Enasarco, le sfide del nuovo CdA

5 Aprile 2016 Posted by Articoli 0 thoughts on “Enasarco, le sfide del nuovo CdA”

In questi giorni, per la prima volta, noi agenti avremo la possibilità di eleggere tra i nostri colleghi chi ci dovrà rappresentare all’interno di ENASARCO. Infatti i delegati che siamo chiamati a scegliere dovranno a loro volta eleggere il nuovo CdA dell’Ente. È un momento storico di infinita importanza e spero vivamente che tutti gli agenti sappiano interpretarlo nella giusta misura esprimendo il proprio voto così come sollecitato da più parti.

È un momento molto particolare, caratterizzato da molti cambiamenti che hanno inciso profondamente sul ruolo di degli agenti: la crisi economica generale, la crescita delle vendite online, ed anche il nuovo ruolo di rappresentanza in seno all’ENASARCO. Tuttavia gli agenti hanno dimostrato di essere all’altezza della situazione, e hanno contribuito a fare in modo che l’Ente di previdenza rimanesse vivo e vegeto, assicurando le pensioni a chi ha lasciato il testimone avendo raggiunto l’età pensionabile. Ed è proprio su questo punto che desidero fare una riflessione che ho maturato dopo aver partecipato ad un recente fiera a Milano.

Molte aziende hanno eliminato la loro rete vendita in Italia concentrando ogni sforzo sui mercati esteri, dove hanno trovato, secondo loro, più serietà nel rispettare gli impegni presi, maggiore soddisfazione nel ricevere pieno riconoscimento per i prodotti di qualità, senza dover sottostare ad una perversa guerra al ribasso e soprattutto senza dover rincorre nessuno per recuperare i propri soldi. È chiaro che se questo andazzo dovesse avere il sopravvento, potremmo trovarci di fronte ad un nuovo scenario dove le fonti contributive per le casse dell’Ente verrebbero a diminuire sensibilmente stravolgendo ogni attuale previsione. Auspico che il prossimo CdA sia molto attento su questi nuovi scenari, e che si intensifichino rapporti tra istituzioni, affinché anche in questo Paese si scrivano delle leggi efficaci per una seria e rapida tutela del credito. Semplificare le misure per l’accesso al credito, ad esempio, presso le banche, e le procedure per la riscossione dei crediti nei confronti dei debitori, mi sembrano degli obbiettivi prioritari su cui la nostra categoria dovrebbe concentrarsi.

 

Tags:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.