Posts tagged "USARCILANARC"

Enasarco, il decalogo del voto

21 marzo 2016 Posted by Articoli 2 thoughts on “Enasarco, il decalogo del voto”

Si avvicina l’appuntamento elettorale per il rinnovo dei vertici ENASARCO.

Per agevolare le operazioni di voto la USARCI-LANARC mette a disposizione degli associati e degli iscritti ENASARCO il seguente decalogo eplicativo:

illustrazione voto

MODALITA’ DI VOTO IN 10 PASSAGGI:

  1. L’elettore grazie al certificato elettorale apre l’urna elettorale.
  2. Nell’urna elettorale indica il proprio numero di cellulare.
  3. Sul cellulare riceve un codice PIN di sei cifre.
  4. Il PIN di sei cifre va riportato sull’urna in un apposito campo. In un altro campo della stessa schermata bisogna indicare il numero di matricola (per gli agenti) o di posizione (per le aziende).
  5. L’elettore deve confermare la propria identità con un’assunzione di responsabilità.
  6. Voto: ogni elettore può scegliere una sola lista.
  7. Per esprimere un voto bisogna cliccare sul simbolo o sul nome della lista e poi dare conferma con un click sul tasto “Vota”.
  8. Non è possibile votare scheda bianca.
  9. Non è possibile annullare la scheda.
  10. Dopo aver espresso il voto, l’elettore riceve un messaggio con una ricevuta dell’operazione appena conclusa.

 

 

1965-2015: buon compleanno LANARC

9 marzo 2015 Posted by Articoli, Sindacato 0 thoughts on “1965-2015: buon compleanno LANARC”

L’associazione napoletana degli agenti di commercio compie 50 anni

Da Napoli il contributo decisivo alla cancellazione dello “Star del Credere”

La fotogallery dei primi 10 anni dell’associazione LANARC

Dal presidente della USARCI-LANARC, Luciano Falgiano, riceviamo e pubblichiamo

[dropcap style=”default, square, or circle”]S[/dropcap]ono trascorsi cinquant’anni da quel lontano otto marzo 1965, e far rivivere questi anni in poche righe non è compito facile. Non voglio assolutamente fare la commemorazione dei miei predecessori, ma non posso esimermi dal parlare di persone amiche che ho conosciuto e con le quali ho condiviso progetti e battaglie sindacali. L’unico che non ho mai conosciuto è stato il primo Presidente della LANARC, Ferdinando Cortese, del quale, tuttavia, ho letto gli articoli pubblicati su “Il Giornale dell’Agente di Commercio”. Essi sono raccolti in un libro, di cui sono ancora disponibili in Associazione alcune copie, che coprono un periodo di circa dieci anni. Testimoniano la sua preparazione e la sua lungimiranza, ma anche quanto sia stato difficile aggregare, far accettare ai colleghi, all’agente di commercio, figura individualista, le parole solidarietà, collaborazione attenzione al bene comune.

Con Cortese inizia l’attività pioneristica della nostra Associazione. Con l’avvento alla Presidenza di Francesco De Pasquale, vi fu il primo salto di qualità, anche perché, di lì a poco, De Pasquale fu chiamato a dirigere, in qualità di Presidente Nazionale, l’USARCI. A De Pasquale va anzitutto riconosciuto il merito di avere intuito la necessità di avere una sede Nazionale a Roma, più vicina alle Istituzioni, organizzata in modo univoco, diversamente da quanto accadeva prima, quando la Sede Nazionale era lì dove risiedeva il Presidente.

All’elezione di De Pasquale all’USARCI si affiancò a Napoli la Presidenza Gennaro Padrone che, con l’aiuto di Lomonaco, De Crescenzo, Parlato, e tanti altri valenti colleghi, condusse il Sindacato ad essere punto di riferimento per l’Usarci. Essi stessi ebbero incarichi di responsabilità all’interno del Sindacato Nazionale, assumendo per anni la Vicepresidenza e la Tesoreria, svolgendo i loro ruoli con abnegazione, tanto da riceverne grandi gratificazioni.

In questo periodo, grazie all’impegno di Emanuele Lomonaco, fu portata a compimento una vittoria storica per tutti gli agenti di commercio, la cancellazione dello “Star del Credere”, era il 21 Dicembre 1999. Il corso degli eventi hanno portato anche Lomonaco, ed il compianto Federico Parlato, alla Presidenza del sindacato che mi onoro di rappresentare.

Posso affermare che in tutti questi anni non è mai venuto meno lo spirito del fondatore, Ferdinando Cortese. Anzi, tutti noi che gli siamo succeduti abbiamo continuato e continuiamo a ricercare, insieme ai nostri associati, lo spirito della solidarietà, della collaborazione, dell’attenzione al bene comune.

Allora Auguri LANARC, che il futuro riservi altri cinquant’anni di impegno sindacale a fianco degli agenti di commercio.