Elezioni ENASARCO, a Napoli presentati temi e candidati

2 Marzo 2020 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Elezioni ENASARCO, a Napoli presentati temi e candidati”

I candidati LANARC: l’obiettivo è semplificare i rapporti tra gli agenti di commercio e la cassa di previdenza

La campagna elettorale per le elezioni dei delegati ENASARCO entra nel vivo. Giovedì, nel corso di un convegno tenutosi presso la sede napoletana della USARCI-LANARC, sono stati presentati candidati e programma della lista “Solo Agenti in ENASARCO”, la formazione promossa dal sindacato USARCI.

I candidati del collegio Campania sono Luigi Doppietto, vicepresidente USARCI e delegato uscente ENASARCO; Antonio Pastore, segretario USARCI-LANARC; Gianpaolo Russo, consigliere USARCI-LANARC.

Ad esporre il programma è stato anzitutto Luigi Doppietto: «La peculiarità della nostra lista, come indicato nel nome, è quella di essere formata esclusivamente da agenti di commercio. L’assemblea dei delegati ENASARCO sarà formata anche da rappresentanti delle ditte mandanti e dei promotori finanziari, perciò è fondamentale che gli agenti sostengano numerosi e compatti i colleghi candidati, in modo da garantirsi una rappresentanza forte sui temi che li riguardano. Si tratta di temi concreti, come la tutela delle nostre pensioni e le misure di sostegno al lavoro. La Fondazione ENASARCO vanta un patrimonio di circa sette miliardi di euro. Per questo la sua gestione è molto ambita da tutte le parti sociali coinvolte. L’obiettivo degli agenti di commercio, e quindi dei loro delegati eletti, deve essere quello di vigilare affinché l’amministrazione di ENASARCO sia compatibile con gli interessi della nostra categoria».

A seguire è intervenuto Antonio Pastore: «La priorità è dunque salvaguardare le pensioni e scongiurare il commissariamento – ha affermato -. Inoltre, chiediamo che ENASARCO abbia un ruolo più incisivo nel caso in cui le ditte mandanti non versino i contributi ENASARCO all’agente. In questi casi chiediamo che la cassa di previdenza informi l’agente con tempestività. Trascurare la situazione contributiva può essere per un agente molto dannoso, in quanto i contributi non versati dalla mandante diventano inesigibili dopo 5 anni».

Paolo Russo ha invece sottolineato l’importanza di superare il monomandato, assetto contrattuale che spesso cela un rapporto di lavoro subordinato. «Il ricorso al monomandato – afferma Russo -, accompagnato dall’imposizione di supporti informatici e CMR, rende l’agente privo di tutele e lo pone in una situazione di precarietà. Tutto il suo lavoro, infatti, è tracciato nel dettaglio e condiviso con la mandante. La ditta mandante a questo punto può appropriarsene, e può sostituire l’agente senza alcun impedimento».

Le elezioni per la costituzione dell’Assemblea dei delegati ENASARCO si terranno dal 17 al 30 aprile 2020. L’Assemblea dei delegati, una volta costituita, eleggerà il nuovo Consiglio di amministrazione. Per verificare i requisiti elettorali è possibile visitare questa pagina. Per consultare il programma completo della lista “Solo Agenti in ENASARCO” è possibile visitare il sito web www.solo-agenti.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.