrato sulle potenzialità offerte da ‘Google Drive’ e ‘One Drive, cioè le applicazione prodotte rispettivamente da Google e da Microsoft, che mettono a disposizione degli utenti un ambiente di lavoro di ultima generazione. 1.-AGENTE-2.0

Grazie a queste applicazioni, infatti, è possibile usufruire di uno spazio web per archiviare ogni genere di file. Inoltre è possibile creare documenti, fogli di calcolo, presentazioni con slide, che possono essere condivisi e modificati. Infine Google Drive e One Drive danno la possibilità agli utenti di gestire un’agenda elettronica, perfettamente integrata con la rubrica e con dei navigatori satellitari. Tutto questo è offerto in maniera gratuita dai colossi di Mountain View e di Redmond. Per utilizzarli è sufficiente avere un account di posta GMAIL o MSN.

A illustrare le funzionalità più avanzate di questi servizi, come creare file di testo e fogli di calcolo, oppure come condividere appuntamenti e ‘reminder’ con i propri contatti, ci hanno pensato Paolo Laudati, esperto di marketing e organizzazione aziendale, e Stefano Esposito, esperto di sistemi informatici, comunicazione e trasferimento dati.

L’agente di commercio 2.0

19 Novembre 2014 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “L’agente di commercio 2.0”

Domani il seminario al Centro Direzionale

L’uso delle tecnologie digitali e dei nuovi media tra gli agenti di commercio. Se ne parlerà domani nel corso del I° seminario “l’agente di commercio 2.0”.

L’incontro, gratuito, si svolgerà domani, a partire dalle ore dieci, nella sala Riunioni della Camera di Commercio di Napoli al Centro Direzionale.

Scopo del seminario è quello di introdurre alle nuove tecnologie digitali e di comunicazione i professionisti del commercio.

L’ attuale tecnologia ha sviluppato nuovi strumenti di cui, sempre di più, si avvalgono le imprese nello svolgimento delle loro attività commerciali al fine di essere sempre tempestivi nel trasferimento delle informazioni e seguire così meglio la propria clientela.

Si presenterà una panoramica generale di servizi digitali utilizzabili gratuitamente dagli agenti di commercio anche nei momenti di massima mobilità, e che consentono un notevole miglioramento delle proprie performance personali.

 

Programma

Ore 10:00-11,30: “l’ organizzazione della propria attività quotidiana con il supporto dei servizi digitali gratuiti di Google ®” (Paolo Laudati, esperto di marketing ed organizzazione aziendale).

Ore 11:30-12:30: “I servizi Vodafone per la mobilità, voce e dati” (ing. Stefano Esposito, esperto di sistemi informatici, comunicazione e trasferimento dati).

Ore 12:30-13:00: Domande ai relatori.

Per partecipare occorre prenotarsi presso l’Associazione ai seguenti recapiti:

  • 081 7613541
  • Fax 081 7613673
  • EMAIL: lanarcusarci@virgilio.it
  • Oppure direttamente presso sede Centro Direzionale di Napoli-ISOLA F/11 Complesso Esedra ai seguenti orari: lunedi: ore 10:00 – 13:00 – martedi, mercoledi e giovedi: ore 9:30 – 17:30