Posts tagged "ENASARCO"

ENASARCO, ecco le risposte alle domande frequenti

27 marzo 2018 Posted by Articoli 2 thoughts on “ENASARCO, ecco le risposte alle domande frequenti”

Nel corso di ENASARCO DAY, incontro sui temi pensionistici organizzato dalla USARCI-LANARC, associazione agenti di commercio di Napoli e della Campania, sono emersi quesiti sulle attività dell’ENASARCO e sulle possibilità riservate dalla cassa di previdenza ai suoi iscritti. In questo articolo sono state raccolte le otto domande più gettonate, alle quali sono state fornite risposte semplici e allo stesso tempo esaustive.

 

  1. Problemi di comunicazione: come posso contattare un operatore ENASARCO?

Gli uffici dell’ENASARCO di Napoli sono contattabili ai seguenti numeri telefonici 0657933100 – 0657933101 il lunedì, mercoledì e venerdì. Tali numeri hanno la peculiarità di risultare liberi anche quando l’operatore è occupato con altra persona. È opportuno quindi armarsi di pazienza e attendere una risposta.

 

  1. A quanto ammonterà la mia pensione? Come fare la simulazione?

È possibile procedere alla simulazione dell’eventuale retribuzione pensionistica agendo dalla propria pagina ENASARCO. La simulazione ha però un’attendibilità solo se il volume di affari sviluppato di qui al raggiungimento dei requisiti (età anagrafica – contribuzione minima) rimane costante o superiore. In caso contrario i calcoli effettuati non corrisponderanno all’effettivo emolumento.

 

  1. Cosa succede in caso di mancato versamento FIRR?

Nel caso di un mancato versamento del FIRR da parte della mandante è possibile adire a una denuncia presso gli uffici dell’ENASARCO. Tale denuncia rimane rigorosamente anonima per la mandante e dà luogo a un accertamento su tutte le posizioni aperte dalla ditta riguardanti i propri agenti e venditori. La denuncia deve però avvenire entro i 10 anni dal mancato versamento.

 

  1. Come si calcola la pensione di vecchiaia?

Il calcolo della pensione viene impostato secondo i seguenti criteri:

  • “Quota A”: corrisponde all’anzianità contributiva maturata fino al 30/09/1998. Si cerca il miglior triennio provvisionale consecutivo (o, in mancanza di questo, non consecutivo) scelto nell’ambito dell’ultimo decennio di versamenti. Il decennio viene individuato partendo a ritroso dall’ultimo versamento compreso nella data di acquisizione del diritto. Qualora l’importo della Quota A superi 582,28 euro annui, si applicano le riduzioni previste dall’articolo 25 della legge 12/73.
  • “Quota B”: corrisponde all’anzianità contributiva maturata dall’ 1/10/1998 al 31/12/2003. Nell’ultimo quindicennio si determina la media provvisionale calcolata sul numero di anni effettivamente coperti da contribuzione. il quindicennio è individuato partendo a ritroso dall’ultimo versamento compreso nella data del conseguimento del diritto
  • “Quota C”: viene applicata per l’anzianità contributiva maturata dall’ 1/1/2004 in poi, ed è calcolata secondo il sistema contributivo. Si moltiplica il montante contributivo (somma dei contributi pervenuti dall’1/1/2004 in poi) per il coefficiente di trasformazione corrispondente all’anzianità dell’iscritto.

 

  1. Quali sono i parametri di accesso alla pensione?

I requisiti per l’accesso alla pensione rimangono sostanzialmente due: età anagrafica e minimo contributivo. Da qui al 2024 il regolamento ENASARCO prevede che si possa adire al trattamento di quiescenza qualora si siano compiuti, per il 2018, i 66 anni e dal 2019 i 67 anni di età e versati i contributi per almeno 20 anni fino a raggiungere la fatidica quota 92 data dalla somma dell’età anagrafica e gli anni di contribuzione.

 

  1. Prepensionamento, come fare?

È attualmente possibile anticipare l’andata in pensione di 1 o 2 anni qualora si siano compiuti i 65 anni d’età e i 20 anni di contribuzione e raggiunta la quota 90 (data dalla somma tra età anagrafica e anzianità contributiva). L’importo della pensione anticipata è ridotto del 5% per ogni anno di anticipazione rispetto all’età anagrafica necessaria per maturare il diritto alla pensione di vecchiaia (tenuto conto di tutti i requisiti previsti dal Regolamento, compresa la quota 92)

 

  1. Contratto da procacciatore? Esiste? In cosa consiste?

A stretto rigore il contratto di procacciatore non esiste e qualsiasi sia il rapporto che la mandante voglia imporre, laddove esiste una fatturazione provvisionale, il contratto di agenzia esiste de facto se non de iure con tutte le sue implicazioni economiche e contributive.

 

  1. Polizza assicurativa ENASARCO: cosa copre? Come usufruirne?

L’ENASARCO prevede per i suoi iscritti una polizza assicurativa. Il risarcimento di infortuni, interventi chirurgici e degenze è calcolato in base a indennità predeterminate; gli importi vengono determinati e liquidati in base a fasce certe identificate per tipologia e gravità di evento. La domanda completa della documentazione richiesta è disponibile sul sito della Fondazione e deve essere inviata tramite raccomandata A/R a: UNISALUTE SpA –Agenti Enasarco – c/o CMP BO Via Zanardi 30, 40131 Bologna. Gli iscritti che non avessero a disposizione la documentazione sanitaria completa entro il termine di tre mesi (90 giorni) possono inviare la richiesta e integrarla successivamente.

Per ricevere ulteriori informazioni, basta contattare la USARCI-LANARC ai seguenti recapiti:

cell.: 3311488587 – email: mail@usarcilanarc.it

Enasarco, online la certificazione unica 2017

23 marzo 2017 Posted by Articoli 0 thoughts on “Enasarco, online la certificazione unica 2017”

La Certificazione Unica 2017 è disponibile online. Il documento – relativo ai redditi di lavoro dipendente, ai redditi di lavoro autonomo e ai redditi diversi per il periodo d’imposta 2016 – può essere consultato direttamente nell’area riservata inEnasarco, nella sezione “Richieste” alla voce “Archivio Documenti”.

La Certificazione Unica dal 2015 sostituisce il CUD ed è disponibile nell’area riservata inEnasarco, nella sezione “Richieste”, alla voce “Archivio documenti”.

Che cos’è

È un’attestazione dei compensi che gli iscritti hanno percepito, a vario titolo, dalla Fondazione Enasarco nel corso dell’anno solare precedente. Ad esempio: pensioni, liquidazioni Firr, borse di studio.

A cosa serve

È un documento utile ai fini degli adempimenti fiscali; lo riceveranno tutti coloro i quali hanno percepito delle somme dalla Fondazione, che svolge il ruolo di sostituto d’imposta.
Da quest’anno, inoltre, ci sarà una sola certificazione che attesta i differenti importi riscossi.

Come ottenerla

Fondazione Enasarco, al pari di altri enti previdenziali, non spedirà più le copie cartacee nelle case degli iscritti.

A partire dalla fine del mese di febbraio, la certificazione è disponibile nell’area riservata inEnasarconella sezione “Richieste”, alla voce “Archivio documenti”.
Chi non fosse ancora registrato può farlo in qualsiasi momento con pochi e semplici passaggi, da questa pagina.

Come chiedere un duplicato

È possibile comunque ottenere un duplicato cartaceo della certificazione nelle seguenti modalità:

 

Caro libri, arriva il contributo ENASARCO

20 settembre 2016 Posted by Articoli 0 thoughts on “Caro libri, arriva il contributo ENASARCO”

Preoccupati per il caro libri? Niente paura, da quest’anno la Fondazione Enasarco offre una nuova prestazione integrativa per gli agenti che hanno figli in età scolare

L’importo della prestazione è di 100 euro, da spendere per l’acquisto di testi scolastici per l’anno 2016/2017,  per le scuole secondarie di primo e secondo grado. Il termine per richiedere il contributo è il 16 ottobre 2016.

La USARCI-LANARC ricorda che “il contributo può essere richiesto e ritirato presso la segreteria dell’associazione in piazza Garibaldi 49“. Inoltre ribadisce che “l’associazione rimarrà a disposizione degli iscritti edi tutti gli agenti di commercio per ulteriori chiarimenti e per assistenza nella fase di compilazione della domanda”.

ENASARCO, il nuovo corso è iniziato

19 luglio 2016 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “ENASARCO, il nuovo corso è iniziato”

Gianroberto Costa è il nuovo presidente ENASARCO. Finalmente, dopo tanta attesa, le prime elezioni per il rinnovo degli organi direttivi del nostro ente di previdenza hanno compiuto l’iter completo. Gli agenti di commercio, pochi, e i promotori finanziari, hanno espresso la loro preferenza per una delle liste candidate. L’USARCI nella lista “Agenti per ENASARCO” sosteneva la candidatura di Costa, contestualizzata in ampio programma.

I punti salienti sono stati ampiamente sviscerati e pubblicati sul nostro sito e sul nostro giornale. Tra questi c’è anzitutto l’impegno ad una maggiore trasparenza sulla gestione dell’ENASARCO, ed una maggiore vicinanza ai molteplici aspetti legati alla nostra attività.

Proprio in merito alla trasparenza, su questo giornale saranno pubblicate note periodiche sulle principali azioni messe in campo dall’ENASARCO. L’ente di previdenza non deve essere solo il garante della nostra vecchiaia, ma deve accompagnare l’agente di commercio durante tutta la vita lavorativa:

  1. fornendo all’agente strumenti e spunti atti a fronteggiare un mercato del lavoro in continuo mutamento;
  2. proponendo una adeguata formazione attraverso l’uso delle sedi territoriali, e dove assenti, attraverso le associazioni sindacali di categoria.

In riferimento al nostro programma, va fatta una riflessione sul punto 5: “favorire il ricambio generazionale con norme ed agevolazioni ai nuovi agenti, in particolare ai giovani, e con concrete agevolazioni alle imprese per il conferimento di nuovi mandati”.  Favorire i giovani loro deve essere una priorità sia perchè essi assicurano continuità al nostro sistema, sia perché i mutamenti in atto, per essere padroneggiati, hanno bisogno di nuova linfa, di nuove idee, nuovi metodi lavoro, nuovi atteggiamenti mentali. Sono fermamente convinto che gli agenti di commercio per poter fare un salto di qualità si debbano associare fra di loro, fare rete, come si dice oggi. Questo ci renderebbe forti e strutturati. So anche che è difficile perché la nostra natura giuridica non ci permette di creare studi associati come avviene ora per i professionisti, ma credetemi,  colleghi,  questa è una strada che bisogna percorrere, e in questo l’ENASARCO deve avere un ruolo centrale, favorendo con politiche e studi approfonditi la nascita di strutture capaci di accogliere agenti di commercio con mandati diversi ma con gli stessi clienti. Ciò permetterebbe di fornire un migliore servizio alla clientela ed essere più forti nei confronti delle mandanti.

Le sfide che ci attendono sono tante e difficili ma non abbiamo altra scelta. I continui cambiamenti del mondo del lavoro ce lo impongono e, come ho scritto sullo scorso numero di questo giornale, il compito di noi delegati ENASARCO sarà quello di pungolare, vigilare, proporre e magari aiutare il nuovo consiglio di amministrazione ENASARCO, il primo eletto dagli iscritti.  Nello spazio sottostante nella composizione del CdA noterete il nome di Antonello Marzolla, il nostro segretario nazionale eletto consigliere in quota USARCI, un altro riconoscimento del peso e del prestigio del nostro sindacato.

Il nuovo CdA ENASARCO

Presidente

Gianroberto Costa

Vicepresidente

Giovanni Maggi

Vicepresidente

Costante Dario Persiani

Consigliere

Brunetto Boco

Consigliere

Leonardo Catarci

Consigliere

Luca Gaburro

Consigliere

Antonino Marcianò

Consigliere

Antonello Marzolla

Consigliere

Luca Matrigiani

Consigliere

Alfonsino Mei

Consigliere

Francesco Milza

Consigliere

Alberto Petranzan

Consigliere

Pierangelo Raineri

Consigliere

Davide Ricci

Consigliere

Gianni Guido Triolo

 

ENASARCO, i risultati delle votazioni

18 aprile 2016 Posted by Articoli, Sindacato 2 thoughts on “ENASARCO, i risultati delle votazioni”

Insieme per ENASARCO è la prima lista con oltre 13mila voti e 21 delegati

Luigi Doppietto, vicepresidente Nazionale Usarci e Vicepresidente Lanarc, tra i delegati eletti in Campania

Da circa quattro giorni si è conclusa la prima tornata elettorale per il rinnovo dei vertici ENASARCO. E stata la prima volta, in settanta anni di vita di Enasarco, che gli iscritti all’ente di previdenza hanno avuto la possibilità di scegliere i delegati preposti ad eleggere il CdA Enasarco. Si è trattato di una tornata elettorale lunga ed impegnativa, che ha visto primeggiare la lista “Insieme per Enasarco”.
Hanno partecipato al voto oltre 25.000 agenti. Ecco l’estratto dei dati ufficiali:

Liste Voti Delegati
Insieme per Enasarco (Usarci, Fnaarc, Fiarc, Fisascat, Anasf) 13.556 21
Adesso Basta (Ugl – Federagenti) 8.645 14
Per Enasarco il tuo Welfare (Uiltucs – UIL) 2.545 4
Cgil (Filcams – CGIL) 702 1

Insieme per ENASARCO, costituita dalle sigle Usarci, Fnaarc, Fiarc, Fisascat, Anasf,  è stata dunque la prima lista con oltre 13mila voti e 21 delegati.

Plauso per il risultato ottenuto è stato espresso dal Segretazio Nazionale USARCI, Antonello Marzolla.
“Il 40% in più della seconda lista dice che la categoria è con noi. Ora però è il momento della responsabilità, di mettere in pratica tutto ciò che abbiamo proposto nel nostro programma senza precluderci ad eventuali accordi che possano dare maggior forza o vigore all’unico scopo  che l’Usarci si prefigge, ovvero l’interesse della categoria”.

Va segnalato in Campania l’ingresso fra i delegati di Luigi Doppietto (Vicepresidente Nazionale Usarci e Vicepresidente Lanarc) e, a livello nazionale, di altri quattro esponenti del Direttivo Usarci. La nota negativa di questa tornata elettorale riguarda invece l’elevato astensionismo.

ENASARCO, i risultati delle votazioni

18 aprile 2016 Posted by Articoli 4 thoughts on “ENASARCO, i risultati delle votazioni”

Insieme per ENASARCO è la prima lista con oltre 13mila voti e 21 delegati

Luigi Doppietto, vicepresidente nazionale USARCI e vicepresidente LANARC, tra i delegati eletti

Le prime elezioni nella storia di ENASARCO si sono concluse con una  vittoria: quella di tutti gli agenti che che con il loro voto hanno assicurato un futuro più solido alla cassa di previdenza, garantendo così anche una maggiore stabilità alla loro pensione.

Per scegliere i delegati che eleggeranno il CdA ENASARCO, infatti, tutti noi agenti abbiamo affrontato una tornata elettorale lunga ed impegnativa, che ha dato ottimi risultati alla nostra lista “Agenti per Enasarco”.
Hanno partecipato al voto oltre 25.000 agenti. Ecco l’estratto dei dati ufficiali:

Liste Voti Delegati
Insieme per Enasarco (Usarci, Fnaarc, Fiarc, Fisascat, Anasf) 13.556 21
Adesso Basta  (Ugl – Federagenti) 8.645 14
Per Enasarco il tuo Welfare (Uiltucs – UIL) 2.545 4
Cgil    (Filcams – CGIL) 702 1

Nonostante la soddisfazione di avere conseguito il 53% dei voti espressi, conseguendo il 40% di voti in più della lista arrivata seconda, avendo la maggioranza assoluta di delegati, bisogna prendere atto che il risultato in termini di votanti è stato molto scarso.
Il commento il nostro Segretazio Nazionale, Antonello Marzolla, è stato: “Il 40% in più della seconda lista dice che la categoria è con noi. Ora però è il momento della responsabilità, di mettere in pratica tutto ciò che abbiamo proposto nel nostro programma senza precluderci ad eventuali accordi che possano dare maggior forza o vigore all’unico scopo  che l’Usarci si prefigge, ovvero l’interesse della  Categoria”.
Ci sarà modo e tempo per analizzare i dati che verranno forniti dall’ufficio elettorale, intanto gioiamo per l’ingresso fra i delegati del nostro Luigi Doppietto (Vicepresidente Nazionale Usarci e Vicepresidente Lanarc) Insieme ad altri quattro esponenti del Direttivo Usarci. Un augurio ed un auspicio, diamo alla nostra cassa di Previdenza una governance di altissimo profilo.
Rivolgiamo un sentito grazie a tutti quelli che ci hanno votato, grazie anche a coloro che hanno preferito esprimere il loro voto ad altra lista.

 

Enasarco, le sfide del nuovo CdA

5 aprile 2016 Posted by Articoli 0 thoughts on “Enasarco, le sfide del nuovo CdA”

In questi giorni, per la prima volta, noi agenti avremo la possibilità di eleggere tra i nostri colleghi chi ci dovrà rappresentare all’interno di ENASARCO. Infatti i delegati che siamo chiamati a scegliere dovranno a loro volta eleggere il nuovo CdA dell’Ente. È un momento storico di infinita importanza e spero vivamente che tutti gli agenti sappiano interpretarlo nella giusta misura esprimendo il proprio voto così come sollecitato da più parti.

È un momento molto particolare, caratterizzato da molti cambiamenti che hanno inciso profondamente sul ruolo di degli agenti: la crisi economica generale, la crescita delle vendite online, ed anche il nuovo ruolo di rappresentanza in seno all’ENASARCO. Tuttavia gli agenti hanno dimostrato di essere all’altezza della situazione, e hanno contribuito a fare in modo che l’Ente di previdenza rimanesse vivo e vegeto, assicurando le pensioni a chi ha lasciato il testimone avendo raggiunto l’età pensionabile. Ed è proprio su questo punto che desidero fare una riflessione che ho maturato dopo aver partecipato ad un recente fiera a Milano.

Molte aziende hanno eliminato la loro rete vendita in Italia concentrando ogni sforzo sui mercati esteri, dove hanno trovato, secondo loro, più serietà nel rispettare gli impegni presi, maggiore soddisfazione nel ricevere pieno riconoscimento per i prodotti di qualità, senza dover sottostare ad una perversa guerra al ribasso e soprattutto senza dover rincorre nessuno per recuperare i propri soldi. È chiaro che se questo andazzo dovesse avere il sopravvento, potremmo trovarci di fronte ad un nuovo scenario dove le fonti contributive per le casse dell’Ente verrebbero a diminuire sensibilmente stravolgendo ogni attuale previsione. Auspico che il prossimo CdA sia molto attento su questi nuovi scenari, e che si intensifichino rapporti tra istituzioni, affinché anche in questo Paese si scrivano delle leggi efficaci per una seria e rapida tutela del credito. Semplificare le misure per l’accesso al credito, ad esempio, presso le banche, e le procedure per la riscossione dei crediti nei confronti dei debitori, mi sembrano degli obbiettivi prioritari su cui la nostra categoria dovrebbe concentrarsi.

 

ENASARCO, ecco perché votare è d'obbligo

5 aprile 2016 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “ENASARCO, ecco perché votare è d'obbligo”

Le elezioni per il rinnovo degli organi direttivi ENASARCO sono per gli agenti un’opportunità unica. Se confortate da una buona partecipazione al voto, esse ci permetteranno di uscire dalle nebbie, che da sempre ammantano la nostra categoria.

Una capillare ed efficace campagna elettorale, infatti, con le successive elezioni, ci renderà riconoscibili dai politici e conferirà alla nostra categoria maggior peso nelle sedi istituzionali.

I politici si sono sempre curati poco degli agenti di commercio, e ciò ha reso difficili e lenti gl’interventi legislativi necessari alla nostra categoria. Nella mia ormai lunga militanza nell’USARCI, tutti gli amministratori con i quali mi sono confrontato hanno sempre dimostrato di conoscere poco gli agenti di commercio e l’importanza che essi rivestono nel contesto produttivo ed economico italiano. Infatti prima di ogni incontro dovevo spiegare loro chi siamo e cosa facciamo, perché essi lo ignoravano.

La nostra scarsa visibilità ha rappresentato un handicap per gli agenti. Di ciò si sono avvantaggiati gli amministratori del nostro ente di previdenza, che in molti casi sono stati calati dall’alto perché espressione della politica. Essi hanno quindi trascurato la corretta gestione dell’ente, privilegiando, in molti casi, dinamiche finalizzate all’ampliamento del consenso delle clientele.

Con questa tornata elettorale tutto questo finirà, o quanto meno sarà reso più difficile grazie alla funzione di noi delegati. Il notro compito sarà quello di verificare, pungolare, avvallare, fornire spunti propositivi, cercando di elaborare proposte comuni da sottoporre ai consiglieri e al presidente della fondazione ENASARCO.

Enasarco, il decalogo del voto

21 marzo 2016 Posted by Articoli 2 thoughts on “Enasarco, il decalogo del voto”

Si avvicina l’appuntamento elettorale per il rinnovo dei vertici ENASARCO.

Per agevolare le operazioni di voto la USARCI-LANARC mette a disposizione degli associati e degli iscritti ENASARCO il seguente decalogo eplicativo:

illustrazione voto

MODALITA’ DI VOTO IN 10 PASSAGGI:

  1. L’elettore grazie al certificato elettorale apre l’urna elettorale.
  2. Nell’urna elettorale indica il proprio numero di cellulare.
  3. Sul cellulare riceve un codice PIN di sei cifre.
  4. Il PIN di sei cifre va riportato sull’urna in un apposito campo. In un altro campo della stessa schermata bisogna indicare il numero di matricola (per gli agenti) o di posizione (per le aziende).
  5. L’elettore deve confermare la propria identità con un’assunzione di responsabilità.
  6. Voto: ogni elettore può scegliere una sola lista.
  7. Per esprimere un voto bisogna cliccare sul simbolo o sul nome della lista e poi dare conferma con un click sul tasto “Vota”.
  8. Non è possibile votare scheda bianca.
  9. Non è possibile annullare la scheda.
  10. Dopo aver espresso il voto, l’elettore riceve un messaggio con una ricevuta dell’operazione appena conclusa.

 

 

ENASARCO, agenti in campo per eleggere i nuovi vertici

12 marzo 2016 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “ENASARCO, agenti in campo per eleggere i nuovi vertici”

Entra nel vivo la campagna elettorale per il rinnovo dei vertici ENASARCO.

4Oltre cento tra agenti di commercio e imprenditori hanno partecipato all’incontro di presentazione dei candidati campani per la lista “Insieme per Enasarco”, tenutosi ieri a Napoli presso l’aula magna di Eccellenze Campane.

Obbiettivo della lista “Insieme per Enasarco” è proprio quello promuovere la presenza di agenti di commercio in quella che sarà la compagine degli organi direttivi di ENASARCO. Si tratta di una opportunità da non perdere per tutti gli iscritti alla cassa di previdenza ENASARCO, i quali per la prima volta avranno la possibilità di esprimere in prima persona la loro preferenza. In precedenza, infatti, il CDA e la presidenza della fondazione erano espressione diretta delle sigle sindacali.

I candidati campani, Luigi Doppietto, Vittorio Mori e Pasquale Rotella hanno dunque fatto appello agli agenti in platea affinché colgano questa opportunità adempiendo al voto e incoraggiando i colleghi a fare altrettanto. «La Fondazione ENASARCO è patrimonio anzitutto degli agenti di commercio» hanno affermato. «Essi fanno registrare circa 300mila posizioni contributive attive, circa i tre quarti del totale, mentre la restante parte riguarda le ditte mandanti». «Solo con una forte presenza della nostra categoria potremo far valere in tutte le sedi, anche quelle governative, le iniziative necessarie al miglioramento delle nostre condizioni di lavoro» hanno aggiunto.

Le elezioni per il rinnovo dei vertici ENASARCO si svolgeranno dall’1 al 14 aprile. Questa prima tornata elettorale porterà alla nomina dei delegati. Essi dovranno decidere la composizione del Consiglio di Amministrazione che, infine, eleggerà il Presidente.

All’incontro di ieri hanno partecipato: Adalberto Corsi, Presidente FNAARC; Umberto Mirizzi; Presidente USARCI; Fabio D’Onofrio, Coordinatore Nazionale FIARC; Silvio Iacomino, Coordinamento regionale ANASF; Luciano Falgiano, Presidente della USARCI-LANARC.