USARCI. Luigi Doppietto: "E’ tempo di agire"

8 Ottobre 2013 Posted by Articoli, La parola al segretario, Sindacato 0 thoughts on “USARCI. Luigi Doppietto: "E’ tempo di agire"”

Seedling in Dirt on Top of Stock ListingsL’agenda del vicepresidente

Luigi Doppietto

Cari colleghi, qualcuno di voi saprà già della mia nomina a vicepresidente nazionale Usarci, nomina che onora me e tutto il sindacato di Napoli, e che testimonia il buon lavoro svolto dal Presidente Luciano Falgiano e dal consiglio direttivo, con il fondamentale supporto dei nostri consulenti. Ma si sa che agli onori corrispondono anche degli oneri. Fra le deleghe operative assegnatemi dal presidente nazionale Usarci, Umberto Mirizzi, vi è quella di occuparmi dello sviluppo delle sedi territoriali dell’Italia meridionale, compito gravoso ma non impossibile, che mi accingo a intraprendere con entusiasmo e determinazione.

Proprio sulla questione meridionale, riferita agli agenti di commercio, volevo rendervi partecipi di alcune mie riflessioni. La prima considerazione parte dai numeri.

Nel Sud Italia siamo circa 45mila agenti di commercio, certamente penalizzati rispetto a colleghi del Centro e del Nord, perché agiamo su un territorio dove il reddito pro capite è nettamente inferiore ad altre zone del Paese. Ciò vuol dire meno consumi, servizi, industrie, che tradotto per la nostra categoria significa meno provvigioni. Siamo penalizzati per la mancanza d’infrastrutture: strade, basti pensare alla Salerno – Reggio Calabria; linee ferroviarie, raggiungere ad esempio Bari in treno è un’impresa; segnaletica stradale, in alcune zone inesistente o approssimativa. Mi fermo qui con gli esempi per mancanza di spazio e per non alimentare il vittimismo meridionale.

Inoltre va aggiunto che se per numero di agenti raggiungiamo i livelli del Centro Nord, al Sud i dati indicano che siamo meno coinvolti in attività associative di carattere sindacale. Siamo scettici e diffidenti, e crediamo che il sindacato non possa aiutarci a superare le difficoltà collegate alla nostra professione.

Però, cari amici, le tutele si possono ottenere solo con azioni collettive e coordinate. Sicuramente anche il sindacato ha le sue colpe. Forse non abbiamo saputo comunicare l’importanza delle battaglie fatte in nome della categoria e delle vittorie ottenute e probabilmente non abbiamo realizzato iniziative e progetti coinvolgenti, ma la mancanza di mezzi e tempo ne è stata sicuramente la causa principale. Tutti noi del sindacato siamo agenti di commercio in attività, e ciò ha inficiato la nostra azione.

Oggi però è possibile, grazie alle nuove tecnologie, partecipare comunque alla vita associativa. Il nostro sito web, la nostra pagina facebook, il nostro giornale online, sono pronti ad accogliere e pubblicare qualsiasi articolo, suggerimento, segnalazione, annuncio, che vogliate inviare presso la nostra segreteria.

Colleghi, dedicando un po’ del vostro prezioso tempo al sindacato aiuterete ad accrescerlo, e tutelerete meglio i vostri interessi. Credo, infine, che partecipare attivamente alla vita associativa, sindacale, culturale, praticare il volontariato, sia sinonimo di civiltà e cultura.

Ritornando al compito affidatomi, ho intenzione di servirmi ampiamente del web creando un blog unico dove tutti gli agenti del Sud potranno partecipare. Successivamente immagino un road show che tocchi tutte le province del Sud, dove, a ogni tappa, siano presenti funzionari del sindacato, consulenti legali e fiscali. In poche parole immagino un sindacato itinerante. Tutto questo potrà essere realizzato solo con la fondamentale partecipazione di tutti i presidenti del Sud, di tutti i consiglieri, con il prezioso aiuto dei consulenti, ma, soprattutto, con il vostro aiuto.

Perché, come recita il nostro slogan, “AL CENTRO CI SEI TU”.

 

Tags:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.