Equitalia, a quota 100mila le cartelle rottamate

18 Gennaio 2017 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Equitalia, a quota 100mila le cartelle rottamate”

A due mesi dall’avvio dell’iniziativa facciamo il punto della situazione, riepilogando le novità emerse con la pubblicazione della legge 225 del 1/12/2016.

Con la rottamazione delle cartelle esattoriali i debitori potranno estinguere il debito senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora ma effettuando solo il pagamento, anche dilazionato, delle somme affidate all’agente della riscossione.

Rottamazione cartelle esattoriali: le novità della legge 225

  • E’ possibile richiedere la rottamazione di tutti i carichi affidati agli enti di riscossione dal 2000 al 2016.
  • Potranno essere rottamate anche le somme che sono state affidate ad Equitalia entro il 31 dicembre 2016 ma che ancora non risultino notificate (è possibile verificarle sul portale Equitalia).
  • La sanatoria riguarda anche le sanzioni inflitte ai professionisti per le violazioni tributarie.
  • Rientrano in questa categoria sanzioni tipo quelle relative: all’omessa o tardiva trasmissione della dichiarazione; all’infedeltà della certificazione tributaria da parte del professionista; all’infedeltà dei dati trasmessi all’amministrazione per gli studi di settore.
  • Per quanto riguarda le multe stradali, si può estinguere il debito senza pagare gli interessi di mora e le maggiorazioni.
  • Può fare domanda anche chi ha già iniziato a pagare pagando il debito residuo sul capitale, ma non potendo recuperare gli interessi e le sanzioni già pagate.
  • Per aderire è necessaria la rinuncia ad eventuali procedimenti aperti davanti alle commissioni tributarie relative alle cartelle che sta versando.

Sono escluse dall’agevolazione:

  • le multe, le ammende e le sanzioni pecuniarie dovute a causa di provvedimenti penali di condanna.
  • i crediti derivanti da condanne della Corte dei Conti.
  • le somme riguardanti aiuti di Stato o imposte riscosse all’importazione.

Rottamazione cartelle esattoriali: termini per fare domanda

Il termine per fare domanda è il 31 marzo. Nei due mesi successivi, quindi entro il 31 maggio, Equitalia invierà una comunicazione per indicare la somma dovuta insieme ai bollettini con le date di scadenza dei pagamenti
Rottamazione cartelle esattoriali: la rateizzazione
La scadenza della rata unica è fissata a luglio 2017, chi invece opta per la rateizzazione (massimo 5 rate) il termine ultimo per il pagamento dell’ultima rata è settembre 2018 anche se il 70% della somma dovuta dovrà essere pagata entro il 2017.

Da quando è partita la rottamazione delle cartelle esattoriali di Equitalia, più o meno due mesi fa, le adesioni sono già arrivate a quota 100 mila, grazie all’ampia portata della normativa.

Tags:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.