Monomandatari “impiegati”? Non ci sono evidenze

9 Ottobre 2015 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Monomandatari “impiegati”? Non ci sono evidenze”

Enasarco, Boco: sono 14mila, il 25% del totale, gli agenti con un solo titolare e basso reddito.

Per Brunetto Boco, presidente ENASARCO, non esiste un problema dei “falsi monomandatari”. La smentita è arrivata il giorno 8 ottobre nel corso di un’audizione in commissione Attività produttive alla Camera, dove si è esaminata la risoluzione che accende il faro sulla clausola del monomandato, come possibile strumento di elusione degli obblighi derivanti dal lavoro dipendente, chiesta a gran voce dall’USARCI.

Secondo il presidente di Enasarco “mancano gli indizi”.

“Non ci sono evidenze di falsi agenti di commercio sotto cui si nasconderebbero lavoratori dipendenti”, ha ribadito Boco nel corso della sua audizione. “Nel corso degli ultimi anni durante le visite ispettive non sono mai emersi fatti concreti di elusione del lavoro subordinato sotto forma di contratto di agenzia”.

“Dalle ispezioni condotte invece – sottolinea – sono quasi sempre emerse elusioni del contratto di agenzia sotto forme contrattuali atipiche e, in particolare, sotto forma di procacciamento d’affari”.
Insomma per Boco, pur se “non si può escludere un uso distorto o illegittimo di questa clausola per fini elusivi di
disposizione di legge”, alla Fondazione “non risultano indizi di un uso significativo del monomandato per nascondere rapporti di lavoro subordinato”.

Nel corso del suo intervento, Boco ha inoltre specificato che gli agenti di commercio con un solo titolare e un portafoglio leggero sono la minoranza rispetto al totale.

Secondo i dati elaborati della cassa di previdenza degli agenti di commercio, sono circa 14mila i monomandatari sotto i 18 mila euro annui di reddito. Circa il 25% degli agenti monomandatari, la cui platea ammonta complessivamente a 70mila unità. Non pochi, dunque. “I loro redditi si collocano per lo più nella fascia medio-alta” (oltre 25 mila euro annui di reddito), ha spiegato il presidente di Enasarco. Per completezza d’informazione va ricordato che gli agenti di commercio, sia monomandatari che plurimandatari, sono in Italia oltre 240mila.

La pubblicazione dei dati relativi agli agenti monomandatari è stata chiesta da più parti, anzitutto dalla USARCI, al fine di accendere un faro sulla clausola del monomandato come possibile strumento di elusione degli obblighi derivanti dal lavoro dipendente.

 

 

Tags: , , , , ,

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.