LANARC, da 52 anni un punto di riferimento per gli agenti di commercio di Napoli

12 Luglio 2017 Posted by Articoli, La parola al presidente, Sindacato 0 thoughts on “LANARC, da 52 anni un punto di riferimento per gli agenti di commercio di Napoli”

Lo scorso 15 giugno si è svolta la 52° Assemblea Regionale della nostra Associazione il cui scopo principale è informare i soci dell’andamento della nostra associazione.

L’incontro non ha suscitato la partecipazione sperata nonostante si parlasse di tematiche fondamentali per gli agenti di commercio, peraltro magistralmente argomentate dai nostri consulenti, dottore commercialista Antonio Tardio e avvocato Gianluca Stanzione. E nonostante si sia svolto nella splendida location della Casina Pompeiana in Villa Comunale.

Ho la netta sensazione, dopo oltre quarant’anni di attività, molti dei quali spesi in ambito sindacale, di avere colleghi che hanno acquisito tutte le conoscenze possibili per affrontare la loro professione nella maniera più funzionale. Purtroppo l’esperienza vissuta mi dice che non è così, e che i colleghi si ricordano del sindacato solo quando c’è da rimediare a un problema.

Ciononostante è doveroso da parte mia rivolgere un grande ringraziamento al consiglio direttivo, che mi pregio di coordinare per l’impegno profuso che consente a tutti gli agenti di commercio di Napoli e della Campania di avere un punto di riferimento sindacale e associativo. Ciò significa che tutti gli operatori del settore possono contare su un partner affidabile per la risoluzione delle loro controversie contrattuali e previdenziali, ma anche per ottenere informazioni e orientamento circa le numerose iniziative e agevolazioni che riguardano questo settore.

Ma l’impegno profuso dal consiglio direttivo non si esaurisce a livello locale. A livello nazionale, infatti, la nostra associazione vanta una valida rappresentanza nel nostro Vice-Presidente LANARC, signor Doppietto. Egli ricopre anche il ruolo di vicepresidente USARCI, l’associazione nazionale a cui siamo federati, oltre a essere fra i sessanta delegati atti ad eleggere il C.d.A. ENASARCO, cioè la nostra cassa di Previdenza, che serve ad incamerare i contributi e distribuire la pensione da ognuno maturata ed a proteggerne il valore nel tempo.

A tal proposito, e lo dico con un gran rammarico, lo scorso anno pochi hanno compreso l’importanza politica del voto concesso alla categoria per eleggere i delegati (selezionati in tutta Italia) fra coloro che svolgono l’attività iscritti all’ ENASARCO che poi hanno nominato i componenti del C.d.A. del nostro Ente.

Al voto sono andati 25mila dei 260mila che ne avevano diritto e ciò ha nuociuto fortemente alla nostra immagine ai fini politici.

Nelle trattative sindacali i numeri non basta sbandierarli, bisogna dare prova della loro consistenza. Questo è il più grande dei nostri problemi come categoria. Non siamo in grado di dare un cenno di esistenza in vita.

Il nostro disinteresse alla partecipazione, fa sì che non venga riconosciuta una categoria di 250mila individui che rappresenta almeno 750mila aziende, che a loro volta danno lavoro almeno a 7 milioni persone, che producono reddito per una comunità di almeno 30 milioni di individui.

Dobbiamo essere consapevoli che movimentiamo il 70% del Pil Nazionale. Quando però quando ci riceve, la politica, essendoci presentati come delegati sindacali, domanda: diteci, ma poi che lavoro fate?

Detto ciò è indispensabile creare aggregazione, mostrare l’appartenenza, ed appartenere alla LANARC – USARCI, ci consente di essere liberi da ogni ingerenza perché non abbiamo né padrini e né padroni, cosa che le nostre consorelle non possono vantare.

Nel corso di quest’anno fra mille sacrifici, abbiamo continuato ad assistere tutti coloro che si sono presentati alla nostra porta, in alcune occasioni anche senza che fossero iscritti, come nel caso dell’open day.

Abbiamo elaborato progetti per favorire i nostri associati (Convenzioni ed altro). Con l’opportunità che ci darà ENASARCO abbiamo varato due Corsi di Formazione in collaborazione con CLAAI-FORM, con i quali pensiamo di avviare una nuova stagione di approfondimento professionale.

Questo gruppo che, pro-tempore, dirige la LANARC ha il profondo convincimento che senza un’adeguata scolarizzazione la professione di Agente di Commercio si farà sempre più difficile ed il piano inclinato su cui siamo sarà sempre più ripido.

Mi rivolgo ai colleghi che sono a cavallo dei cinquanta avendo un’esperienza ventennale consolidata con vari mandati. Ritenete di poter durare in questo mercato, dove l’incertezza la fa da padrona, i fatturati calano e le aziende che pressano e vessano, senza pensare di aprirsi alle nuove tecnologie? Senza aprirsi al nuovo (aggregazioni, gruppi di lavoro ecc.) ma, fondamentalmente, senza capire di essere anche cittadini pensanti e non solo venditori?

Io credo, noi della LANARC crediamo, che il futuro sia legato a questa concezione. Solo in una società dove ci saranno meno sperequazioni, la nostra professione (sì, professione!) avrà modo di svilupparsi al meglio.

Il futuro della nostra professione sarà incentrato sulla consulenza globale verso gli operatori e meno sul prodotto. E’ evidente che tutti gli operatori allontanati dal mercato appartengono alla schiera di coloro che non sono stati in grado di aggiornarsi. Il ruolo della LANARC-USARCI è far si che il maggior numero di colleghi riesca ad imboccare la strada giusta. Ma per fare ciò serve un vero e proprio salto culturale, uno stile nuovo, ed è fondamentale esserne consapevoli.

A tutti ricordo che oltre i fatturati bisogna seguire anche le altre componenti della nostra attività. Molti ritengono che la previdenza sia un’appendice, una voce da rimandare a quando si è prossimi alla pensione. Pochi si curano di sapere per tempo se le mandanti hanno opportunamente versato (FIRR e Previdenza) ed a volte quando scoprono delle mancanze verifichiamo che le stesse sono andate prescritte. Esorto pertanto tutti a farsi carico di questi problemi. La LANARC insieme ai suoi consulenti è a disposizione per aiutarvi e consigliarvi per il meglio.

Vi aspettiamo nella VOSTRA sede!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.