Posts tagged "postura"

Auto, la corretta postura per guidare

17 Ottobre 2015 Posted by Articoli, Rubrica benessere 0 thoughts on “Auto, la corretta postura per guidare”

Una postura idonea al volante migliora la sicurezza stradale, le nostre capacità di guida, ma soprattutto riduce gli effetti deleteri dell’auto sulla salute

L’utilizzo dell’auto occupa spesso una parte rilevante della nostra giornata. Nonostante ciò solo poche persone conoscono le regole di una corretta posizione di guida. Come anticipato, una postura idonea al volante, non solo migliora la sicurezza stradale e le nostre capacità di guida, ma soprattutto riduce gli effetti deleteri dell’auto sulla salute della nostra schiena e non solo.

Esiste una correlazione diretta tra il numero di ore di guida e l’incidenza dei disturbi muscoloscheletrici, dolori lombari in particolare. I guidatori sono molto più soggetti a sviluppare problemi alla colonna vertebrale rispetto a chi svolge un lavoro in posizione seduta o in piedi. L’incidenza delle lombalgie aumenta in maniera proporzionale al chilometraggio percorso e al tempo che si trascorre in macchina. Si è osservato che le persone che guidano per più di 20 ore a settimana, sono a maggiore rischio di sviluppare patologie. Dalle statistiche risulta che circa il 65% dei guidatori per lavoro soffre di dolori lombari, il 43% di dolori cervicali e il 40% di dolori alle spalle. corretta postura alla guida

Una postazione di guida ben strutturata deve essere modificabile e regolabile in base alle nostre esigenze. Secondo i criteri dell’ergonomia, lo schienale del sedile, l’altezza e l’inclinazione del volante, così come ogni altro oggetto con cui interagiamo quotidianamente, deve adattarsi alle nostre caratteristiche e non vice versa. Tuttavia nonostante questi accorgimenti necessari, dobbiamo sempre ricordare che il nostro corpo non si è evoluto nei millenni per stare fermo, bensì per muoversi. Per questa ragione tutte le posture statiche, dallo stare molto in piedi o troppo tempo seduti causano problemi e fastidi. Il dolore e la tensione provocati da un’immobilità prolungata non devono essere visti come limitazioni o patologie da trattare con i farmaci, ma piuttosto sono da interpretare come segnali d’allarme del nostro organismo che ci suggerisce di modificare una postura per noi dannosa. Il dolore non è solo un sintomo da combattere, ma è un segnale che così come la spia di una macchina ci suggerisce il problema da correggere.

 

Postura, le regole per il benessere

30 Dicembre 2013 Posted by Articoli, Rubrica benessere 0 thoughts on “Postura, le regole per il benessere”

Il mal di schiena può essere provocato da un colpo di freddo, dall’uso sbagliato di una poltrona o di una sedia, dalla postura scorretta che teniamo ogni giorno durante il lavoro di fronte a un computer o alla scrivania.

La postura scorretta in auto:auto-demo

La postura che si assume in auto quando si guida è fondamentale per il benessere della schiena, e a maggior ragione quando per motivi di lavoro si passa gran parte della propria giornata al volante.

Regola la distanza dal volante e dai pedali in modo ottimale:

Con i piedi in appoggio sui pedali, le gambe devono essere leggermente piegate con un angolo di circa 100°/120°. Regola l’altezza del sedile in modo da avere i fianchi leggermente sopra le ginocchia. Posiziona le braccia, in modo da tenere il palmo della mano comodamente appoggiato sulla parte superiore del volante.

La postura più adatta:

Testa, collo, spalle, devono stare, il più possibile rilassati e dritti. In questo modo la schiena manterrà la lordosi, ovvero la sua curvatura naturale. I vantaggi non si limitano solamente alla schiena. Stando dritti, la cassa toracica e l’addome si dilatano, evitando quindi di comprimere i polmoni e gli organi interni, in questo modo migliorerai la respirazione.

Inclinazione dello schienale:

Le spalle devono essere appoggiate saldamente contro lo schienale del sedile. Regola lo schienale a circa 15/20 gradi e tieni le mani sul volante nella posizione corrispondente a ore “9 e 15″ (posizione consigliata dagli istruttori di guida), la distanza del sedile deve consentire di raggiungere il volante senza piegare in avanti le spalle, in questo modo esse sono per forza appoggiate allo schienale, posizione necessaria per mantenere la postura corretta. Come prevenzione può essere molto utile uno spessore lombare con un diametro di circa 5 cm (ad esempio il cuscino McKenzie), questo ti aiuta a mantenere la curvatura fisiologica del tratto lombare come nella posizione eretta, ottenendo così una diminuzione del carico vertebrale. Durante i lunghi viaggi fai una breve sosta ogni ora o ora e mezza, per fare qualche passo e stirare la schiena.

Regola correttamente il poggiatesta:

La parte centrale del poggiatesta deve essere alla stessa altezza delle orecchie. Infine, tra la testa e il poggiatesta ci dovrebbe essere una distanza pari a due dita.

Oggetti nelle tasche posteriori dei pantaloni:

Un particolare che forse alla maggioranza delle persone sembra banale è ad esempio il portafoglio nella tasca posteriore. Ricordati di togliere il portafoglio dalla tasca dei pantaloni quando sei seduto alla guida ma anche quando sei seduto in una qualsiasi poltrona, il principale indiziato del mal di schiena è proprio quest’accessorio maschile. Stare seduti a lungo con il portafoglio nella tasca posteriore dei pantaloni potrebbe causare una contrazione da difesa da parte dei muscoli glutei e generare il dolore alla schiena, questo fenomeno, viene anche chiamato la sindrome della tasca di dietro.

Alfonso Palombo