Posts tagged "politca"

Fare presto e fare bene

29 Marzo 2013 Posted by Articoli, La parola al presidente, Sindacato 0 thoughts on “Fare presto e fare bene”

di Luciano Falgiano

 

Fare presto e fare bene! L’imperativo che corre sulla bocca di tutti coloro che hanno a cuore le sorti del paese in questi giorni è questo.

Sono giornate convulse queste che precedono la formazione del nuovo governo (chi scrive come tutti, non ha, ad ora, nessuna idea di quali saranno gli sviluppi dell’incarico dato dal Presidente Napolitano all’onorevole Bersani). E’ augurabile che tutto possa risolversi con la costruzione di una maggioranza che dia certezze e stabilità per la prossima legislatura. Più che una speranza deve essere un auspicio perché solo questa condizione potrà essere il prologo di una stagione che si annuncia fondamentale per le sorti della nostra Italia.

Come annunciato da quasi tutte le forze politiche, questa che inizia dovrà essere la stagione delle grandi riforme, sia economiche che strutturali, a partire dal lavoro fino ad una seria riforma elettorale.

Tra queste il lavoro è la priorità assoluta. Senza di esso non vi è futuro, non vi sarà mai nessuna crescita, anzi, restando al palo correremo più rischi di Grecia, Spagna, Portogallo.

Il lavoro, fondamento della democrazia, contemplato nell’art. 1 della nostra costituzione, deve avere una centralità assoluta in tutte le politiche di sviluppo, ed una diffusione ampia e garantita. Bisogna ridurre al minimo tutte le forme contrattuali atipiche affinché i giovani ed i meno giovani possano sentirsi veri lavoratori e non precari occasionali. Per ottenere risultati duraturi bisogna incidere con forza sul costo stesso del lavoro.

giorgionapolitanoLe risorse per fare un operazione di questo tipo devono venire necessariamente da una riduzione sostanziale degli sprechi che si annidano in ogni angolo della Pubblica Amministrazione, della Sanità, della Politica ad ogni livello, sia centrale sia regionale sia locale.

Anche la nostra categoria deve fare la sua parte, la denuncia sociale ci è consentita, perché non esserne partecipi? Il sindacato ha l’autorevolezza, ma forse non la forza, per esprimersi come parte attiva nel confronto pubblico. Per avere forza bisogna essere in tanti, avere obbiettivi comuni ed enunciarli con voce alta.

Il sindacato Lanarc, con tutte le sue componenti consiliari, è impegnato a costruire un futuro qualificato per la categoria degli agenti di commercio. L’auspicio del Consiglio riguarda dunque la maggiore partecipazione degli associati. Se ogni collega farà da cassa di risonanza e promuoverà la nostra realtà associativa, la voce di tutta la categoria sarà percepita con maggiore chiarezza.