Posts tagged "shiatsu"

Il massaggio shiatsu

10 Ottobre 2014 Posted by Articoli, Rubrica benessere 0 thoughts on “Il massaggio shiatsu”

In occidente i primi maestri giapponesi iniziarono a insegnarlo negli anni ‘60. e ora è addirittura praticato in alcuni presidii ospedalieri insieme all’agopuntura. Probabilmente tra quelli che stanno leggendo questa rubrica ci sarà qualcuno che ne avrà provato personalmente i benefici in una beauty farm o alle terme o nella spa di un residence, ma vediamo nello specifico di cosa si tratta.
Che cosa è lo shiatsu?
In giapponese la parola “shi” significa dito e “atsu” significa pressione . Lo “shiatsu”, detto anche Agopressione, è un tipo di massaggio orientale, nel quale le dita sono premute su particolari zone del corpo per alleviare dolori, sofferenze, tensione, fatica, e malattie. Queste zone sono anche chiamate “tsubo” e sono i punti specifici della superficie corporea e del sistema muscolare in cui i nervi fanno male, o danno fastidio quando il flusso di energia attraverso il corpo è bloccato. Con lo “Shiatsu” manipoliamo lo “tsubo”, il che, talvolta, all’inizio della terapia, può far male al paziente, ma che alla fine permette nuovamente la circolazione dell’energia alleviando il dolore. Lo “tsubo” sofferente, però, non corrisponde esattamente al punto in cui ha origine il disturbo. Ad esempio, per alleviare il mal di capo si possono premere e stimolare braccia e gambe. In realtà i 361 “tsubo “, denominati anche punti dell’agopuntura e punti di pressione, si trovano lungo le “linee mediane”, i quattordici canali attraverso cui scorre l’energia del corpo. Questi canali sono invisibili, ma, secondo la filosofia orientale, esistono così come esistono i nervi.
Origini dello shiatsu
Non è difficile immaginare in che modo è nata l’arte dello Shiatsu se solamente si considera la propria personale esperienza. La reazione naturale al dolore consiste nel posare una mano sulla parte dolorante, o nel premerla con le dita. Se soffrite di mal di capo, vi premete la radice del naso. Se vi sentite in tensione e nervosi, vi frizionate il collo. Se soffrite di male allo stomaco, lo premete e frizionate. Una madre istintivamente friziona e accarezza il bimbo quando inizia a piangere. Gli animali leniscono il dolore mediante stimolazione con la lingua. Lo Shiatsu non è altro che un metodo razionalizzato, più complesso e pratico rispetto a queste manovre terapeutiche istintive. Al mondo si praticano due metodiche di Shiatsu: la prima si rifà integralmente all’antica medicina tradizionale cinese secondo cui il corpo è attraversato da canali di energia, e qualunque disfunzione o malattia, dal più banale raffreddore alla più tremenda patologia, si manifesta quando in questi canali circola poca energia o al contrario ce n’è troppa e la pressione s’intasa in determinati punti. La terapia ristabilisce il giusto flusso energetico e lo riequilibra, guarendo la patologia e mantenendo la persona in salute secondo un’idea medico-filosofica che, ovviamente, non corrisponde all’anatomia. C’è poi un’altra forma di shiatsu più vicina al nostro pensare scientifico occidentale: la pressione su determinati punti del corpo favorisce la produzione di endorfine, ovvero di ormoni che hanno delle notevoli proprietà antidolorifiche, antinfiammatorie e decontratturanti, che provocano infine distensione e rilassamento.