Posts in ENASARCO

Cassazione: mandante responsabile dei versamenti ENASARCO

21 Maggio 2020 Posted by Articoli, ENASARCO, Sindacato 0 thoughts on “Cassazione: mandante responsabile dei versamenti ENASARCO”

La Corte di Cassazione ha statuito che la mandante perde il diritto di recuperare i contributi previdenziali a carico dell’agente se non effettua la relativa trattenuta contestualmente al pagamento delle somme a cui si riferiscono i contributi.

Questi i fatti: una mandante omette l’iscrizione e il versamento dei contributi previdenziali presso l’Enasarco. L’agente effettua la relativa segnalazione al servizio ispettivo dell’Ente, il quale provvede a recuperare dalla mandante tutti i contributi omessi (sia per la quota parte di pertinenza della preponente sia per la quota parte a carico del ‘agente) con le relative sanzioni.

La mandante a questo punto agisce in giudizio nei confronti dell’agente per ottenere la restituzione della quota parte dei contributi a carico di quest’ultimo.

L’agente si difende eccependo che la preponente non può richiedere la restituzione di tali somme – neppure a titolo di indebito — essendo essa tenuta al pagamento per specifica previsione normativa e per non avere effettuato la relativa trattenuta contestualmente al pagamento delle provvigioni a cui si riferiscono i contributi ai sensi cell’art.7 della L.12/73, secondo il quale “Il diritto a trattenere la parte dei contributi a carico dell’agente e del rappresentante di commercio deve essere esercitato all’atto del pagamento delle somme a cui si riferiscono i contributi”.

La sentenza


La Corte Suprema di Cassazione sezione lavoro — con sentenza n. 4226 del 13.02.2019 (che ha confermato la sentenza della Corte d’Appello di Bologna n. 561 del 08.04.2014) ha accolto la tesi difensiva dell’agente USARCI avendo statuito che “all’accoglimento della richiesta della società mandante osta il disposto dell’art. 7 della legge n. 12 del 1973, essendo il preponente responsabile del pagamento dei contributi anche per la parte a carico dell’agente. Pertanto nessuna forma di indebito è configurabile nel caso di specie”.

Ne consegue che la quota contributiva a carico dell’agente di commercio deve necessariamente essere trattenuta dalla mandante al momento del pagamento delle somme cui i contributi si riferiscono, non potendo il preponente effettuare tale trattenuta in un momento successivo.

Bonus per gli agenti, erogazioni e nuove tranches

21 Maggio 2020 Posted by Articoli, ENASARCO, Sindacato 3 thoughts on “Bonus per gli agenti, erogazioni e nuove tranches”

INPS, Regione Campania e ENASARCO hanno predisposto, a vario titolo, delle misure a sostegno del lavoro. Alcune di esse riguarda la categoria degli agenti di commercio. Ma qual è la situazione attuale? Vediamole nel dettaglio.

Bonus INPS


In base DECRETO RILANCIO ai lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Assicurazione generale obbligatoria (AGO), quindi anche agli agenti di commercio, già beneficiari per il mese di marzo 2020 dell’indennità pari a 600 euro viene erogata un’indennità di pari importo anche per aprile 2020. La somma sarà erogata in automatico.

Bonus Regione Campania


Pubblicata la lista dei beneficiari del BONUS di 2000 euro erogati dalla REGIONE CAMPANIA. E’ possibile consultarla a questo link:

http://pianosocioeconomico.regione.campania.it/?wpdmpro=bonus-imprese-elenchi-beneficiari-da-1-a-21

Bonus ENASARCO


L’Ente ha provveduto a pubblicare la graduatoria provvisoria per le erogazione straordinaria covid-19 di 1000 euro. Da oggi, 14 maggio, accedendo alla propria area riservata InEnasarco, sarà possibile visualizzare la collocazione provvisoria della propria richiesta rispetto al numero di domande pervenute.Leggi oltre …

Bonus ENASARCO, la guida passo passo per richiederlo

6 Aprile 2020 Posted by Articoli, ENASARCO, Sindacato 26 thoughts on “Bonus ENASARCO, la guida passo passo per richiederlo”

La USARCI ha elaborato una guida illustrata per supportare gli agenti che intendono richiedere il bonus stanziato da ENASARCO per far fronte all’emergenza coronavirus.

Per visualizzare o scaricare la guida basta cliccare il seguente link: Tutorial Contributo Enasarco Covid-19

Elezioni ENASARCO, l’emergenza Covid-19 le fa slittare

27 Marzo 2020 Posted by Articoli, ENASARCO, Sindacato 0 thoughts on “Elezioni ENASARCO, l’emergenza Covid-19 le fa slittare”

Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione previdenziale degli Agenti di Commercio, Consulenti Finanziari e Agenti in attività finanziaria, riunitosi d’urgenza questa mattina, ha votato lo slittamento del voto a data destinarsi per l’emergenza Coronavirus.

Le elezioni per l’Assemblea dei Delegati di Enasarco si sarebbero dovute svolgere per via telematica dal 17 al 30 aprile prossimi e avrebbero coinvolto circa 230 mila elettori tra Agenti e Consulenti. L’emergenza sanitaria e le misure di sicurezza adottate impediscono il regolare svolgimento di incontri e ed eventi per informare adeguatamente gli elettori sulle liste in corsa e le loro proposte. La delibera è stata approvata a maggioranza con 10 voti favorevoli e 5 contrari.

“Questo è un momento di grande tristezza che richiede responsabilità. Chiedere ora alla categoria di essere il “terreno” di una campagna elettorale dove gli si domanda di votare anteponendo questi problemi oggettivi sarebbe stato da irresponsabili e insensibili – commenta Antonello Marzolla, Segretario Nazionale Usarci e membro del cda Enasarco -. Votare ad aprile vorrebbe dire impedire al cda di assumere qualsivoglia tipo di decisione o provvedimento di natura eccezionale in favore della Categoria. Il Consiglio si troverebbe infatti nel periodo “bianco” con possibilità solo sull’ordinaria amministrazione. Inoltre tecnicamente il voto comporterebbe l’inserimento del nuovo cda non prima della fine di giugno se non la prima quindicina di luglio facendo così mancare il governo della fondazione proprio nel pieno della crisi sanitaria.”

Il voto è rimandato fino a quando l’emergenza sarà terminata. Il mandato degli organi attualmente in carica è prorogato fino alla nomina di quelli nuovi, a seguito delle elezioni.

“Le elezioni non sono cancellate ma saranno differite di alcuni mesi, nessun colpo di stato! Tutte le casse privatizzate prossime a elezioni stanno facendo lo stesso – afferma Umberto Mirizzi Presidente USARCI -. Se sono state rinviate di un anno le Olimpiadi, certamente rimandare di qualche mese le elezioni Enasarco non creerà alcun danno alla Categoria ma solo benefici. Spiace leggere tanta violenza nei confronti di chi rispetta e partecipa alle sofferenze della Categoria, etichettando la larghissima maggioranza delle organizzazioni maggiormente rappresentative della nostra Categoria come attentatrici della democrazia. Chi è dell’Usarci sa bene quale sia qualità della nostra democrazia”.

Case di riposo, da ENASARCO contributi fino a 5mila euro

25 Ottobre 2019 Posted by Articoli, ENASARCO 0 thoughts on “Case di riposo, da ENASARCO contributi fino a 5mila euro”

La fondazione ENASARCO supporta economicamente i suoi pensionati ospitati nelle case di riposo. E lo fa con con un contributo che può raggiungere i 5.200 euro, da erogare in due semestralità di 2.600 euro ciascuna.

La misura è rivolta ai pensionati ospitati nelle case di riposo nel periodo compreso tra il 1° gennaio al 31 dicembre 2019.

Per accedere al concorso è necessario possedere tutti i seguenti requisiti:

  • aver superato il 65° anno di età,
  • essere titolari della pensione Enasarco (vecchiaia; invalidità; inabilità),
  • non svolgere alcuna attività lavorativa,
  • essere titolare di un reddito annio loro anno 2017 non superiore a 45.000 euro,
  • essere ospitati stabilmente, nel 2019, in case di riposo per anziani in Italia.

Come anticipato, il contributo può raggiungere i 5.200 euro, in due semestralità di 2.600 euro ciascuna.  Lo stesso contributo non potrà superare la spesa totale sostenuta e documentata. Se il soggiorno iniziasse dopo il 1° gennaio o se si interrompesse in corso d’anno, l’importo verrà proporzionalmente ridotto. In caso di decesso del pensionato nel corso del semestre, gli eredi legittimi potranno richiedere – entro sei mesi – l’accredito di eventuali importi residui.

Il termine per la presentazione della domanda il 31/01/2020. Il modello a questo link e presso gli uffici della Fondazione. Si può scegliere di inviare la documentazione tramite:

  • posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo prestazioniassistenziali@pec.enasarco.it oppure
  • raccomandata A/R a: Fondazione Enasarco – Servizio Prestazioni/PIF – Via A. Usodimare 31, 00154 Roma.

Documentazione

Gli iscritti dovranno allegare la seguente documentazione:

  • copia della dichiarazione della casa di riposo dalla quale risultino disponibilità del posto riservato e importo della retta annua;
  • copia della dichiarazione dei redditi presentata nel 2018;
  • copia del documento di identità valido del richiedente.

Il pensionato deve inoltre indicare se il pagamento è a suo carico o se riceve un rimborso, e in che misura, da parte di atri enti previdenziali o assistenziali.