Limatola: il futuro della categoria? Passa per l’ampliamento delle competenze

8 Aprile 2015 Posted by Articoli 0 thoughts on “Limatola: il futuro della categoria? Passa per l’ampliamento delle competenze”

Luca Clemente

Vicepresidente della Camera di Commercio di Napoli, Segretario CLAAI, consulente legale USARCI-LANARC, l’avvocato Alessandro Limatola è da sempre vicino al modo degli agenti di commercio. «Me ne occupo dai tempi dell’Università. La mia tesi di laurea fu proprio sul “contratto di agenzia”» ha affermato in una recente intervista in occasione del cinquantenario della USARCI-LANARC.

«L’approfondimento di questo argomento sul piano scientifico mi ha portato ad avvicinarmi anche all’associazione di categoria più rappresentativa del territorio, in modo da avere cognizione degli sviluppi di questa tipologia contrattuale sia dal punto di vista strettamente giurisprudenziale, sia sotto il profilo dell’applicazione pratica dello stesso, attraverso la casistica affrontata dai sindacati», ha aggiunto.

«Cosa riserva il futuro alla categoria? La figura dell’agente di commercio è cambiata più volte nel corso degli anni. Ha attraversato i vari cicli economici che si sono susseguiti dagli anni ’60 ad oggi. Così, in base alla congiuntura economica, è cambiata anche la tipologia di prestazione offerta.

Ritengo che la figura dell’agente rimarrà importante nell’intermediazione delle merci e dei servizi sia in Italia sia all’estero. In Italia c’è un numero di agenti superiore rispetto agli altri Paesi d’Europa. Per questo motivo penso che in futuro ci sarà una razionalizzazione della categoria, legata anche all’accorciamento delle filiere.

Inoltre l’agente cambierà organizzazione, svolgerà una serie di attività promozionali grazie ai nuovi strumenti della comunicazione.

La sfida è dunque quella del rinnovamento per rimanere nel ciclo economico, senza rifiutare l’evoluzione che la modernità impone.

 

Tags: ,

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.