La schiena: come prevenire le patologie posturali

4 Luglio 2013 Posted by Articoli, Rubrica benessere 0 thoughts on “La schiena: come prevenire le patologie posturali”

di Alfonso Palombospina dorsale

L’Organizzazione mondiale della  sanità  ha definito il mal di schiena la patologia  più diffusa al mondo. Nella maggior parte dei casi è dovuta ad un mal funzionamento di uno dei componenti della schiena: muscoli, legamenti o dischi intervertebrali. Il 60% dei dolori colpisce  la parte bassa della schiena, il tratto lombare. Questo per  le troppe ore passate  seduti tra scrivania, computer e macchina. Vero, signori agenti di commercio? Una postura scorretta provoca tensioni, dolore e una funzionalità ridotta.

IL SOVRAPPESO

Il sovrappeso è la  concausa più frequente nella lombalgia, perché un peso eccessivo affatica tutte le articolazioni. Immaginate di vivere portando sempre uno zaino sulle spalle. Così il corpo per adattarsi  assume delle curvature anomale o scorrette e i muscoli  per sostenere il peso devono stare continuamente contratti.

OCCHIO ALLA POSTURA

Il corpo umano è sempre in cerca di posizioni di adattamento, perché compensa le posizioni scorrette per fare in modo di conservare la verticalità della colonna vertebrale. Ma l’adattamento patologico crea delle curvature anomale. Questo a lungo andare deteriora i dischi intervertebrali, i cuscinetti posti fra vertebra e vertebra e che fungono da ammortizzatori, che si assottigliano e addirittura possono uscire dal loro alloggio e comprimere i nervi spinali che si trovano in quel  punto, irritandoli e causando dolore alla schiena.

LE TERAPIE: AD OGNUNO LA PIU’ INDICATA

I farmaci antinfiammatori e antidolorifici servono per un primo approccio in fase acuta. Le terapie manuali decontraggono la muscolatura e danno un notevole sollievo: massoterapia, osteopatia, shiatzu, chiropratica, rieducazione posturale. Esistono varie scuole e metodi che aiutano a ricondizionare la postura: back school, metodo feldenkrais, mezieres e altri ancora. Ad ognuno il suo, per le caratteristiche del dolore e addirittura per le caratteristiche fisiche e caratteriali della persona. Il rimedio fondamentale anche in questo caso è la prevenzione: perdere qualche chilo, tonificare i muscoli della parete addominale, e per ritornare alla nostra categoria di agenti di commercio, appena ci si allontana da macchina, computer e scrivania, aumentare l’attività fisica anche con i piccoli gesti come lasciare la macchina distante, concedersi una pedalata o qualche vasca in piscina o una buona palestra per lo stretching.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.