La bussola della vendita

8 Ottobre 2013 Posted by Articoli, L'agente in cattedra 0 thoughts on “La bussola della vendita”

L’agente in cattedra

Vincenzo Semeraro

Paper boat made of Euro and Dollar notesCaro  collega e amico, quando hai iniziato questo lavoro ti sei iscritto alla Camera di Commercio ed hai aperto una partita Iva. In questo modo sei diventato imprenditore di te stesso e pertanto devi produrre utili, specialmente per il fisco, poiché le tasse non aspettano. Ma come si fa a guadagnare soldi? Ci sono, ovviamente, vari modi. Il più semplice è “vendere” un qualsiasi  prodotto o servizio, facendo in modo che rimanga una provvigione per te.

Per vendere bene e molto devi acquisire anzitutto una buona clientela, ma per farlo devi porre molta attenzione nello scegliere i prodotti giusti. Meglio se innovativi, costruiti o commercializzati da aziende corrette, vogliose d’investire nell’attività, anche in periodi di vacche magre come questo.

Dopo aver introdotto nel settore appropriato gli articoli in questione, devi chiederti: in quale altro canale di distribuzione posso proporre i miei articoli? Se troverai una risposta a questa domanda potrai acquisire nuovi clienti, nonché utili migliori per te e per l’azienda che rappresenti.

Ti ricordo che ogni volta che ti accingi ad acquisire un nuovo cliente devi presentarti con le medesime credenziali offerte all’azienda che rappresenti. Promuovi te stesso, l’azienda per cui lavori, il prodotto, evidenziandone bene i vantaggi ed il prezzo.

Ma ciò che più conta nella fase di vendita è saper ascoltare. Più ascolti il tuo interlocutore, più avrai credibilità e dunque possibilità di concludere la vendita.

Ricordati che fai intermediazione per ogni prodotto che vendi. Ci sono operai, impiegati ed altri soggetti che lavorano grazie alla tua vendita.

Gli agenti di commercio, me compreso, producono “ricchezza” sociale, senza particolari investimenti di capitale. Siamo tuttavia obbligati a rimanere aggiornati su fiscalità, tecniche di amministrazione e distribuzione, e trasferire queste nozioni al nostro potenziale cliente. Per fare questo è necessario dotarsi di un’agenda su cui riportare appuntamenti, scadenze e annotazioni. In aiuto ci vengono anche le nuove tecnologie, tablet, palmari, pc.

 

Tags:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.