Posts tagged "LANARC"

Run Together, nasce il gruppo donne agenti

8 aprile 2014 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Run Together, nasce il gruppo donne agenti”

Per iniziativa da parte della collega Giovanna Tosatto, consigliera Usarci-Ara di Padova, si è svolto in data 28 febbraio 2014 presso la Camera di Commercio di Padova la presentazione dell’iniziativa “Run Together”, finalizzata alla razionalizzazione ed implementazione delle attività del Gruppo Donne Agenti con la partecipazione di iscritte di altre realtà territoriali.

L’idea è quella di una condivisione in rete di tutti gli ambiti territoriali, al fine di conoscersi e condividere le problematiche di genere che spesso caratterizzano la nostra attività.

A tal proposito si invitano tutte le colleghe a prendere contatti con la segreteria in modo da costituire, in maniera operativa, un gruppo omogeneo che condivida tali finalità.

Gli obbiettivi del sindacato

8 aprile 2014 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Gli obbiettivi del sindacato”

sindacato

In quest’ultimo periodo molti nostri colleghi frequentano in maniera più assidua la nostra sede per partecipare alle nostre attività e per usufruire delle consulenze e servizi messi a loro disposizione dalla nostra associazione.

La grave crisi economica ha reso ancora più difficile lo svolgimento del nostro lavoro ha notevolmente complicato i rapporti con le case mandanti. Negli ultimi mesi, in maniera sempre più frequente, assistiamo a ritardi nei pagamenti delle provvigioni, immotivati restringimenti di zona, disdette di mandato che stanno creando una situazione di forte disagio morale ed economico in moltissimi nostri colleghi. Bisogna capire che stiamo attraversando un momento di cambiamento epocale e per questo motivo dobbiamo cercare di cogliere tutte le opportunità e i segnali di rinnovamento che arrivano dalla società. La conoscenza più approfondita dei nuovi strumenti di comunicazione sarà elemento determinante nello svolgimento futuro della nostra attività, perché l’utilizzo sempre più costante della rete, per le transazioni commerciali, creerà nuove figure professionali altamente specializzate. Nei prossimi anni numerose aziende estere cercheranno di entrare nel nostro mercato e quindi noi dovremo essere pronti e preparati per raccogliere nel migliore dei modi questa opportunità. Alla luce di queste riflessioni molte sono le domande che ci poniamo: come si colloca la nostra associazione? Quale ruolo deve assumere? Quale status giuridico avrà l’agente di commercio?

Ritengo che un sindacato di categoria dovrà assumere ruolo sempre più importante sia per la tutela sia per la formazione dei futuri Agenti di Commercio, attività che nei prossimi anni diventerà sempre più complessa e impegnativa con molteplici mansioni lavorative (Vendita – Marketing – Merchandising) e che difficilmente potrà essere svolta in forma individuale. Pertanto nel giro di qualche decennio quest’attività dovrà essere svolta, probabilmente, da vere e proprie aziende di multi-servizio, che avranno il compito di curare tutti gli aspetti ante-post vendita. Per questo motivo molti nostri colleghi che stanno interpretando questi segnali di svolta ci chiedono di trovare le soluzioni idonee e capire come orientarsi in futuro e trovare nuove soluzioni aggregative per garantire il futuro della nostra attività.

I menefreghisti

8 aprile 2014 Posted by Articoli, La parola al presidente, Sindacato 0 thoughts on “I menefreghisti”

i menefreghisti

E’ stato, quello conclusosi con il convegno del 24 marzo presso la Camera di Commercio, un periodo molto intenso per la nostra associazione.

Ebbene, chiusa la manifestazione, devo confessare la mia insoddisfazione per l’impegno che gran parte dei nostri colleghi pone nei confronti delle associazioni di categoria.

L’interesse che essi mettono nella salvaguardia dei diritti che sono stati, negli anni, faticosamente conquistati, è inversamente proporzionale alle richieste che poi vengono rivolte ai responsabili delle associazioni.

Il titolo dell’articolo è provocatorio, e vuole far riflettere sulla necessità di un’ampia condivisione delle problematiche associative e sindacali da parte dei suoi componenti che invece se ne disinteressano anche in occasioni importanti quali l’incontro tematico appena trascorso.

La nostra associazione, impegnando risorse economiche e fisiche, ha ritenuto produrre il convegno di cui sopra, proprio per stimolare una riflessione alla categoria, affinché essa stessa si possa confrontare con il presente e provare a immaginare un futuro.

I relatori che si sono succeduti, Maurizio Maddaloni, presidente della CCIA di Napoli, Mario Raffa, Direttore del Dipartimento di Ingegneria Gestionale della Federico II, unitamente ai nostri valenti consulenti fiscali e legali, Mario Marsico e Alessandro Limatola, nonché i vertici Nazionali del Sindacato USARCI nelle persone del presidente Umberto Mirizzi e del segretario Antonello Marzolla, hanno tracciato un quadro della situazione, in riferimento alle loro aree di competenza, di cui troverete ampia sintesi nel giornale.

Ritenevo che le problematiche messe in campo, le analisi ampie e puntuali, potessero essere elemento migliorativo allo svolgimento della nostra professione, ma il disinteresse mostrato dai nostri colleghi a proposito dell’evento, m’induce a pensare che siamo tutti legati alla sola risoluzione dei problemi immediati, e non riusciamo a progettare in nessun modo il futuro. Eppure dovrebbe essere evidente che il nostro futuro è legato alla capacità di saperlo concertare.

La nostra associazione sindacale regionale è impegnata su questo fronte.

Stiamo lavorando con le altre componenti dell’USARCI per creare un network che consenta una qualificazione e riqualificazione della figura dell’agente di commercio interagendo con alcune Università Italiane.

Scriveva su questo giornale nell’ottobre del 1965 il primo presidente di quest’associazione, dott. Ferdinando Cortese “E’ il caso di un assenteismo che, se è riprovevole verso se stessi, comporta, nell’ambito della difesa di un interesse collettivo, un’evidente possibilità di autolesionismo che si estende indiscriminatamente a un’intera categoria”.

A fronte di ciò invece alcuni colleghi di altre regioni hanno messo a punto un meccanismo di cooperazione che ci permetterà di acquistare l’auto, bene primario per la categoria, con sconti fino al 40% sul prezzo di listino. Si, leggete bene, il 40%!

Tutto ciò è stato possibile solo creando un gruppo o, come si dice, facendo massa critica.

Vi sono tante altre iniziative in cantiere, che possono essere elaborate soltanto con l’aiuto di tutti. Non bisogna mai dimenticare che la nostra vera forza è rappresentata dai numeri. La categoria conta su 250mila iscritti in Italia, eppure la nostra mancanza di partecipazione, il nostro disinteresse, ci danneggia al punto che in politica diventa difficile trovare una sponda.

Neppure quando si parla di PIL, siamo menzionati, eppure noi agenti movimentiamo il 72% del Prodotto Interno Lordo Nazionale.

Mi voglio augurare che coloro i quali leggeranno queste poche righe possano, mossi dalla curiosità di sapere altro, venire a trovarci in associazione, dove potremo approfondire questo discorso.

 

Siamo al giro di boa

8 aprile 2014 Posted by Articoli, La parola al segretario, Sindacato 0 thoughts on “Siamo al giro di boa”

Yacht on sea

E’ partita la fase due della campagna di mail marketing rivolta agli agenti di commercio del Sud.

Dopo la diffusione dei messaggi tramite posta elettronica, che ha dato risultati importanti, saranno ricontattati tutti coloro i quali hanno fornito un feedback positivo, cioè hanno acconsentito a ricevere maggiori informazioni dal sindacato.

Questa strategia di sviluppo dei servizi sindacali rappresenta una strada da percorrere senza dubbi, considerato il gap di adesioni rispetto alle federazioni del Nord, che primeggiano per numero d’iscritti.

La LANARC, inoltre, sta portando avanti l’attività associativa anche su altri fronti. Continua, infatti, la sviluppo dei temi della categoria attraverso incontri pubblici, tra cui ricordo quello del 24 marzo che ha avuto una considerevole risonanza mediatica. Ma anche con la pubblicazione sul web di questo periodico, con il consueto ciclo di consulenze legali e fiscali presso la sede dell’associazione, e infine con lo sviluppo del settore convezioni, grazie al quale gli iscritti potranno usufruire di agevolazioni presso un numero sempre maggiore di esercizi, come ristoranti, alberghi, autorimesse.

Puntare anche sulle nuove tecnologie per promuovere l’associazionismo tra gli agenti di commercio si sta rivelando una scommessa vincente.

Tuttavia occorre superare, specie al Sud, delle resistenze di natura culturale, che impediscono alla nostra categoria di unirsi in un fronte compatto, aspetto indispensabile per dare maggiore consistenza alle istanze che ci riguardano.

Gli agenti di commercio utilizzano sempre più spesso il web e i social network per svago, ma sono carenti nel loro utilizzo applicato al lavoro e alla vita associativa. Per supplire a questa mancanza daremo maggiore risalto a contenuti didattici ed esemplificativi sulle tematiche sindacali e sulle nuove tecniche di marketing. L’auspicio è dunque quello che ci possa essere per il futuro una maggiore attenzione da parte dei colleghi nei confronti di tutti gli strumenti messi in campo dalla LANARC-USARCI per consentire agli agenti di commercio di avere una maggiore consapevolezza dei propri diritti e quindi per favorire lo sviluppo della categoria.

“CRESCITA E SVILUPPO PROFESSIONALE DELL'AGENZIA COMMERCIALE”

21 marzo 2014 Posted by Articoli 0 thoughts on ““CRESCITA E SVILUPPO PROFESSIONALE DELL'AGENZIA COMMERCIALE””

Lunedì 24 marzo, ore 09,00 – 15,00 incontro alla Camera di Commercio di Napoli.

Comunicato stampa

Lunedì 24 marzo, ore 09,00 – 15,00 incontro alla Camera di Commercio di Napoli sul tema:

“CRESCITA E SVILUPPO PROFESSIONALE DELL’AGENZIA COMMERCIALE”

Lunedì 24 marzo, ore 09,00 – 15,00, presso la Camera di Commercio di Napoli, aula Parlamentino III piano, si terrà il convegno organizzato dalla LANARC-USARCI, l’associazione napoletana degli agenti di commercio, dal titolo:

“Crescita e sviluppo professionale dell’agenzia commerciale”

Nel corso dell’incontro, moderato da Alfonso Ruffo, direttore de “il Denaro”, sono previsti i seguenti interventi:

Umberto Mirizzi (Presidente Nazionale USARCI) – Introduzione;
Dott. Mario Marsico (consulente fiscale LANARC USARCI) – La Fiscalità;
Avvocato Alessandro Limatola (consulente legale LANARC USARCI) – Il quadro giuridico e normativo;
Professor Mario Raffa (Professore Ingegneria Gestionale Università degli Studi Federico II) – Pianificazione e organizzazione dell’agenzia commerciale;
Dott. Maurizio Maddaloni (Presidente CCIAA Napoli) – Conclusione.

Lanarc, consulenze legali e fiscali per rappresentanti e agenti

18 febbraio 2014 Posted by Articoli 0 thoughts on “Lanarc, consulenze legali e fiscali per rappresentanti e agenti”

Alla Lanarc riparte il ciclo di consulenze legali e fiscali per gli agenti e i rappresentanti di commercio.

Continua la campagna iscrizioni per il 2014. agente

La stagione sindacale entra nel vivo: ogni giovedì i responsabili dell’ufficio legale e dell’ufficio fiscale del sindacato riceveranno gl’iscritti. Le consulenze avverranno, previo appuntamento, dalle 14 alle 16, nella sede di via G. Porzio al Centro Direzionale di Napoli, Isola F11.

Presso gli uffici della Lanarc è in corso anche la riscossione delle quote sociali.

La quota sociale per l’anno in corso, interamente detraibile, è pari a Euro 140,00, e può essere versata:

1)      direttamente in sede;

2)     a mezzo bollettino postale sul c/c 38536801 causale “Quota associativa 2014” ;

3)     a mezzo bonifico bancario al seguente IBAN IT70Y0200803460000400645607 BANCA DI ROMA AGENZIA L – VIALE AUGUSTO.

Compiuto il pagamento, sarà inviata al domicilio del sottoscrittore la ricevuta e la nuova tessera USARCI 2014.

Agenti e commercianti, 500 euro al mese per il prepensionamento

27 gennaio 2014 Posted by Articoli, Sindacato 13 thoughts on “Agenti e commercianti, 500 euro al mese per il prepensionamento”

La Legge di Stabilità 2014 ha reintrodotto l’Indennizzo per la cessazione anticipata dell’attività commerciale fino al 31 dicembre 2016. L’indennizzo prevede una somma di circa 500 euro al mese per gli agenti e i commercianti che cesseranno l’attività negli anni 2014-15-16 e che avranno un’età di 62 anni, per gli uomini, e 57 anni per le donne. L’indennizzo sarà corrisposto per il periodo intercorrente dalla cessazione fino alla data della pensione di vecchiaia.

La norma originaria che prevedeva l’indennizzo per il triennio dal 1996 al 1998 è stata più volte prorogata e viene, ora, ripristinata fino al dicembre 2016.

La cessazione dell’attività di agente di commercio potrà consentire di percepire dall’INPS, per il periodo intercorrente dalla chiusura fino alla data della pensione di vecchiaia, una somma di circa 500 euro al mese.

La norma è contenuta nel comma 490 della legge di stabilità 2014, che ha modificato l’articolo 19-ter del decreto legge n.185/2008 convertito in Legge N.2 del 28/1/2009 (decreto anti crisi).

Destinatari del provvedimento sono, oltre ai commercianti, anche gli agenti e rappresentanti di commercio.

Per averne diritto gli agenti devono possedere i seguenti requisiti:

  • Aver compiuto 62 anni se uomo o 57 se donna, al momento della cessazione dell’attività.
  • Essere iscritti alla Gestione Commercianti INPS da almeno 5 anni.
  • L’attività deve essere cessata in maniera definitiva con la cancellazione dal Registro Imprese.

La norma, originariamente istituita nel lontano 1996, prevede per gli Agenti anche la cancellazione dal Ruolo, che è stato abrogato dal Decreto Legislativo n° 59 del 26 marzo 2010.

Gli agenti quindi non sarebbero in grado di certificare questo ultimo requisito; l’inps, su interessamento dell’USARCI, darà al più presto indicazioni in merito.

L’indennizzo verrà corrisposto fino all’età massima di 66 anni e 6 mesi per gli uomini e

64 e 9 mesi per le donne, età attualmente prevista per il diritto alla pensione di vecchiaia.

L’Indennizzo è incompatibile con l’esercizio di qualsiasi attività di lavoro autonomo o subordinato ed è revocato a far data dal primo giorno del mese successivo a quello nel quale viene ripresa l’attività lavorativa.

Viene corrisposto anche a coloro che godono già di altri trattamenti pensionistici.

Le richieste dovranno essere presentate entro il 31 gennaio del 2017 e l’assegno sarà corrisposto dal 1° giorno del mese successivo alla data della domanda, che deve essere presentata agli uffici INPS territoriali di competenza.

L’indennizzo è finanziato con un contributo dello 0,09 per cento a carico dei commercianti, che sarebbe scaduto il 31.12.2014 ma che sarà prorogato sino al 31 dicembre 2018.

La proroga introdotta e i termini modificati danno due nuove importanti opportunità:

  • la prima a coloro che, raggiunta l’età di 62 anni o 57 per le donne e cessata l’attività negli anni 2012 e 2013 non hanno potuto fare richiesta dell’indennizzo perché la legge era scaduta; questi potranno ora presentare la domanda e potranno ottenere l’indennizzo per gli anni mancanti all’età della pensione di vecchiaia, purtroppo con decorrenza solo dal mese successivo alla presentazione della domanda.
  • la seconda alle donne, che, ottenuto il diritto all’indennizzo, avevano ricevuto informazione dall’inps che lo stesso sarebbe stato erogato solo fino all’età di 61 e 6 mesi; queste ora potranno riscuoterlo fino ai 64 anni e 9 mesi.

L’INPS al più presto indicherà le modalità di attuazione.

L’indennizzo, come già detto, è pari al trattamento minimo di pensione spettante ai commercianti ed il periodo in cui viene riscosso è riconosciuto figurativamente ai fini del diritto al trattamento pensionistico.

USARCI. Luigi Doppietto: "E’ tempo di agire"

8 ottobre 2013 Posted by Articoli, La parola al segretario, Sindacato 0 thoughts on “USARCI. Luigi Doppietto: "E’ tempo di agire"”

Seedling in Dirt on Top of Stock ListingsL’agenda del vicepresidente

Luigi Doppietto

Cari colleghi, qualcuno di voi saprà già della mia nomina a vicepresidente nazionale Usarci, nomina che onora me e tutto il sindacato di Napoli, e che testimonia il buon lavoro svolto dal Presidente Luciano Falgiano e dal consiglio direttivo, con il fondamentale supporto dei nostri consulenti. Ma si sa che agli onori corrispondono anche degli oneri. Fra le deleghe operative assegnatemi dal presidente nazionale Usarci, Umberto Mirizzi, vi è quella di occuparmi dello sviluppo delle sedi territoriali dell’Italia meridionale, compito gravoso ma non impossibile, che mi accingo a intraprendere con entusiasmo e determinazione.

Proprio sulla questione meridionale, riferita agli agenti di commercio, volevo rendervi partecipi di alcune mie riflessioni. La prima considerazione parte dai numeri.

Nel Sud Italia siamo circa 45mila agenti di commercio, certamente penalizzati rispetto a colleghi del Centro e del Nord, perché agiamo su un territorio dove il reddito pro capite è nettamente inferiore ad altre zone del Paese. Ciò vuol dire meno consumi, servizi, industrie, che tradotto per la nostra categoria significa meno provvigioni. Siamo penalizzati per la mancanza d’infrastrutture: strade, basti pensare alla Salerno – Reggio Calabria; linee ferroviarie, raggiungere ad esempio Bari in treno è un’impresa; segnaletica stradale, in alcune zone inesistente o approssimativa. Mi fermo qui con gli esempi per mancanza di spazio e per non alimentare il vittimismo meridionale.

Inoltre va aggiunto che se per numero di agenti raggiungiamo i livelli del Centro Nord, al Sud i dati indicano che siamo meno coinvolti in attività associative di carattere sindacale. Siamo scettici e diffidenti, e crediamo che il sindacato non possa aiutarci a superare le difficoltà collegate alla nostra professione.

Però, cari amici, le tutele si possono ottenere solo con azioni collettive e coordinate. Sicuramente anche il sindacato ha le sue colpe. Forse non abbiamo saputo comunicare l’importanza delle battaglie fatte in nome della categoria e delle vittorie ottenute e probabilmente non abbiamo realizzato iniziative e progetti coinvolgenti, ma la mancanza di mezzi e tempo ne è stata sicuramente la causa principale. Tutti noi del sindacato siamo agenti di commercio in attività, e ciò ha inficiato la nostra azione.

Oggi però è possibile, grazie alle nuove tecnologie, partecipare comunque alla vita associativa. Il nostro sito web, la nostra pagina facebook, il nostro giornale online, sono pronti ad accogliere e pubblicare qualsiasi articolo, suggerimento, segnalazione, annuncio, che vogliate inviare presso la nostra segreteria.

Colleghi, dedicando un po’ del vostro prezioso tempo al sindacato aiuterete ad accrescerlo, e tutelerete meglio i vostri interessi. Credo, infine, che partecipare attivamente alla vita associativa, sindacale, culturale, praticare il volontariato, sia sinonimo di civiltà e cultura.

Ritornando al compito affidatomi, ho intenzione di servirmi ampiamente del web creando un blog unico dove tutti gli agenti del Sud potranno partecipare. Successivamente immagino un road show che tocchi tutte le province del Sud, dove, a ogni tappa, siano presenti funzionari del sindacato, consulenti legali e fiscali. In poche parole immagino un sindacato itinerante. Tutto questo potrà essere realizzato solo con la fondamentale partecipazione di tutti i presidenti del Sud, di tutti i consiglieri, con il prezioso aiuto dei consulenti, ma, soprattutto, con il vostro aiuto.

Perché, come recita il nostro slogan, “AL CENTRO CI SEI TU”.

 

Verso il network USARCI

4 luglio 2013 Posted by Articoli, La parola al segretario, Sindacato 0 thoughts on “Verso il network USARCI”

Congresso Usarci Giulianova slide (3)di Luigi Doppietto

Immaginate un foglio completamente bianco, senza macchia, con angoli perfetti, ben definiti. Questo foglio bianco siamo noi, singoli individui, integri, ognuno con le proprie caratteristiche e convinzioni. Ma quando svolgiamo un’attività lavorativa o, nel nostro caso, sindacale, individuati gli obbiettivi e definito il bene comune – che per noi è affiancare e tutelare gli agenti di commercio – allora accade qualcosa. Accade che questo foglio si piega, smussa gli angoli, e prende qualche sbavatura di inchiostro. Per questo vi esorto: superiamo diffidenze e  provincialismi. Giudichiamo gli uomini solo dalla passione e dall’impegno verso il sindacato.

Facciamo in modo che questo foglio a furia di piegarsi non si appallottoli,  perché non servirebbe a nessuno. Gli uni e gli altri, seppur con le loro convinzioni, devono lavorare insieme con rispetto e lealtà.

In merito a questo voglio esporre un mio pensiero: l’Usarci deve diventare sempre di più un network nazionale; la sede di Roma deve avere un ruolo maggiore nel coordinare iniziative comuni con le singole federazioni; occorre  fare marketing con il marchio Usarci,  “brandizzare”  l’associato con articoli di gusto e dal design accattivante, e utilizzare i proventi per finanziare altre attività; porsi come interlocutore affidabile tra le aziende e gli agenti;  rivolgere particolare attenzione all’estero intensificando i  contatti con omologhi organismi europei ed extraeuropei; sfruttare in modo scientifico il web.

Credo anche che dobbiamo rivolgere lo sguardo con più attenzione alle ricerche e agli studi di settore, in modo da estrapolare i dati utili a capire l’evoluzione della nostra professione. Per fare ciò noi della federazione di Napoli abbiamo chiesto aiuto ad alcuni professori di marketing e di economia dell’Università di Napoli Federico II, i quali  hanno già messo a punto un protocollo con test da effettuare su un campione di grandi, medie e piccole aziende e su agenti appartenenti a vari settori merceologici, per poi incrociare questi dati con altri già in loro possesso. Ciò allo scopo di capire le dinamiche della distribuzione delle merci e dei servizi. In particolare su quali di essi concentrare i nostri sforzi, oppure quali abbandonare prima che si esauriscano o escano dalle logiche dell’intermediazione.

 

Al centro ci sei tu!

29 marzo 2013 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “Al centro ci sei tu!”

di Antonio Pastore Carbone

 

al centro ci sei tuLa Lanarc apre le porte agli associati. La scorsa settimana è iniziato il ciclo d’incontri nella sede del Centro Direzionale, che proseguirà fino all’evento conclusivo, la giornata annuale dell’agente di commercio, previsto per maggio alla Camera di Commercio di Napoli.

L’invito, inoltrato via email a tutti gl’iscritti, sta avendo un buon riscontro. Già diversi colleghi hanno aderito all’iniziativa, ed hanno formulato idee e proposte. Tra le più significative rientrano anzitutto quelle sulla formazione, ovvero sull’istituzione di corsi di perfezionamento professionale ad opera di tecnici e docenti universitari, che la Lanarc ha accolto ed ha inserito nel programma delle attività.

Ma l’occasione è stata anche propizia ai colleghi per fare il punto, anche grazie al parere dei nostri consulenti, sulle loro posizioni fiscali e previdenziali, aspetto che se trascurato può portare col passare del tempo spiacevoli sorprese.

Invito dunque tutti i colleghi ad approfittare dell’occasione offerta dal sindacato, e dunque a rivolgersi al nostro ufficio del Centro Direzionale per fissare un appuntamento. Quest’impegno deve essere per i colleghi un’occasione per condividere idee e progetti, ma soprattutto rappresenta un preciso dovere civico. Sono molti gli aspetti della categoria che devono essere migliorati, e per riuscire in quest’obbiettivo è indispensabile il contributo di tutti. Solo così potremo affrontare i prossimi mesi con la determinazione che ci contraddistingue.